Zuppa di farro e lenticchie con patate

Ieri sera ho cucinato una zuppa di farro e lenticchie, con aggiunta di patate.
Mmmm… quasi quasi non aggiungo altro per descriverla, il titolo dice già tutto! 😀

È una zuppa di farro e lenticchie molto classica, basica direi. Con il tradizionale soffritto di sedano, carota e cipolla (ma con pochissimo olio). Il rosmarino. E le patate. E basta, fine delle spiegazioni. 😀

zuppa di farro e lenticchie con patate

Vabbe’ dai, sebbene sia una ricetta davvero semplice, un paio di spiegazioni ve le do lo stesso 🙂

Contrariamente alle altre zuppe presenti qui nel blog (di cicerchie e di soia verde) e contrariamente a quanto ho fatto per le lenticchie al pomodoro, per questa zuppa di farro e lenticchie si può procedere senza ammolli: non delle lenticchie, né del farro.

In genere le lenticchie sono decorticate ed esistono anche varietà a buccia sottile che non richiedono ammollo, mentre per le lenticchie a buccia spessa l’ammollo è necessario. Di solito questa informazione è indicata sulla confezione o, perlomeno da quanto ho potuto appurare nella mia esperienza, sulle confezioni viene indicato il “senza ammollo”. Poi può accadere, come è accaduto a me in passato, che sulla confezione non ci sia scritto nulla, e allora in questo caso è meglio procedere con l’ammollo (minimo un paio d’ore).

Riguardo al farro, ho avuto modo di leggere ricette in cui l’ammollo era indicato ma devo dire che sulle confezioni di farro che ho comprato io nel tempo, pur variando i marchi, non mi è mai capitato di trovare istruzioni in tal senso, solo quella di lavarlo.

In ogni caso il lavaggio è sempre necessario, sia per i legumi che per i cereali, per eliminare le eventuali scorie ed impurità.

Bene, io sono pronta per passare alla ricetta, e voi? 🙂

Zuppa di farro e lenticchie con patate

Ingredienti per 4 persone
180 g lenticchie verdi
150 g farro perlato
1 carota
1 cipolla
2 gambi di sedano
3-4 cucchiai di passata di pomodoro
2 patate grandi
1 spicchio d’aglio
1 rametto di rosmarino
1 cucchiaio di olio extravergine (+ q.b. a crudo nei piatti)
1,5 l brodo vegetale
pepe
parmigiano grattugiato (facoltativo)

Procedimento
Lavare le lenticchie ed eliminare le eventuali lenticchie galleggianti.

Lavare il farro e scolarlo.

Tritare carota, cipolla e sedano e farli appassire brevemente con l’olio e il rosmarino in una casseruola.

Versare il farro e le lenticchie e far insaporire per qualche minuto rigirando con un cucchiaio.

zuppa di farro e lenticchie

Bagnare con del brodo vegetale (oppure acqua) fino a ricoprire.

Aggiungere la passata di pomodoro.

Far cuocere a coperchio chiuso per 15 minuti a fuoco basso dopodiché aggiungere le patate pelate e tagliate a pezzetti.

zuppa di farro e lenticchie con patate

Aggiungere altro brodo vegetale.

Proseguire la cottura fino a cottura delle patate e di tutta la zuppa (altri 10-15 minuti).

Il tempo di cottura può variare secondo la varietà delle lenticchie usate, il farro che ho usato io ha un tempo di cottura indicato sulla confezione di 20 minuti, ma di solito per il nostro gusto ha bisogno di almeno 5 minuti in più. Nel dubbio che farro e lenticchie non cuociano nello stesso tempo potete optare per la cottura separata per poi unirli durante gli ultimi minuti di cottura.

Tenere in caldo del brodo vegetale per aggiungerlo al bisogno.

Per la quantità di brodo vegetale vi ho indicato 1,5 litri che mi sembra più o meno la quantità che ho usato ma onestamente non ho appurato con precisione quanto ne ho utilizzato in totale, avendolo aggiunto durante la cottura.

Preparare un battuto di aglio e rosmarino e a cottura ultimata aggiungerlo alla zuppa e mescolare.

Impiattare aggiungendo su ogni piatto un giro d’olio a crudo, una spolverata di pepe e un cucchiaio di parmigiano (facoltativo).

Buon appetito! 😀

zuppa di farro e lenticchie con patate

Senza saleSuggerimenti per insaporire senza sale: oltre ai già citati parmigiano (o altro formaggio da grattugia) e aglio+rosmarino aggiunti a fine cottura:
– sostituzione del pepe con peperoncino
– aggiunta di maggior quantità di erbe aromatiche, come salvia e timo
– aggiunta di spezie, ad esempio un pizzico di curcuma o un paio di chiodi di garofano
– preferire una consistenza della zuppa non troppo liquida.

Se sei interessato a ridurre o eliminare il sale, ricorda sempre di:

  • Diminuire il sale gradualmente, il palato deve abituarsi pian piano e non deve accorgersi della progressiva riduzione.
  • Utilizzare le spezie. Peperoncino, pepe, curry, noce moscata, cannella, chiodi di garofano, cumino…
  • Utilizzare le erbe aromatiche. Basilico, prezzemolo, origano, timo, salvia, maggiorana, rosmarino, menta…
  • Utilizzare i semi. Sesamo, pinoli, mandorle, noci…
  • Utilizzare ortaggi piccanti o frutta. Aglio, cipolla, limone, arancia…
  • Utilizzare il mio granulare vegetale senza sale
  • Preferire i cibi freschi.
  • Evitare le cotture in acqua, preferire cotture che non disperdano i sapori (piastra, cartoccio, vapore, microonde)
  • Evitare di portare in tavola la saliera!
  • Concedersi a volte uno strappo alla regola. Fa bene all’umore e aiuta a perseverare.

Se non vuoi, o non puoi, rinunciare al sale:

  • Puoi provare ugualmente le mie ricette salando secondo le tue abitudini. 🙂

Vi aspetto sulla pagina Facebook!

e su Pinterest !

Precedente Crackers sottili e croccanti (con licoli) Successivo Cuocere la zucca nel microonde

Lascia un commento

*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.