Bocconcini di pasta sfoglia speck e scamorza, ricetta di Flavia

Alzi la mano chi non ha mai fatto dei bocconcini di pasta sfoglia. O rotolini, o salatini, o stuzzichini, o finger…

Bocconcini di pasta sfoglia con speck e scamorza

Chiamiamoli come vogliamo questi bocconcini di pasta sfoglia, ma sempre più o meno della stessa cosa si tratta: di una ricetta semplice semplice, che riesce bene praticamente sempre, e che tutti hanno, anzi abbiamo, imparato a preparare fin da bambini, proprio grazie alla sua semplicità.

Le ricette semplici non sono ricette scontate. Forse sono scontate per chi ha esperienza, per chi cucina da anni, ma non sono per nulla scontate per chi è alle prime armi in cucina. O per i bambini. La ricetta semplice di solito riesce bene, magari non esteticamente perfetta ma sicuramente buona, e la sicura riuscita di una ricetta è un valore aggiunto molto importante, perché il “principiante” proverà soddisfazione e grazie a questo vorrà cucinare di nuovo, e mi riferisco in questo caso soprattutto ai bambini (ma anche agli adolescenti).
Nei bambini l’autostima e la fiducia nelle proprie capacità passa anche da queste semplici attività, infatti i laboratori didattici in cui si fanno cucinare i bambini hanno sempre molto successo. Mia figlia all’epoca della scuola elementare aveva cucinato in varie occasioni, ricordo ancora con quanto orgoglio aveva portato a casa il bellissimo barattolino di marmellata fatta da lei per la festa del papà!
Ormai non posso più chiamarla bambina (purtroppo!) ma Flavia in questo periodo sta proprio attraversando una fase “mamma, cucino io non entrare in cucina!”. E siccome se la sta cavando benino nonostante si ostini a voler fare l’autodidatta e non voglia interferenze 😀 be’, che faccia pure! (ma una sbirciatina in cucina però io l’ho data, eh, e l’ho anche fotografata all’opera, eh eh).
Nei giorni scorsi si era cimentata in una carbonara allo speck, che non era di certo una carbonara ortodossa ma che era proprio buona, e che abbiamo tutti mangiato di gusto, perciò oggi ha voluto cimentarsi in un secondo.
Ehm, un secondo… A quanto pare… se conta la genetica… sembra che abbia già la mia stessa attitudine! Lei voleva cucinare un secondo! Solo che poi… dopo aver srotolato la pasta sfoglia ha cambiato idea, e ha sfornato un antipasto. Ah ah ma guarda un po’ te!

Eccolo qua:

Bocconcini di pasta sfoglia speck e scamorza, ricetta di Flavia

Ingredienti
1 confezione di pasta sfoglia (per la precisione, pasta sfoglia light)
50 g circa di speck (per la precisione, l’ultimo pezzetto rimasto dopo la carbonara)
100 g circa di scamorza

Procedimento
Tagliare a pezzetti la scamorza.
Se i pezzetti sono irregolari non importa! 😀

Affettare o tagliare a pezzetti lo speck.
Come si vede dalla foto sottostante si trattava di un pezzo residuo di un trancio, perciò Flavia ha “affettato dei pezzetti”.

Srotolare la pasta sfoglia e tagliarla a strisce rettangolari di circa 2 cm x 8, o 10, o… 😉

Distribuire sulla striscia di pasta sfoglia uno o due pezzi di scamorza e di speck.

Arrotolare la striscia di pasta.

Bocconcini di sfoglia work in progress

Flavia mi ha detto d’aver tagliato di proposito strisce di pasta di lunghezze diverse perché voleva ottenere bocconcini di forme e misure variabili (estro artistico adolescenziale!). Quando la striscia di pasta era lunga, come nel caso che vedete in foto, ha aggiunto un pezzetto di speck e uno di formaggio anche durante l’arrotolamento, cioè sulla parte di pasta che qui vedete vuota.

Disporre i bocconcini di pasta sfoglia, ripiena e arrotolata, sulla carta forno e cuocere in forno a 180-200 gradi per una decina di minuti.

Mangiare appena sfornati, quando il formaggio è bello caldo e filante.
Se dovessero raffreddarsi (ad esempio nel caso decidiate di fotografarli 😛 ) è sufficiente ripassarli in forno, anche solo tiepido, per un minuto e torneranno come appena sfornati.

Bocconcini di pasta sfoglia con speck e scamorza

Senza saleSono certa che nessuno, neanche i più tenaci amanti della cucina saporita, possano pensare di aggiungere sale a questa ricetta, qui lo speck insaporisce a sufficienza! In ogni caso ve lo ricordo: a casa nostra si cucina senza sale aggiunto, perciò a mia figlia non è proprio venuto neanche il dubbio se si dovesse usare il sale oppure no 😉

Se sei interessato a ridurre o eliminare il sale, ricorda sempre di:

  • Diminuire il sale gradualmente, il palato deve abituarsi pian piano e non deve accorgersi della progressiva riduzione.
  • Utilizzare le spezie. Peperoncino, pepe, curry, noce moscata, cannella, chiodi di garofano, cumino…
  • Utilizzare le erbe aromatiche. Basilico, prezzemolo, origano, timo, salvia, maggiorana, rosmarino, menta…
  • Utilizzare i semi. Sesamo, pinoli, mandorle, noci…
  • Utilizzare ortaggi piccanti o frutta. Aglio, cipolla, limone, arancia…
  • Preferire i cibi freschi.
  • Evitare di portare in tavola la saliera!
  • Concedersi a volte uno strappo alla regola. Fa bene all’umore e aiuta a perseverare.

Se non vuoi, o non puoi, rinunciare al sale:

  • Puoi provare ugualmente le mie ricette salando secondo le tue abitudini. 🙂

Grazie per aver letto questa ricetta di Flavia! 🙂

Seguitemi anche su Facebook! La mia fanpage è qui. Ciao!!

Precedente Idee menu per San Valentino: pranzo o cena? Successivo Risotto al radicchio trevigiano e toma piemontese

2 commenti su “Bocconcini di pasta sfoglia speck e scamorza, ricetta di Flavia

    • catiaincucina il said:

      Grazie Serena! riferisco subito i tuoi complimenti! Flavia ne sarà felice, e chissà… magari presa dall’entusiasmo deciderà di cucinare anche stasera! 😀

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.