Gnocchi di semola rimacinata

Gnocchi di semola rimacinata all’acqua cotta: una ricetta della mia cara collega blogger Marisa, anzi, una vera scoperta! E da quel momento vi assicuro, farli in casa per me è diventata routine. Pochissimi minuti per ottenere un impasto morbido, digeribile, senza uova e favoloso, potrete condire i vostri gnocchetti come più vi piace! Unica accortezza FONDAMENTALE è la proporzione tra acqua e farina, ovvero: se usate 300 g di farina dovrete mettere 300 ml di acqua, oppure un kg di farina un litro di acqua, insomma, stessa quantità d’acqua per stesso peso di farina. Provateli e ne rimarrete entusiasti 😉 

 

Gnocchi di semola rimacinata
Gnocchi di semola rimacinata

 

Gnocchi di semola rimacinata

Ricetta

Ingredienti per 4 / 5 persone

  • Farina di semola rimacinata di grano duro, 500 g 
  • Acqua, 500 ml
  • Sale fino, un pizzicotto
  • Altra farina di semola per spolverare il piano da lavoro e i cordoni di impasto (120 g circa)

Preparazione

  • Mettete a bollire l’acqua in una casseruola bassa e larga con un pizzicotto di sale fino, appena inizieranno a vedersi le prime bolle, tuffate la farina e mescolate velocemente con un mestolo di legno, scansando la pentola dal fornello. 
  • Appena la farina avrà assorbito l’acqua, formando dei grandi fiocchi, rovesciate l’impasto bollente sul tavolo da lavoro, sarà ovviamente composto da grandi bricioloni, che starà a voi compattare, iniziando ad impastare. Fate intiepidire un pochino prima, ma non troppo! Questa è l’unica “fatica” richiesta: scottarsi le mani 😀 magari aiutatevi con dei guanti usa e getta, ma vi assicuro che se farete delicatamente e un po’ alla volta, non ci sarà molto da soffrire! Dopo pochissimi minuti avrete già ottenuto un impasto morbido e liscio, formate la palla o un panetto, spolverate di farina il tavolo e iniziate a preparare gli gnocchi.
  • Sistemate accanto a voi un grande vassoio coperto da un canovaccio, spolverato di farina anch’esso (vi consiglio di tenere il sacchetto di farina a portata di mano), quindi tagliate l’impasto a fette spesse circa 2 cm, e stendetele a formare un cordone, spolveratelo di farina e con un coltello a lama liscia (o un tarocco), tagliate i vostri gnocchi. 

 

 

Gnocchi di semola rimacinata
Gnocchi di semola rimacinata

 

  • Man mano che preparate gli gnocchi, adagiateli sopra il canovaccio sul vassoio, una volta terminato il primo strato, spolverateli per bene di farina, adagiate un’altro canovaccio, spolveratelo di farina e proseguite. 
  • Una volta terminato, fate riposare gli gnocchi per mezz’ora prima di cuocerli, quindi tuffateli nell’acqua bollente salata. Ricordatevi che come per tutta la pasta fresca, saranno cotti quando inizieranno a venire a galla. Scolateli man mano che tornano su, con una schiumarola, trasferendoli nella scodella dove poi unirete il vostro condimento.
  • Se desiderate cuocerli il giorno dopo, riponeteli in un luogo fresco e asciutto sul vassoio così coperti, oppure potete decidere di congelarli negli appositi sacchetti. Buon appetito!

 

Segui tutte le novità del blog anche sulla pagina facebook Noce Moscata©

Articolo e Foto: Copyright ©  All Rights Reserved Noce Moscata©

 

Precedente Pollo con anacardi in salsa di soia Successivo Biscotti piemontesi Krumiri fatti in casa

4 commenti su “Gnocchi di semola rimacinata

    • nocemoscata il said:

      Ciao Roberta! Dunque, come saprai, dalla macinazione del grano tenero si ottiene la farina bianca, mentre dalla macinazione del grano duro si ottiene la semola integrale, la semola e la semola rimacinata. La semola rimacinata di grano duro è ottenuta con un passaggio in più in fase di molitura, è di granulosità più sottile, dal colore più chiaro rispetto alla semola classica. Spero di esserti stata utile 🙂 Sul pacco di farina è specificato se è rimacinata o non.

  1. Veronica il said:

    Ciao, purtroppo anche seguendo la ricetta alla lettera, sono venuti troppo molli e durante la cottura si sono sbriciolati, dopo un paio di minuti .

    • nocemoscata il said:

      Ciao Veronica, questa è una ricetta davvero molto collaudata, la faccio almeno una volta a settimana ed è stata ripetuta da molte persone. Cerchiamo di trovare insieme l’errore, probabilmente hai saltato un passaggio e non te ne sei accorta. Inoltre se fossero venuti troppo molli, non sarebbero sbriciolati, forse quindi sono venuti troppo secchi? Impastare perfettamente è importante. Ti faccio una serie di domande per capire.
      Hai usato la farina di semola rimacinata di grano duro?
      Hai rispettato le proporzioni tra acqua e farina?
      Hai versato la farina nell’ acqua che bolliva, mescolando subito a fuoco spento?
      Hai impastato subito il composto anche se era bollente, fino a renderlo ben morbido, liscio e compatto?
      Hai fatto riposare gli gnocchi per almeno mezz’ora, prima di cuocerli? Inoltre una volta che l’acqua bolle e versi gli gnocchi, questi tornano subito a galla per essere scolati, un paio di minuti è tanto.
      Fammi sapere 🙂

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.