Consigli in cucina

Sedici piccoli suggerimenti per affrontare con una marcia in più la quotidianità di ogni giorno in cucina.

 

1) POLENTA SENZA GRUMI

 

 

  • Per evitare il formarsi di grumi nella polenta è meglio far bollire l’acqua, salarla e spegnere il fuoco per uno o due minuti. Poi si riaccende e si versa piano la farina, mescolando continuamente e portando a cottura come al solito.

 

2) IL GIUSTO EFFETTO LIEVITANTE DEL BICARBONATO PER LE TORTE


 

  • Quando ci si lascia prendere la mano con il lievito, la torta uscirà dal forno fin troppo gonfia oppure con forme strane. Meglio usare il bicarbonato, che tra le numerose qualità possiede quella di agevolare una giusta lievitazione. Basta aggiungere un cucchiaino all’impasto e dimezzare la quantità del lievito. Per le frittelle è sufficiente il solo bicarbonato.

 

3) PANE SEMPRE FRESCO

 

  • Per mantenere il pane fresco fino al giorno dopo è sufficiente chiuderlo in un sacchetto insieme a un gambo di sedano.

 

4) GRAZIOSE CONSERVE

 

  • I pirottini di carta per i muffin sono perfetti per avvolgere i coperchi delle conserve. Si fissano con un bel nastro e danno un ottimo risultato.

 

5) FRIGGERE SENZA SCHIZZI

 

  • Per evitare di schizzare tutta la cucina quando si frigge, basta mettere nell’olio della padella due stuzzicadenti. Il risultato è assicurato!

 

6) PELLICOLA FACILE

 

  • Se la pellicola trasparente diventa appiccicosa, e si fatica a srotolarla, si può provare a tenerla in frigorifero. Si staccherà benissimo.

 

7) AGLIO DIGERIBILE

 

  • Se l’aglio risulta indigesto è colpa del piccolo germoglio verde che si trova al centro dello spicchio. Basta eliminarlo prima di iniziare a cucinare.

 

8) CONSERVARE IL PANGRATTATO

 

  • Chi si prepara in casa il pangrattato, e vuole tenerlo fresco a lungo, è sufficiente che lo conservi in contenitori di vetro insieme a una o due foglie di alloro, fresche o secche. Acquisterà anche un profumo gradevole e delicato.

 

9) FAGIOLI SENZA CONSEGUENZE

 

  • Ecco un piccolo segreto per cucinare i fagioli secchi. Dopo averli tenuti a bagno per una notte, metterli in una pentola e versare acqua fredda fino a ricoprirli completamente. Porre la pentola sul fuoco, portare a ebollizione e lasciar cuocere per tre o quattro minuti. Scolare i fagioli e passarli in un tegame caldo dove verranno cucinati con gli altri ingredienti, anch’essi ben caldi. Così facendo, non solo i fagioli non “scoppieranno” una volta aggiunti alla pietanza (magari un minestrone o un intingolo), ma si eviterà anche la fastidiosa sensazione di gonfiore dopo averli mangiati.

 

10) PREZIOSE FOGLIE DI SEDANO

 

  • E’ un peccato buttare le foglie del sedano. Si possono utilizzare per preparare del brodo (di carne piuttosto che di verdura) oppure come sostitute del prezzemolo, per esempio, nell’impasto delle polpette. Volendo ci si può preparare anche una minestra di riso dietetica e davvero disintossicante. Ecco come: prendere una grossa manciata di foglie di sedano, lavarle e tritarle (anche grossolanamente), infine lasciarle bollire in due litri d’acqua per almeno 20 minuti; aggiungete quindi circa un etto di riso e cuocere per altri 20 minuti, aggiungendo pochissimo sale, e servendo con del parmigiano. Oppure potete farci dell’ottimo pesto, io l’ho fatto aggiungendo anche delle cozze, qui la ricetta  Pasta al pesto di sedano e cozze

 

11) PREVENIRE CON IL LIMONE

 

  • In cucina ci sono tante cose da fare e molte di queste sporcano o lasciano cattivi odori sulle dita. La pulizia dei carciofi, per esempio, ci lascia i polpastrelli neri. Lo stesso accade con la pulizia delle melanzane e di altre verdure. Anche le seppie, con quel loro eccezionale inchiostro, sporcano le mani. Poi ci sono  gli odori, in particolare quelli del pesce, che persistono anche dopo la pulizia più accurata. Il rimedio consiste nel conservare il limone anche  quello privo di succo, e strofinarlo sulle dita prima di toccare qualsiasi ortaggio o pesce. Attenzione, deve essere usato prima e sui polpastrelli ben umidi. Il risultato sarà stupefacente.

 

12) ZUCCHERO E FORMAGGIO

 

  • Per evitare il formarsi dell’umidità nei contenitori di plastica dove viene riposto il formaggio, basta metterci un paio di zollette di zucchero. Catturano l’umidità in eccesso e lasciano i formaggi integri e gustosi.

 

13) UN CAFFE’ DAVVERO SPECIALE

 

  • Prende un aroma intenso e gradevole il caffè preparato aggiungendo nel filtro un pezzettino di cioccolato o di vaniglia.

 

14) BISCOTTI SEMPRE FRESCHI

 

  • I biscotti restano croccanti per molti giorni se nella scatola, o nel vaso dove vengono riposti, si mette una zolletta di zucchero che assorbirà l’umidità al loro posto.

 

15) SALE SENZA GRUMI

 

 

  • Per evitare che il sale formi dei grumi nella saliera e non passi più dai fori, basta aggiungere qualche chicco di riso. E’ un modo antico e forse banale, ma funziona sempre perchè il riso assorbe l’umidità e tiene il sale ben sgranato.

 

16) SGRASSARE IL BRODO

 

  • Il metodo migliore per ottenere un brodo gustoso ma magro è prepararlo il giorno prima. Alla sera si mette in frigorifero (nei mesi più freddi, anche sul balcone), in modo che tutto il grasso si rapprenda in superficie. Non resterà che eliminarlo con una schiumarola, prima di rimettere il brodo sulla fiamma e riscaldarlo.

 

 

Precedente Confettura di Kiwi Successivo Cannoli con mousse di mortadella

2 commenti su “Consigli in cucina

Lascia un commento

*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.