Pesto di ratatouille

Buongiorno!! Oggi vi presento il mio pesto di ratatouille 🙂
Una ricetta veloce, sana, vegana, antispreco e dal sapore inconfondibilmente mediterraneo.
Un semplice pesto mediterraneo, fatto con verdure, pinoli, olio, aglio e nulla più.
Che è una vera e propria ricetta del riciclo, assemblata lì per lì un attimo dopo aver finito di cucinare la ratatouille, di cui vi ho parlato qualche giorno fa.
Un pesto che ho chiamato pesto perché l’ho arricchito di pinoli e aglio e perché l’ho usato per condirci la pasta. Ma che potremmo anche chiamare crema, o paté, perché si può tranquillamente usare come salsa per tartine o crostini, è un paté di verdure cremoso ottimo da spalmare sul pane!

Decidete voi come volete usarlo, il mio pesto di ratatouille 😉

pesto di ratatouille

Non vi darò le quantità precise degli ingredienti, perché non ho potuto, né voluto, pesarli. In fondo si trattava di ingredienti avanzati, e in questi casi si usa la quantità che c’è.
Erano, come vi ho anticipato prima della foto, le verdure e la purea di patate e peperoni che mi erano avanzate dopo aver realizzato la ratatouille di Ratatouille, una ricetta che proprio per la sua tipologia (cioè, essendo fatta per emulare una ben precisa ricetta) necessita di una ben precisa quantità di verdure. Perciò le verdure eventualmente preparate in più… rimangono lì, necessariamente.
Sì perché, in realtà quando si cucina si fa così, no? Si preparano sempre un po’ di cose in più, no? Voi non lo fate? Io faccio così: se per la ricetta serve solo mezza zucchina, o mezza melanzana, io la cuocio tutta intera la zucchina, e cuocio intera la melanzana. A me sembra ovvio fare così, ecco.

Ecco perché poi mi ritrovo con gli ingredienti giusti, adatti all’invenzione lì per lì di un sugo, una crema, un paté, o un pesto di ratatouille 😀

Ah, prima di passare alla ricetta è doveroso dire che chi non avesse cucinato la ratatouille, e volesse replicare questo pesto partendo dalla cottura delle verdure “di proposito”… può farlo tranquillamente! vedi nota (*)

Pesto di ratatouille

Ingredienti
melanzane grigliate, oppure saltate in padella
zucchine grigliate, oppure lessate
pomodori maturi (crudi)
purea di patate e peperoni, oppure di sole patate (*)
pinoli
aglio
pepe o peperoncino
origano o altre erbe aromatiche a piacere
olio extravergine d’oliva
capperi (facoltativi)

Procedimento
Mettere tutte le verdure più l’aglio (io uno spicchio) più i pinoli (io un cucchiaio abbondante) nel bicchiere del frullatore. Aggiungere un giro d’olio.

pesto di ratatouille - ingredienti

Azionare il frullatore e frullare, aggiungendo olio secondo la consistenza che si vuole ottenere.

Aggiungere anche, regolando la quantità in base alla quantità delle verdure usate (io un paio di cucchiai colmi), la purea di patate e peperoni: renderà questo pesto mediterraneo più cremoso (vedi anche (*) ).

Vi ho indicato come facoltativi i capperi perché io non li ho usati (ne ero sprovvista) ma sia io che mio marito abbiamo convenuto che sarebbero stati adatti a questo misto di sapori mediterranei. Li aggiungerò la prossima volta 😉

Al momento di condire la pasta aggiustare d’olio, se lo si ritiene necessario, e insaporire con l’origano, o prezzemolo, o basilico. Infine pepare. Una spolverata di pepe può essere aggiunta direttamente sulla pasta condita con questo profumatissimo pesto.

(*) Nel mio caso, avendo usato la purea di patate e peperoni della ratatouille, il pesto si è arricchito del gusto di peperone anche se, comunque, appena accennato essendo predominante il sapore di melanzana.
Per chi non avesse cucinato la ratatouille in precedenza, è possibile utilizzare una patata lessata, mentre una falda di peperone (a occhio direi che una falda vada bene come quantità) può essere aggiunta cuocendola con la zucchina e la melanzana, cioè alla piastra, in padella o semplicemente nel microonde.

Senza saleCome per tutte le mie ricette, anche in questo pesto di rataouille io non ho aggiunto sale. Il buon sapore delle verdure ha trovato in un profumatissimo origano e in un buon aglio rosso i migliori insaporitori. Secondo me. 😀

Se sei interessato a ridurre o eliminare il sale, ricorda sempre di:

  • Diminuire il sale gradualmente, il palato deve abituarsi pian piano e non deve accorgersi della progressiva riduzione.
  • Utilizzare le spezie. Peperoncino, pepe, curry, noce moscata, cannella, chiodi di garofano, cumino…
  • Utilizzare le erbe aromatiche. Basilico, prezzemolo, origano, timo, salvia, maggiorana, rosmarino, menta…
  • Utilizzare i semi. Sesamo, pinoli, mandorle, noci…
  • Utilizzare ortaggi piccanti o frutta. Aglio, cipolla, limone, arancia…
  • Utilizzare il mio granulare vegetale senza sale
  • Preferire i cibi freschi.
  • Evitare le cotture in acqua, preferire cotture che non disperdano i sapori (piastra, cartoccio, vapore, microonde)
  • Evitare di portare in tavola la saliera!
  • Concedersi a volte uno strappo alla regola. Fa bene all’umore e aiuta a perseverare.

Se non vuoi, o non puoi, rinunciare al sale:

  • Puoi provare ugualmente le mie ricette salando secondo le tue abitudini. 🙂

– 

Grazie per aver letto la ricetta del mio pesto di ratatouille! 

Vi aspetto sulla mia pagina Facebook!

Passate a trovarmi!

 

Precedente La ratatouille di Ratatouille #AnimatedFood Successivo Kefir al caffè (d'orzo)

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.