Crea sito

Uova in trippa alla romana

Oggi vi parlo delle uova in trippa, una ricetta tipica romana che la mia mamma faceva spesso per tutta la famiglia, di semplice esecuzione e anche economica. Il nome prende riferimento dalla trippa, che dopo essere stata sgrassata e sbollentata, viene fatta cuocere e ripassata nel sugo. In questa ricetta al posto della trippa c’è una semplice frittata, che tagliata a striscioline e insaporita nel sugo con mentuccia fresca, pepe e pecorino romano, sembra davvero un piatto fumante di trippa.

Le uova in trippa sono davvero gustose, sono sicura che quando le assaggerete, non le lascerete più! Non dimenticate di servirle con delle fette di pane fresco o bruscato, per  l’immancabile scarpetta.

  • Preparazione: 10 Minuti
  • Cottura: 40 Minuti
  • Difficoltà: Bassa
  • Porzioni: 4 persone
  • Costo: Basso

Ingredienti

  • 800 g Pomodori pelati
  • q.b. Olio extravergine d'oliva
  • Cipolla, sedano e carota (per il soffritto)
  • 12 Uova (temperatura ambiente)
  • 100 g Pecorino romano (grattugiato)
  • 6/7 foglie Menta fresca romana
  • q.b. Sale fino
  • q.b. Pepe nero

Preparazione

    • Inizia a preparare il sugo: pulisci, lava e asciuga gli odori, sminuzzali finemente e mettili a soffriggere con un bel goccio d’olio extra vergine, in una casseruola.
    • Unisci i pelati, un goccio d’acqua (versane due dita nella latta dei pelati e usa quella, in modo da non sprecare i residui di pomodoro) aggiusta di sale e fai cuocere per 15 minuti con il coperchio, dopodiché alzalo e dai una schiacciata ai pelati con la forchetta, unsici metà del pecorino, mescola e termina la cottura per altri 10 minuti, senza coperchio per far stringere un pochino il sugo.
    • A fine cottura aggiungi qualche foglia di menta, mescola, copri e lascia riposare.
    • Ora occupati della frittata, se non hai una padella antiaderente abbastanza grande, puoi dividere il composto in due padella più piccole.
    • Ungi la padella con un filo d’olio extra e mettila sul fornello a fiamma BASSA.
    • Rompi le uova in una scodella, aggiusta con un pizzico di sale (non aggiungere nient’altro, il sugo è già abbastanza saporito ed è meglio che la frittata sia semplice) e sbatti per bene con una forchetta. Versa il tutto in padella e lascia cuocere a fuoco sempre basso: questo è il segreto per la buona riuscita di una frittata, lasciarla cuocere lentamente e dolcemente, scuotendo ogni tanto la padella per staccarla dai bordi e farla “roteare”.
    • Quando sopra, l’uovo sarà rappreso, girala aiutandoti con un coperchio o un piatto grande, in questo modo: chiudi la padella con il coperchio, capovolgila e alzala, a questo punto la frittata sarà sopra il coperchio, falla scivolare delicatamente di nuovo in padella, terminando così la cottura.
    • Non farla rosolare troppo, la frittata per le uova in trippa, non deve essere scura.
    • Una volta cotta, trasferiscila su un piatto e lasciala intiepidire, quindi procedi al taglio: devi affettarla a striscioline, io per fare presto uso le forbici.
    • Una volta tagliata la frittata, uniscila nella casseruola con il sugo e fai scaldare tutto, mescolando e amalgamando per bene.
    • Impiatta le uova in trippa alla romana ben calde, spolvera sopra ogni piatto con una manciata di pecorino, un po’ di pepe (se gradito) e servi.
    • Non dimenticare il pane! Con questo piatto la scarpetta è d’obbligo.

Note

Se ti piace, puoi unire del peperoncino al sugo, e sostituire la menta fresca con del basilico fresco.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.