Insalata di sorgo con tofu marinato

Li sto provando tutti i cereali, e tutti li sto provando in versione estiva: freddi e con le verdure crude. Oggi è il turno dell’insalata di sorgo, un’idea per noi un po’ alternativa a causa del sorgo, che non cucino spesso in effetti, e che non avevo ancora mai provato in versione fredda.
Ma per noi è un’insalata alternativa anche per un altro motivo: ho usato il tofu al posto dell’immancabile (eh lo so, non dovrebbe essere “immancabile”) formaggio. È così, nelle insalate di pasta o di riso o di altri cereali difficilmente rinuncio ad aggiungere un po’ di formaggio, mi piace troppo. Mmmm, a volte mi vien spontaneo pensare che se i formaggi non mi piacessero sarebbe meglio! 😀

Per fortuna però mi piace anche mangiare vegano! e spesso ci provo a sperimentare ricette vegan, figli permettendo 😛
Oggi ho provato così, portando in tavola questa insalata di sorgo con tofu marinato.
Il piatto così colorato li ha ben predisposti (a parte che loro poi tolgono i pomodori ma vabbe’… ), e se non avessi già chiamato “multicolor” l’insalata di farro… l’avrei proprio chiamata così questa insalata di sorgo, multicolor 😀
Ha un’aria molto estiva, non trovate?

insalata di sorgo con tofu marinato

Insalata di sorgo con tofu marinato

ricetta vegan e senza glutine

Ingredienti per 4 porzioni
300 g sorgo bianco
100 g tofu (un panetto)
2 pomodori
1 peperone piccolo
rucola a piacere
1 spicchio d’aglio
misto aromatico (basilico, origano, maggiorana)
succo di mezzo limone
olio extravergine
pepe o peperoncino

Procedimento
Lavare il sorgo e metterlo in ammollo per due ore in una ciotola piena d’acqua cambiando l’acqua una volta.
L’ammollo del sorgo non sempre è richiesto, consiglio di seguire le istruzioni riportate sulla confezione.

Durante l’ammollo del sorgo mettere a marinare il tofu: tagliarlo a pezzetti, condirlo con olio e limone ed erbe aromatiche (io ho usato basilico, origano e maggiorana ma potete variarle a piacimento) e lasciarlo riposare in un contenitore a coperchio chiuso, rigirandolo di tanto in tanto.

insalata di sorgo-marinatura tofu

Trascorso il tempo di ammollo del sorgo, cuocerlo per assorbimento: in una pentola versare il sorgo più una quantità di acqua doppia rispetto al sorgo (esempio: 2 bicchieri di acqua e 1 di sorgo) quindi far cuocere fino a completo assorbimento dell’acqua. Tempo di cottura (che può variare, non tutte le confezioni riportano lo stesso tempo) 35-40 minuti.

Durante la cottura del sorgo preparare le verdure: io ho usato pomodori, rucola e peperone.
Lavare e tagliare a pezzetti tutte le verdure.

Scolare il sorgo per eliminare ogni eventuale residuo umido, lasciarlo intiepidire un po’ e versarlo nella ciotola delle verdure, poi aggiungere il tofu marinato, compresa la marinatura.

insalata di sorgo vegan con tofu

Mescolare, aggiustare di olio, eventualmente pepare oppure se piace aggiungere del peperoncino.

Far riposare in frigo fino al raffreddamento, almeno un’ora o due.

Servire e buon appetito!

insalata di sorgo con tofu marinatoPossibili varianti
Se non vi piace il sorgo potete sostituirlo con il grano saraceno, che è ugualmente senza glutine. Anche il grano saraceno mi piace molto, e a voi?
Si possono, ovviamente variare le proporzioni tra gli ingredienti o aggiungerne altri, ad esempio un cipollotto oppure una zucchina, magari marinata come il tofu in olio e limone, tipo queste che conoscete già e che mi piacciono tanto come contorno, ma qui a casa mia le zucchine non piacciono a tutti perciò… 😀

Senza saleConsiglio senza sale: L’aglio funge da insaporitore. Per chi non usa il sale nei condimenti, o addirittura non sala l’acqua di cottura della pasta come faccio io, l’aglio è molto utile perché dà quel gusto in più. Ma in insalate estive come questa sta benissimo comunque, anche se il sale viene usato. Però mi raccomando, usatene poco! (il sale, l’aglio usatene quanto volete 🙂 ).

Se sei interessato a ridurre o eliminare il sale, ricorda sempre di:

  • Diminuire il sale gradualmente, il palato deve abituarsi pian piano e non deve accorgersi della progressiva riduzione.
  • Utilizzare le spezie. Peperoncino, pepe, curry, noce moscata, cannella, chiodi di garofano, cumino…
  • Utilizzare le erbe aromatiche. Basilico, prezzemolo, origano, timo, salvia, maggiorana, rosmarino, menta…
  • Utilizzare i semi. Sesamo, pinoli, mandorle, noci…
  • Utilizzare ortaggi piccanti o frutta. Aglio, cipolla, limone, arancia…
  • Utilizzare il mio granulare vegetale senza sale
  • Preferire i cibi freschi.
  • Evitare le cotture in acqua, preferire cotture che non disperdano i sapori (piastra, cartoccio, vapore, microonde)
  • Evitare di portare in tavola la saliera!
  • Concedersi a volte uno strappo alla regola. Fa bene all’umore e aiuta a perseverare.

Se non vuoi, o non puoi, rinunciare al sale:

  • Puoi provare ugualmente le mie ricette salando secondo le tue abitudini. 🙂

Come sempre vi aspetto sulla pagina Facebook!

E anche su Pinterest!

Precedente Panini ai mirtilli (lievitati con il mio Licoli) Successivo Biscotti decorati con glassa e codette ricetta di Flavia

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.