Crea sito

Gnocchi di patate fatti in casa al ragù

A Roma si dice “giovedì gnocchi”, ma in realtà nella mia famiglia gli gnocchi si sono sempre preparati la domenica, quando eravamo tutti riuniti. Le mani sapienti e rugose della mia cara nonna Rosa Gina, ci deliziavano spesso nei pranzi di famiglia, in cui al mattino lei impastava gli gnocchi e mia mamma preparava il sugo di carne ed era subito una gran festa! Il tempo però passa inesorabile per tutti…la mia cara nonna è sempre con noi nel nostro cuore, insieme a profumi e ricordi dolcissimi, ed ogni volta in cui mi capita di preparare gli gnocchi per mio marito e mia figlia, il mio cuore si stringe lasciandosi trasportare dai ricordi. Tra i tanti, uno bellissimo fu quando all’età di 15 anni (28 anni fa…come sono vecchia) insieme alla mia migliore amica Isabella, passammo l’intera mattinata a casa sua per farci insegnare questo piatto succulento. Naturalmente fummo bravissime avendo un’insegnante d’eccezione e i nostri amici si leccarono i baffi!

Negli anni ho modificato la ricetta aggiungendo un uovo, mentre mia nonna non lo metteva, provate entrambe le versioni e scegliete la vostra preferita!

Gnocchi di patate al ragù di carne
  • Preparazione: 60 Minuti
  • Cottura: 5 Minuti
  • Difficoltà: Medio
  • Porzioni: 4 / 5
  • Costo: Medio

Ingredienti

Per l'impasto degli gnocchi

  • 1 kg Patate (pasta gialla o rosse)
  • 300 g Farina 00
  • 1 Uova
  • 1 pizzico Sale fino

Per il ragù di carne

Preparazione

  1. Come preparare il ragù:

    Affetta finemente una cipolla e mettila a soffriggere a fuoco dolce in una casseruola con un filo generoso di olio extra vergine, quindi unisci la carne macinata, amalgamando tutto per farla insaporire e spezzentandola con la punta di un cucchiaio di legno. Aggiusta di sale e quando sarà ben rosolata sfuma con il vino bianco alzando un pochino la fiamma. Quando il vino sarà evaporato e l’intingolo un po’ ritirato, unisci il concentrato. Mescola con cura, aggiungi mezzo bicchiere di acqua, riabbassa la fiamma al minimo, copri e fai cuocere per pochi minuti, mescolando di tanto in tanto. Ora unisci i pelati, aggiusta ancora di sale (assaggia) e finisci di cuocere per altri 25 minuti circa, quindi spegni e lascia riposare.

     

  2. Come preparare gli gnocchi di patate:

    Lava con cura le patate, mettile in un tegame di acqua fredda sul fuoco e da quando raggiunge il bollore conta 30 minuti circa. Trascorso il tempo (per sicurezza pizzica le patate con una forchetta, per controllare che siano morbide e quindi pronte) scolale in un colapasta e appena saranno tiepide spellale subito sistemandole in una scodella.

    Prendi uno schiacciapatate e inizia a passarle al suo interno spremendole bene dentro un’altra scodella. Ripeti l’operazione una seconda volta, in modo da schiacciare bene anche dei pezzi più grossolani che magari sono sfuggiti la prima volta.

    Sistemati sopra una spianatoia o un tavolo da lavoro, setaccia la farina al centro della tavola, metti le patate sopra, forma un buco e versa l’uovo leggermente sbattuto con un pizzico di sale, impasta velocemente, quel tanto che basta a raccogliere tutto, ottenendo un impasto soffice. Spolvera una parte del tavolo di farina, e metti lì l’impasto. Staccane un pezzo per volta con un coltello e forma dei cordoni lunghi e spessi 2 o 3 cm, quindi sempre con un coltello o con un tarocco, taglia gli gnocchi di circa un cm  (dipende anche da come ti piacciono, se piccoli, medi o grandi).  Una volta ottenuti gli gnocchi, arrotolali delicatamente e velocemente per dare la classica forma allungata, o se ti piacciono rigati usa l’apposita tavoletta di legno. Man mano che li fai spolverali di farina per non farli attaccare, e continua.

  3. Gnocchi di patate al ragù di carne

    Una volta ottenuti tutti, falli riposare per circa venti minuti. Metti a bollire l’acqua in una casseruola alta, appena bolle inizia a tuffare gli gnocchi, mi raccomando POCHI per volta (un piatto circa), in questo modo non si attaccheranno tra loro. Mano mano che scoli gli gnocchi (usa una schiumarola) trasferiscili direttamente in una insalatiera e condisci. Gli gnocchi tornano a galla velocemente, quello è l’esatto momento in cui dovrai scolarli, RIGOROSAMENTE con una schiumarola, la paletta tonda forata per capirci, in modo da non rovinarli e poterli scolare man mano che li tuffi.

    Una volta scolati e conditi tutti, spolvera con abbondante formaggio a pasta dura grattugiato e porta in tavola i tuoi gnocchi di patate al ragù!

     

Note

Consiglio della Nonna: per una perfetta riuscita degli gnocchi, fondamentale è la scelta delle patate, quelle “vecchie” gialle, oppure quelle rosse. L’impasto non va assolutamente lavorato troppo, ma quel che basta a raccoglierlo formando una palla soffice, altrimenti si rischia di far venire gli gnocchi troppo duri.

5,0 / 5
Grazie per aver votato!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.