Mini cheesecake di pastiera

Le ho chiamate mini cheesecake di pastiera e derivano direttamente dalla sbriciolata simil pastiera che ho realizzato per Pasqua. 🙂
Forse è improprio chiamarle cheesecake, ma le cheesecake di ricotta esistono, no? Sarebbe stato improprio anche chiamarle pastiere, e di simil pastiere ne ho già una! Perciò, alla fine, mi sembra che mini cheesecake di pastiera renda bene l’idea. 😉

Insomma, si tratta della classica ricetta inventata lì per lì, e non era facile darle un nome. Ed ero così dubbiosa che l’ho infornata mormorando “speriamo bene”.
Ma poi 🙂 poi… ma che bontàaaa!!! 😀

mini-cheesecake di pastiera

Quindi.

Come detto, questa ricetta deriva dalla sbriciolata simil pastiera. Se avete avuto modo di leggerla, o magari di provarla, sapete già che la quantità di ripieno di quella ricetta è sufficiente per due sbriciolate.

Oppure… per una sbriciolata + un esperimento. 😀

Ho utilizzato la metà del composto di grano e ricotta avanzato dopo la sbriciolata, ottenendo 6 mini cheesecake.
Ora, per queste mini cheesecake di pastiera ho ricalcolato le quantità per consentirvi di ottenerne 12 utilizzando l’intero composto. Cioè il barattolo intero di grano cotto. Perché secondo me è scomodo usare mezzo barattolo.
Ma c’è anche un altro motivo. Con queste quantità potrete utilizzare l’intero composto di biscotti (quello per la base), altrimenti ve ne avanzerebbe la metà, e dopo io sarei costretta a scrivere un’altra ricetta per l’utilizzo del composto avanzato! 😛 Che, ma lo dico piano… sarebbero dei tartufini con cocco e canditi che i miei figli si sono fulminati in zero attimi… ma… scusatemi, ve ne parlerò in una futura occasione perché ora vorrei proprio interromperla questa catena di dolci legati tra loro a doppio filo, altrimenti non ne usciamo più, né io né voi. 😎

mini cheesecake di pastiera

 

Mini cheesecake di pastiera

Ingredienti per il ripieno, o meglio per lo strato “cheese”
1 barattolo di grano cotto (580 g)
125 g di latte + 125 g di acqua (oppure 250 di latte)
70 g circa di canditi d’arancia
200 g di ricotta
1 uovo
50 g di zucchero
1 bustina di vanillina
cannella in polvere q.b.
2 cucchiaini di amido di mais (facoltativo)

Ingredienti per la base
5 biscotti digestive
5 biscotti secchi tipo caffelatte
5 biscotti frollini
1 pezzetto piccolo di burro (20-30 g)
pochissimo latte (1-2 cucchiai)

Ingredienti per la decorazione (eventualmente si può sostituire con marmellata di arance)
2 arance piccole (totale 350 g circa)
4 cucchiai di zucchero
2 cucchiaini di zucchero per ogni porzione (da aggiungere prima di infornare)

Procedimento
Il procedimento è molto più semplice da farsi che da scrivere, ve lo assicuro! Quindi non lasciatevi intimorire, procedete tranquillamente seguendo ogni punto e vedrete che otterrete dei dolcetti deliziosi! 😉

Per il ripieno: procedere esattamente come descritto nella ricetta della sbriciolata, gli ingredienti sono gli stessi. In ogni caso ve lo ripeto qui:
Bollire il grano cotto con i 250 grammi di latte+acqua, 50 grammi di scorze d’arancia candite tagliate a pezzettini e un pizzico di cannella. Se volete preparare da soli le scorze candite qui trovate una delle mie due ricette.
Far bollire per circa 10 minuti a fuoco moderato, il liquido deve assorbirsi tutto.
Trasferirlo in una ciotola e lasciarlo intiepidire.
Aggiungere la ricotta e mescolare bene.
Sbattere l’uovo intero con lo zucchero e versarlo nel composto.
Amalgamare bene con un cucchiaio, aggiungere i canditi rimanenti, un altro pizzico di cannella e una bustina di vanillina.
Io ho aggiunto anche un paio di cucchiaini di amido di mais, forse non indispensabili, ma alla fine il risultato mi ha dato ragione. 🙂

