Carciofi alla romana

I carciofi alla romana sono un tipico piatto della gastronomia laziale, in particolare della città di Roma, cotti nel tegame, e non fritti come quelli alla giudia. Ingrediente fondamentale: il carciofo naturalmente, che deve essere quello romanesco. Sceglieteli grandi, chiusi e sodi. Munitevi di limone per non farvi annerire le mani, e seguite passo passo la ricetta.

 

Carciofi alla romana
Carciofi alla romana

 

Carciofi alla romana

 

Ingredienti per 4 carciofi

  • Carciofi romaneschi, 4
  • Olio extra vergine di oliva, 100 ml
  • Sale fino, quanto basta
  • Aglio, uno spicchio grande
  • Prezzemolo fresco, quanto basta
  • Mentuccia romana ( meglio se fresca) qualche foglia
  • Acqua, un bicchiere da tavola circa

 

Preparazione

  • Iniziate a pulire i carciofi. Munitevi di un coltellino ben affilato, e ricordatevi di passarvi il succo del limone sulle mani per non farle annerire dai carciofi.
  • Iniziate a togliere le foglie intorno, fino a scoprire il cuore del carciofo, arrivando alle foglie più chiare per intenderci. Tagliate il gambo a metà, e con l’aiuto del coltello “sbucciatelo”, in modo da scoprire la parte più tenera. A questo punto sempre aiutandovi con il coltello, pulite intorno al gambo sulla testa del carciofo i resti delle foglie staccate in precedenza.
  • Una volta puliti, immergeteli in una scodella con acqua e limone, per non farli annerire.
  • Preparate un trito di aglio, prezzemolo, olio e mentuccia, quindi prendete il carciofo, allargatelo leggermente nel centro aprendo un pochino il fiore (togliete l’eventuale barbetta), e insaporitelo con questo trito, infilandolo anche tra le fessure delle foglie 
  • Una volta insaporiti tutti i carciofi, spolverizzateli con un pochino di sale, e metteteli a cuocere a testa in giù in un tegame alto, con un bel goccio d’olio.

 

Carciofi alla romana
Carciofi alla romana

 

  • Fateli rosolare per qualche minuto, quindi unite l’acqua, deve arrivare quasi a metà testa del carciofo, e fate cuocere a fiamma bassa e  coperti per almeno mezz’ora.
  • Trascorso il tempo, infilate una forchetta delicatamente sulla testa del carciofo per verificarne la cottura, se entra bene e sono morbidi, sono cotti!
  • Serviteli caldi su un piatto, cospargendoli dell’intingolo di cottura. Buon appetito!

 

Segui tutte le ricette e le novità del blog anche sulla pagina facebook NOCE MOSCATA

Articolo e Foto: Copyright ©  All Rights Reserved Noce Moscata

Precedente Crostini di polenta toscani Successivo Polenta fritta

Lascia un commento

*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.