Crea sito

Baccalà mantecato alla veneziana

Il baccalà mantecato alla veneziana è una ricetta tradizionale tipica del Veneto, da gustare freddo -o temperatura ambiente- sopra crostini di pane caldo o polenta grigliata. In realtà per la preparazione di questa ricetta viene utilizzato lo stoccafisso (che differisce dal baccalà solo nel metodo di conservazione) da ammollare prima di procedere alla bollitura ed emulsione. Il baccalà mantecato è ideale come antipasto anche per le feste natalizie, gustoso e saporito, immancabile sulla nostra tavola!

Baccalà mantecato alla veneziana
  • DifficoltàBassa
  • Tempo di preparazione10 Minuti
  • Tempo di cottura25 Minuti
  • Porzioni4 persone
  • Metodo di cotturaBollitura
  • CucinaItaliana

Ingredienti per il Baccalà mantecato alla veneziana

Per la bollitura

  • 500 gstoccafisso (già ammollato )
  • 1 spicchioaglio in camicia
  • Mezzolimone
  • 2 fogliealloro

Per la mantecatura

  • 250 golio extravergine d’oliva
  • 100 gacqua di cottura
  • q.b.sale e pepe

Per guarnire

  • 2 ciuffiprezzemolo (tritato fino )

Cosa ti serve:

  • planetaria oppure fruste elettriche

Come preparare il Baccalà mantecato alla veneziana

  1. Per prima cosa devi ammollare lo stoccafisso: riponilo in una grande ciotola coperto d’acqua fredda, in frigorifero per 3 giorni, avendo cura di cambiare l’acqua 1-2 volte al giorno.

  2. Una volta ammollato, procedi alla bollitura: senza togliere la pelle, metti lo stoccafisso in una casseruola, coprilo d’acqua fredda e unisci il succo di mezzo limone, uno spicchio d’aglio in camicia (con tutta la buccia) e due foglie di alloro.

  3. Da quando inizia l’ebollizione lascialo cuocere per circa 25 minuti, avendo cura di eliminare la schiuma che si formerà in superficie con una schiumarola, dopodichè scolalo all’interno di una ciotola e tieni da parte 100 g di acqua di cottura.

  4. Ora, elimina la pelle dello stoccafisso e sbriciolalo grossolanamente con le dita, in questo modo potrai anche controllare eventuali spine da togliere.

  5. Metti la polpa ben pulita all’interno della ciotola della planetaria, e con la frusta inizia a montare, aggiungendo pian piano l’olio extra vergine a filo. Una volta incorporato tutto l’olio, aggiungi anche i 100 g di acqua di cottura, e continua a montare a velocità medio bassa, fino a ottenere una sorta di crema-spuma soffice.

  6. La consistenza puoi valutarla anche a tuo gusto, se ti piace un pochino meno cremoso e più consistente, monta di meno.

  7. Se non hai la planetaria puoi fare questa operazione con le fruste elettriche, oppure come la tradizione vuole, a mano con un cucchiaio di legno (o frusta) e un po’ di pazienza!

  8. Assaggia il baccalà mantecato e valuta la quantità di sale e pepe da aggiungere, e in ultimo guarnisci con il prezzemolo fresco tritato a coltello. C’è chi non lo mette, ma ci sta benissimo!

  9. Servi e gusta il baccalà mantecato sopra dei crostini di pane, oppure dei quadrotti di polenta grigliati.

  10. Baccalà mantecato alla veneziana

Consigli

Conserva il baccalà mantecato in frigorifero, per un giorno.

-Curiosità-

Lo stoccafisso e il baccalà sono la stessa cosa, cambia semplicemente il metodo di conservazione: lo stoccafisso viene essiccato all’aria mentre il baccalà viene messo sotto sale.

Lasciati ispirare

Non perdere le raccolte natalizie, clicca sul nome!

ANTIPASTI DELLE FESTE

VIGILIA A BASE DI PESCE

MENU’ NATALE

Una mano in cucina!

Se ancora non hai una planetaria ma vorresti regalartene una, ti lascio qualche modello tra le migliori (secondo me) in commercio! Clicca sul nome

PLANETARIA 1

PLANETARIA 2

5,0 / 5
Grazie per aver votato!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.