Preparare la base:
Sbriciolare i biscotti con le mani, o se preferite con un bicchiere o un mattarello.
Il motivo per cui ho utilizzato tre tipi di biscotti diversi è che ho dato fondo ad alcuni rimasugli residui della colazione 😉 Se non avete tutti e tre i tipi, sono certa che si possano utilizzare anche biscotti di un solo tipo, o due. Sperimentate, poi magari fatemi sapere!
Far ammorbidire il burro, fin quasi a scioglierlo, e unirlo alle briciole. Lavorare con un cucchiaio ed eventualmente aggiungere uno o due cucchiai di latte per amalgamare meglio.

Preparare la copertura:
Lavare e tagliare a pezzetti molto piccoli un paio d’arance (non trattate, ovviamente), buccia compresa.
Mettere tutti i pezzettini in una scodella, cospargeteli di zucchero e cuocerli nel microonde per 6-7 minuti alla massima potenza. (Non eccedere nella cottura altrimenti la polpa sparirà e rimarranno solo le scorze).
In alternativa, se non possedete il micro, sono certa si possano tranquillamente bollire in una casseruola. In questo caso, forse, potrebbero servire alcuni minuti di più. Comunque lo scopo è quello di ottenere lo scioglimento dello zucchero e una sorta di “composta sprint” di arance. Quindi, micro o meno, regolatevi a occhio. Come si vede dalle foto a me è rimasta a pezzettoni, ma vi assicuro che era perfetta.
Se avessi avuto in casa della marmellata di arance, vi dico la sincera verità, avrei usato quella. Ma siccome ne ero, stranamente, sprovvista e siccome volevo assolutamente rimanere in ambito “gusto arancia”, vista la presenza delle scorze nel ripieno, ho deciso di fare questo tentativo. Riuscito strabene.

Assemblaggio e cottura:
Io ho utilizzato uno stampo per muffin in silicone (lo stesso che ho usato in questa ricetta, per intenderci).
Ungere appena lo stampo. Per “appena” intendo dire che ho passato un polpastrello inumidito d’olio in ogni porzione dello stampo.
Creare la base di ogni mini cheesecake mettendo due cucchiaini di composto di biscotti in ogni porzione e schiacciandolo con le dita. Se i vostri cucchiaini sono piccoli potete usarne tre.
Aggiungere il composto di pastiera. Qui per la quantità è necessario andare a occhio. Se possedete due stampi (oppure uno stampo grande che vi consenta un’infornata unica), potete procedere fino ad esaurimento degli ingredienti. Altrimenti regolatevi sulla metà, cercando di distribuire equamente il composto, poi farete un secondo giro.
Completare con la composta sprint di arance (oppure con della marmellata di arance).
Prima di infornare, io ho aggiunto un paio di cucchiaini di zucchero su ogni porzione. Per due motivi: per ottenere una lucidatura zuccherina superficiale, e poi perché temevo che l’arancia cotta così con la buccia potesse risultare amara.
Certo, un leggero retrogusto amaro c’è, vi avverto. D’altronde è una caratteristica anche delle marmellate d’arancia confezionate. Ma ben si addice.

Infornare a 200 gradi. Dopo 10 minuti abbassare la temperatura a 170-180 altrimenti la copertura di arancia cuoce troppo. Completare la cottura, eventualmente utilizzando la sola resistenza inferiore. Tempo totale di cottura 25 minuti, con il mio forno. Mi raccomando regolatevi, i vostri forni io non li conosco!

Lasciar raffreddare le mini cheesecake di pastiera nello stampo e sformarle solo dopo che si saranno raffreddate.

Assaggiare.
E poi gustare avidamente.

Enjoy!

mini cheesecake di pastiera

Grazie per aver letto la ricetta delle mie mini cheesecake di pastiera ! 🙂

Seguitemi anche su Facebook! La mia fanpage è qui.

Vi aspetto alla prossima ricetta!!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.