Anelli di calamaro al pangrattato e limone

I bagordi delle feste sono quasi finiti e con essi il bisogno di tornare a una cucina più leggera, senza necessariamente rinunciare al gusto! Gioca con le spezie e gli odori e ogni piatto sarà speciale, come questi Anelli di calamaro al pangrattato e limone gratinati in forno, teneri e croccanti al punto giusto, una vera squisitezza. Ho aggiunto un tocco in più: un pizzico di semi d’anice, spesso li uso, conferiscono ai piatti di pesce un gusto eccezionale, soprattutto con la cottura al forno, provaci e sentirai che profumo!

Anelli di calamaro al pangrattato e limone
  • Difficoltà:
    Bassa
  • Preparazione:
    20 minuti
  • Cottura:
    15 / 20 minuti
  • Porzioni:
    4 persone
  • Costo:
    Medio

Ingredienti

  • Calamari 1 kg
  • limone 1
  • Pangrattato 200 g
  • Prezzemolo 100 g
  • Olio extravergine d’oliva q.b.
  • Sale fino 3 pizzichi
  • Semi di anice 1 pizzico

Preparazione

  1. Anelli di calamaro al pangrattato e limone
    • Chiedi alla tua pescheria di fiducia di pulire i calamari, altrimenti se preferisci farlo tu, procedi in questo modo: lava il calamaro sotto l’acqua corrente, quindi tira via la testa dal corpo con delicatezza (tienila da parte) e sfila la penna di cartilagine trasparente all’interno insieme alle interiora, sciacqua bene sotto l’acqua, incidi con un coltellino la carne in modo da creare un piccolo lembo da quale tirare via la pelle, in modo da scoprire la carne bianca. Riprendi la testa, taglia via i tentacoli ed estrai occhi e dente centrale, semplicemente tagliandoli con le forbici. Sciacqua di nuovo e asciuga bene tamponando tutte le parti.
    • Ora sistemati su un tagliere e taglia via le ali del mantello facendole a striscioline, taglia anche i tentacolini e infine il corpo, affettandolo ricavandone gli anelli. Non tagliare gli anelli troppo sottili, altrimenti si seccano, falli “cicciottelli” tagliandoli dello spessore di un centimetro (non di più).
    • Scalda il forno a 190°C
    • Sistema tutto dentro una scodella capiente e condisci con due pizzichi di sale e un filo di olio extra vergine, mescola e aggiungi il succo del limone. Lascia riposare e nel mentre trita a coltello il prezzemolo, dopodichè uniscilo nella scodella insieme al pangrattato e amalgama tutto, fino ad impanare per bene ogni anello e parte di calamaro.
    • Fodera una leccarda con della carta forno, ungila con un filo d’olio e disponi sopra tutti gli anelli, striscioline e tentacolini impanati, quindi spolvera con un’altro pizzico di sale, una leggera spolverata di semi d’anice e concludi con un’altro filo d’olio.
    • Inforna a 160°C forno ventilato per 15 / 20 minuti, oppure a forno statico a 190°C per 25 / 30 minuti al massimo, il calamaro non deve cuocere molto, altrimenti rischi di farlo diventare gommoso! Gli ultimi minuti metti in modalità grill in modo da farlo gratinare e ben dorare, quindi sforna e gusta!

Note

Puoi impreziosire questo piatto con la spezia che preferisci, io ho unito dei semini di anice, ma puoi provare ad aggiungere del Curry oppure della Paprika dolce. Se invece preferisci lasciarlo semplice, puoi aggiungere mezzo spicchio di aglio sminuzzato, al trito di prezzemolo.

 
Precedente Come fare i cannoli di sfoglia Successivo Ricette con gli Gnocchi

Lascia un commento

*