Crea sito

Chitarra con le pallottine

La chitarra con le pallottine è un primo piatto della mia tradizione teramana. Sono dei maccheroni all’uovo fatti con un arnese chiamato proprio “chitarra” ,un telaio di legno rettangolare con sopra fili di rame o ottone distanziati di 3 mm tra loro,si mette sopra la sfoglia,con il matterello si spinge  ed ecco i maccheroni! Visto che non tutti hanno questo attrezzo,li faremo con la macchina per la pasta. Attenzione alla larghezza,dovranno essere di circa 5 mm. Il condimento prevede un sugo molto ricco alle tre carni, se volete renderlo più leggero potete tranquillamente fare un sugo semplice dove andrete a tuffare le polpettine. Prepariamo insieme questo fantastico piatto!

  • DifficoltàBassa
  • CostoBasso
  • Tempo di preparazione30 Minuti
  • Tempo di cottura2 Minuti
  • Porzioni4 Persone
  • CucinaItaliana

Ingredienti

Per la chitarra

  • 200 gSemola di grano duro rimacinata
  • 200 gFarina 0
  • 4Uova

Per le pallottine

  • 300 gPolpa di vitello (Macinata finemente almeno 2 volte)
  • 50 gParmigiano reggiano (O di più regolatevi a seconda della lavorabilità della carne)
  • 1Tuorlo
  • pizzichiNoce moscata
  • q.b.Sale
  • Olio extravergine d’oliva

Per il sugo di carne mista

  • 100 gAgnello (Pezzo per il sugo)
  • 100 gManzo
  • 100 gMaiale (Di solito noi mettiamo le costine ma potete scegliere il pezzo che volete)
  • 1 costaSedano
  • 1carota
  • 1cipolla
  • 1Chiodi di garofano
  • 2 lPolpa di pomodoro
  • q.b.Sale

Preparazione

  1. Chitarra con le pallottine. Iniziamo la preparazione della chitarra partendo dalla carne trita di vitello. Poniamola in una ciotola con tutti gli ingredienti,sale noce moscata,tuorlo e parmigiano. Impastiamo e iniziamo a formare delle piccole polpette che mano a mano metteremo su un piatto abbastanza grande da contenerle tutte. Finita questa operazione,facciamo scaldare in una padella antiaderente dell’olio extravergine senza esagerare e tuffiamo le nostre polpette. Lasciamole cuocere fino a doratura. Se necessario saliamo. Mettiamole da parte in una ciotola con tutto il loro olio a raffreddare.

  2. Su una spianatoia poniamo a fontana le farine e nel mezzo rompiamo,le uova,impastiamo per bene,fino ad ottenere un impasto omogeneo. Lasciamo riposare per un po’ e iniziamo a tirare la sfoglia non troppo sottile,la chitarra deve essere alta circa 3 millimetri. Visto che tutti non posseggono la “chitarra” per formare la pasta usiamo la macchina per la pasta e passiamola nella parte del maccheroni,non delle tagliatelle. Via via che formiamo gli spaghetti poniamoli su una  spianatoia ben infarinata e ben divisi,altrimenti si attaccheranno. Lasciamo riposare la pasta e nel mentre  ci dedichiamo al sugo,così si asciugherà.

  3. Facciamo un trito fino di sedano,carote e cipolla,uniamo dell’olio evo la bacca di ginepro e facciamo soffriggere. Aggiungiamo i pezzi che abbiamo scelto delle carni miste e facciamole rosolare. Se occorre possiamo sfumarle con del vino bianco. Quando sono dorate aggiungiamo la passata di pomodoro,saliamo,abbassiamo la fiamma al minimo,copriamo e lasciamo cuocere per almeno 2 ore.Aggiustiamo di sale. Trascorso questo tempo togliamo la carne,(noi la mangiamo a parte senza metterla nel sugo perché già ci sono le polpettine)e la bacca di ginepro,mettiamo a bollire dell’acqua salata,tuffiamo la nostra chitarra,quando salirà a galla aspettiamo alcuni minuti e sarà pronta,scoliamola nel sugo,uniamo metà delle pallottine e facciamo saltare. Serviamo nei piatti con aggiunta delle altre polpette che abbiamo messo da parte e una bella spolverata di parmigiano reggiano. Buon appetito.

Note

/ 5
Grazie per aver votato!

Pubblicato da Briciole di Farina

Ciao a tutti e benvenuti nella mia cucina virtuale! Questo blog nasce per cercare di trasmettere l’amore e la passione che ho per il cibo. Non perdo occasione per riunire amici e famiglia attorno ad una bella tavola imbandita. Vivo da sempre in Abruzzo in provincia di Teramo con la mia famiglia,ho una bimba di nome Sofia di 2 anni,quindi le mie ricette per la maggiore sono molto veloci☺️

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.