Crea sito

Arista all’arancia

L’Arista all’arancia è un piatto elegante e raffinato, molto semplice da preparare: pochi ingredienti e realizzerai una ricetta saporita e delicata al tempo stesso, da proporre per un’occasione importante e durante le festività natalizie.
Una gustosa salsa accompagnerà questa carne tenera e succosa, in una ricetta dal successo garantito. Puoi scegliere di prepararla sia in tegame che al forno, nella preparazione ti spiegherò entrambe le cotture!

Curiosità:
Arista o lonza?  Cerchiamo di fare un po’ di chiarezza in merito. Sono entrambe parti “nobili” del suino; l’arista o carrè viene cotta arrosto e di solito con tutte le ossa, ha una parte di grasso che permette alla carne di restare un pochino più morbida. La lonza invece è il filetto magrissimo, indicato per cotture in umido proprio per cercare di mantenere morbida la carne. Spesso nei supermercati, accade però di trovare l’arista disossata, come questa che ho utilizzato per la ricetta, praticamente si tratta del filetto al quale però è stata lasciata una parte grassa in superficie, restando comunque magra all’interno, utilizza spesso anche per le ricette che prevedono una farcitura, come per esempio l’arista alle mele (clicca QUI per la ricetta) o l’arista agli agrumi (clicca QUI per la ricetta.)

Arista all'arancia
  • DifficoltàBassa
  • CostoEconomico
  • Tempo di preparazione10 Minuti
  • Tempo di riposo3 Ore
  • Tempo di cottura45 Minuti
  • Porzioni4 persone
  • CucinaItaliana

Ingredienti

ARISTA ALL’ARANCIA
  • 1.200 kgArista di maiale disossata (oppure lonza)
  • 80 gBurro
  • q.b.Sale fino
  • q.b.Pepe nero
  • 1 filoOlio extravergine d’oliva (solo per la cottura in forno)
  • 150 mlVino bianco secco (solo per la cottura in tegame)

Per la marinatura

  • 5Arance bionde (grandi)
  • 100 mlVino bianco secco
  • 1 spicchioAglio
  • 3 foglieAlloro
  • 1 ramettoRosmarino

Per la salsa

  • Marinatura filtrata
  • 1 cucchiainoAmido di mais (maizena) (piccolo e raso)
  • Acqua (una tazzina da caffè)

Per la decorazione

  • Fette di arancia
  • q.b.Pepe rosa in grani
  • q.b.Pepe nero in grani

COTTURA IN TEGAME ARISTA ALL’ARANCIA

  1. Inizia con lo spremere il succo delle arance, quindi versalo in una pirofila insieme ai 100 ml di vino bianco.

    Sala e pepa l’arista massaggiandola da tutte le parti, in modo da far penetrare per bene il condimento, dopodiché mettila a marinare nella pirofila, aggiungendo anche uno spicchio d’aglio diviso a metà, le foglie di alloro e il rametto di rosmarino. Copri con la pellicola trasparente e riponi in frigorifero per 3-4 ore, girando l’arista sull’altro lato ogni ora. 

  2. Trascorso il tempo, prendi un tegame antiaderente e sciogli al suo interno il burro, quindi scola l’arista dalla marinatura e falla rosolare per bene su ambo i lati, a fiamma vivace. Non buttare assolutamente il succo della marinatura: ti servirà sia per la cottura che per la salsa.

  3. Una volta rosolata, sfuma con il vino bianco, abbassa la fiamma e lascia evaporare fino a che non sentirai più il suo odore, quindi unisci due mestoli scarsi di marinatura, copri e lascia cuocere a fiamma bassa per circa 45 minuti. Ogni tanto con un cucchiaio, raccogli l’intingolo e irrora l’arista sulla superficie, girandola ogni venti minuti.

  4. Una volta terminata la cottura, prendi l’arista e riponila su un piatto, quindi, facendo attenzione a non scottarti, avvolgila subito nella carta stagnola (di alluminio) in modo da preservarne la morbidezza.

  5. Occupati della marinatura: filtra il succo con un colino, unisci una tazzina d’acqua a temperatura ambiente e versa il tutto in una casseruola, portando a bollore a fuoco medio basso.

    Appena l’intingolo sobolle, unisci il cucchiaino di maizena setacciato, un po’ alla volta, mescolando velocemente con una frusta in modo da non formare grumi. La maizena ti aiuterà a far addensare la tua salsa senza doverla ridurre eccessivamente, inoltre, a differenza della farina, non ne altererà il sapore.

  6. Appena la salsa sarà leggermente addensata (non esagerare), spegni e versala in una apposita salsiera.

    Scarta l’arista, sistemala sopra un tagliere e affettala a fettine non troppo spesse, con un coltello ben affilato a lama liscia. Disponi le fette in un piatto da portata, cola un pochino di salsa sopra, decora con qualche granello di pepe rosa e nero, qualche fettina di arancia, e servi in tavola con la salsiera, per chi volesse aggiungere altra salsa nel proprio piatto.

COTTURA IN FORNO ARISTA ALL’ARANCIA

  1. Il procedimento è identico alla cottura nel tegame solo fino alla rosolatura dell’arista con il burro. Una volta rosolata per bene da ambo i lati, adagia l’arista all’interno di una teglia da forno, versa sulla superficie un filo d’olio extra vergine e irrorala con due mestoli di marinatura filtrata, quindi infornala a forno preriscaldato statico, a 180° C per 45 minuti circa.

  2. Durante la cottura dell’arista all’arancia, ogni tanto apri il forno e raccogli con un cucchiaio un po’ di marinatura, irrorandola in superficie, in modo da mantenerla morbida. A metà cottura girala dall’altro lato.
    Quando l’arista all’arancia sarà cotta, lasciala intiepidire avvolgendola all’interno di un foglio di alluminio, in questo modo si manterrà morbida, dopodichè affettala e servila con la salsa che avrai nel frattempo ridotto, come spiegato sopra nel procedimento della cottura in tegame.

    Decorala con granelli di pepe rosa e nero, e fettine di arancia.

Consigli:

Puoi conservare l’arista all’arancia in un contenitore a chiusura ermetica, in frigorifero. Stessa cosa per la salsa, che potrai scaldare anche al microonde.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.