Seitan al pepe verde – ricetta vegan

Il seitan al pepe verde è un secondo gustosissimo. Anche se non siete vegetariani o vegani vi invito a non essere diffidenti nei confronti del seitan, perché è un alimento di nuova generazione che merita di essere provato. Piace anche ai miei figli, e “con questo ho detto tutto” (citazione 🙂 ).

seitan al pepe verde

Per chi non lo sapesse ancora, il seitan è un alimento proteico derivato dal glutine, cioè la parte proteica, della farina di grano tenero (ma anche di altri cereali). Viene utilizzato nella cucina vegetariana e vegana come sostituto della carne. Si trova nei negozi di alimenti naturali o bio, ma ultimamente anche in tutti i supermercati, sia in versione al naturale sia cotto alla piastra.
Il seitan si può anche autoprodurre e vi assicuro che è già da parecchio tempo che medito di farlo, sono certa non sia così difficile come può sembrare, e lo dico a ragion veduta perché mi successe la stessa cosa con i germogli: quando li ho prodotti da sola mi sono resa conto di quanto facile fosse e che il timore di non riuscirci era veramente infondato. 🙂

Per questa ricetta, che ho fatto in varie occasioni in passato, inizialmente ero andata “a naso”, mutuandola dalla ricetta del famoso filetto, che non ho mai fatto in casa ma che qualche volta ho mangiato in giro per ristoranti.
Per il mio seitan al pepe verde finora ho sempre improvvisato gli ingredienti e devo dire che ho sempre ottenuto dei buoni risultati.
Poi però l’altro giorno ho comprato un barattolo di pepe rosa e mi sono soffermata a leggere il mini-librettino pieghevole attaccato sul tappo, che non ricordo proprio ci fosse quando ho comprato il pepe verde, mah.
Ma comunque, questo mini-pieghevole fornisce delle ricettine niente male, sia con il pepe rosa che con il pepe verde, e così, leggendo la (ovviamente presente) ricetta del filetto al pepe verde, ho scoperto che una puntina di senape poteva dare quel tocco in più, e ho scoperto che anziché il rum, usato da me in precedenza, si può usare il brandy. E così è venuta fuori questa ricetta di oggi.

Ragazzi, provate un po’ anche voi! con o senza senape, con brandy o rum, e poi ditemi le vostre impressioni. 🙂

Ed ora la ricetta:

Seitan al pepe verde

Ingredienti per 2 persone
2 fette di seitan alla piastra
1 cucchiaino di pepe verde
pochissima cipolla
2 cucchiai di brandy o rum
1 giro d’olio
1 cucchiaino (anche meno) di senape
5-6 cucchiai di panna di soia
prezzemolo per decorare (facoltativo)

Procedimento:
Tagliare il seitan a fette sottili.

Farlo rosolare in padella a fuoco vivace con pochissima cipolla tritata, un giro d’olio e il pepe verde. Qualche grano di pepe andrebbe schiacciato, ma vi dico la sincera verità, io ci sono riuscita solo con due, gli altri sgusciavano via, o saltavano, e mi sono stancata subito di provarci 🙄 . Ehhh, che pazienza che vuole a cucinare! eh eh eh

Aggiungere il rum (oppure il brandy) e far evaporare.

Aggiungere la senape. Mescolare, far andare ancora un minuto e per ultima aggiungere la panna di soia.

Dopo l’aggiunta della panna di soia spegnere il fuoco e servire subito.
Io non sono molto esperta di panna di soia perché la uso, sì, ma non spessissimo, però quello che ho imparato usandola è che si asciuga molto in fretta. Infatti non vi dico che fatica ho fatto per fare le foto!! Impiattare e fotografare al volo prima che la panna perdesse il colore bianco… fiuu! che fatica! Non volevo correre il rischio che qualcuno mi chiedesse “be’, la panna era negli ingredienti ma qui dov’è?”… 😆

Spero davvero che queste foto vi diano l’idea di quanto è buono questo seitan al pepe verde! Perlomeno secondo noi 😉

seitan al pepe verde

Il seitan al pepe verde e panna di soia va servito subito e mangiato ben caldo, vi assicuro che è una bontà. L’avevo già detto che è una bontà? e be’, ripeterlo non nuoce 😉 😀

Buon Appetito!!

Senza salePrima di passare ai miei consigli senza sale vi ricordo che il pepe verde, essendo in salamoia, sarebbe bene sciacquarlo con acqua prima di utilizzarlo, e vi ricordo anche che il seitan viene insaporito alla produzione con la salsa di soia, notoriamente ricca di sale. Tenetene conto se state seguendo una dieta iposodica. 🙂

Se sei interessato a ridurre o eliminare il sale, ricorda sempre di:

  • Diminuire il sale gradualmente, il palato deve abituarsi pian piano e non deve accorgersi della progressiva riduzione.
  • Utilizzare le spezie. Peperoncino, pepe, curry, noce moscata, cannella, chiodi di garofano, cumino…
  • Utilizzare le erbe aromatiche. Basilico, prezzemolo, origano, timo, salvia, maggiorana, rosmarino, menta…
  • Utilizzare i semi. Sesamo, pinoli, mandorle, noci…
  • Utilizzare ortaggi piccanti o frutta. Aglio, cipolla, limone, arancia…
  • Preferire i cibi freschi.
  • Evitare di portare in tavola la saliera!
  • Concedersi a volte uno strappo alla regola. Fa bene all’umore e aiuta a perseverare.

Se non vuoi, o non puoi, rinunciare al sale:

  • Puoi provare ugualmente le mie ricette salando secondo le tue abitudini. 🙂

 

Avete visitato la mia fanpage? E’ qui!

Precedente Focaccine con verdure e wurstel Successivo Ragu di carne (quasi) della mamma

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.