Crea sito

Frittelle ai peperoni

Frittelle ai peperoni: soffici, profumate e saporite, queste frittelle sono delle vere e proprie nuvolette che si sciolgono in bocca! Una pastella gonfia e leggera senza uova, arricchita con parmigiano e prezzemolo, rendono le frittelle ai peperoni ancora più gustose. Perfette come aperitivo o per una cenetta stuzzicante con gli amici, sono velocissime da preparare e farai un gran successo, garantito!

Prepara anche le FRITTELLE DI CIPOLLA, ricetta QUI!

Frittelle ai peperoni
  • DifficoltàMolto facile
  • CostoMolto economico
  • Tempo di preparazione15 Minuti
  • Tempo di cottura10 Minuti
  • Porzionicirca 12 frittelle
  • Metodo di cotturaFrittura
  • CucinaItaliana

Ingredienti per circa 12 frittelle ai peperoni

Per la cottura del peperone
  • peperone rosso (uno medio grande)
  • olio extravergine d’oliva (un filo)
  • sale fino (un pizzico)

Per la pastella

  • 200 gacqua frizzante fredda (circa)
  • 200 gfarina 00
  • sale fino (un pizzicotto)
  • pepe nero (una spolverata)
  • zucchero (un cucchiaino)
  • 2 cucchiaiparmigiano grattugiato
  • 2 ciuffiprezzemolo fresco
  • lievito istantaneo per preparazioni salate (un cucchiaino)

Per la frittura

  • 1 lolio di arachide

Utensili

  • padella piccola
  • coltello
  • scodella
  • casseruola
  • schiumarola
  • carta assorbente

Come preparare le frittelle ai peperoni

  1. Per prima cosa insaporisci il peperone, così da far venire le frittelle ancora più gustose. Lavalo, asciugalo e privalo del picciolo, dividilo a metà nel senso della lunghezza ed elimina i semi con i filamenti bianchi. Ora che il peperone è ben pulito, affettalo a dadini piccoli, e fallo cuocere in padella con un filo d’olio extra vergine e un pizzicotto di sale. Non farlo diventare troppo morbido e sfatto, e nemmeno farlo restare troppo croccante, il giusto!

    Spegni e lascia da parte.

  2. Prepara la pastella: versa la farina 00 in una scodella capiente, aggiungi un cucchiaino di zucchero, un pizzicotto di sale fino e il lievito in polvere per salati, mescola e inizia a versare a filo l’acqua frizzante freddissima di frigorifero, che aiuterà la lievitazione ottenendo una frittura meravigliosa. Man mano che unisci l’acqua frizzante mescola con una forchetta o una frusta a mano, considera che deve venire una pastella cremosa e non liquida. Versa l’acqua poco alla volta anche se le dosi che ti ho dato sono giuste, da farina a farina potrebbe cambiare il grado di assorbimento, e poi versandola lentamente eviterai i grumi.

  3. Una volta ottenuta una pastella cremosa, unisci il parmigiano grattugiato, il pepe nero e mescola bene, dopodichè aggiungi anche il prezzemolo tagliato fino e il peperone cotto a cubetti. Mescola il tutto.

  4. Versa l’olio di arachide in una casseruola stretta dai bordi alti, l’olio per la frittura deve sempre essere profondo. A tal proposito, leggi le regole per una frittura perfetta QUI.

  5. Appena l’olio sarà ben caldo (immergi la punta di uno stecchino per verificare se frigge), immergi le frittelle prendendo semplicemente l’impasto con un cucchiaio e versandolo nell’olio. Aiutati con due cucchiai: con uno prendi l’impasto e con l’altro lo fai scivolare giù nell’olio, vedrai come si gonfieranno subito in pochi secondi!

  6. Non mettere troppe frittelle insieme a friggere, altrimenti si abbassa la temperatura dell’olio e il fritto come si suol dire…viene moscio!

  7. Appena le frittelle ai peperoni prendono colore diventando dorate, scolale su carta assorbente e continua a friggere le altre, terminando tutta la pastella.

    Mi raccomando di non coprire mai le frittelle già fatte, altrimenti crei la cappa di vapore e indovina? Il fritto si ammoscia …

  8. Servi subito le tue frittelle ai peperoni ben calde, magari con una bella birra fresca!

Consigli

Puoi sostituire il prezzemolo con l’erba cipollina o il basilico, e per una versione ancora più golosa unisci dei cubetti di formaggio dolce da tavola.

Se usi la farina di semola di grando duro, questa assorbe più acqua, quindi ricordati di versarla sempre a filo e non tutta insieme, in modo da valutare man mano la giusta consistenza.

5,0 / 5
Grazie per aver votato!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.