Crea sito

Pomodori con il riso al forno con patate

pomodori con il riso al forno con patate, sono una classica ricetta del centro Italia, e in particolare della città di Roma, la mia amata città natale.

Questo piatto, che può essere mangiato anche da chi segue un’alimentazione vegana, è particolarmente rinomato non solo nelle case dei romani, ma soprattutto nelle rosticcerie romane, che in estate riempiono i loro banchi con questa delizia.

La particolarità della ricetta è quella di mettere il riso crudo, che cuocerà pian piano in forno all’interno del pomodoro stesso. Si consiglia di usare un riso fine, come per esempio il Ribe, e di usare come quantità un cucchiaio di riso per pomodoro.

Un segreto per rendere ancor più buono questo piatto è quello di far leggermente macerare il riso con la polpa condita estratta dal pomodoro; il riso assorbendo un pochino il liquido di vegetazione, cuocerà più facilmente e sarà ancora più gustoso e saporito.

Da servire rigorosamente a temperatura ambiente o freddi, i pomodori con il riso al forno con patate, sono un piatto estivo per eccellenza, da portare tranquillamente anche al mare per gustarli sotto l’ombrellone! 

Pomodori con il riso al forno con patate
  • Difficoltà:Media
  • Preparazione:45 minuti
  • Cottura:45 – 60 minuti
  • Porzioni:4 pomodori
  • Costo:Basso

Ingredienti

  • Pomodori rossi casalino (grandi e maturi) 4
  • Patate 4 / 5
  • Aglio 1 spicchio
  • Riso Ribe (oppure Baldo o Carnaroli) 4 cucchiai
  • Olio extravergine d’oliva q.b.
  • Sale e pepe q.b.
  • Basilico (qualche foglia)
  • Origano secco q.b.
  • Prezzemolo 1 ciuffo

Preparazione

  1. Lava e asciuga i pomodori, quindi taglia via il cappello, lasciandolo da parte. Scava l’interno delicatemente, senza romperlo, aiutandoti con un cucchiaino, e trasferisci la polpa ottenuta in una scodella, gettando via solo il torsolo centrale.

  2. Insaporisci l’interno di ciascun pomodoro con un pizzicotto di sale. Condisci la polpa estratta con sale, pepe, olio, origano e prezzemolo tritato, mescola e unisci il riso crudo, amalgamando con cura per farlo ben insaporire. Se lo gradisci puoi mettere anche mezzo spicchio d’aglio tritato finemente.

    Lascia macerare il riso per 15 minuti, in modo tale che possa insaporire bene. La quantità di riso utilizzata, deve essere un cucchiaio a pomodoro, non di più.

  3. Scalda il forno a 180° C e inizia a pelare le patate; hai mai provato a lasciare la buccia? Sono molto più gustose! Se desideri provare, lavale benissimo sotto l’acqua corrente e asciugale con un panno, oppure sbucciale, quindi affettale a spicchi grandi e trasferiscile all’interno della teglia, insaporendole con sale, olio e uno spicchio di aglio in camicia  (con tutta la buccia e leggermente schiacciato con la lama di un coltello).

  4. Inizia a riempire i pomodori con il riso fermandoti circa a metà, il riso crescerà durante la cottura quindi NON riempirli troppo, altrimenti il riso resterà mezzo crudo. Una volta farciti, adagiali sopra le patate scansandole un poco, spolvera con un pizzicotto di sale e termina con un bel filo d’olio, quindi inforna a 180° C a forno statico, oppure ventilato a 160°C, per circa 45 – 60 minuti.

  5. Ogni forno è diverso, quindi non dimenticare di controllare ogni tanto i tuoi pomodori con il riso, e di scuotere un po’ la teglia per non far attaccare le patate. Il pomodoro deve appassire e abbrustolire un pochino, mentre il riso deve essere cotto ma non sfatto e stracotto. In genere ci vuole un’oretta, ma dipende dal forno e dalla quantità di pomodori, potrebbero bastare anche 40 minuti.

  6. Appena saranno cotti sforna e lasciali freddare, quindi aggiungi qualche foglia di basilico e servi in tavola. I pomodori con il riso al forno con le patate, sono favolosi soprattutto freddi, sia a temperatura ambiente che di frigorifero!

QUALE POMODORO USARE

A Roma si trova una qualità di pomodoro utilizzato proprio per questa ricetta, chiamato appunto “pomodoro da riso”. Ha la peculiarità di essere grande, tondo, rosso, liscio e un pochino basso, succoso ma sodo al tempo stesso.

Un’altra qualità di pomodoro utilizzato nel Lazio e nel centro Italia, è il pomodoro Casalino.

In sostituzione, per chi vive nelle altre regioni d’Italia e non trova le qualità sopra elencate, si possono utilizzare i pomodori rossi a grappolo, scegliendo i più grandi e maturi. Non sono proprio la stessa cosa, ma sono senza dubbio i più somiglianti.