Crea sito
La cucina sostenibile

ecosostenibile

Chips di mela, merenda light per bambini

Come possiamo far mangiare qualcosa ai bambini che sia gustoso e allo stesso tempo anche sano? Ecco la  merenda perfetta, buona, sana ed economica. Sto parlando delle chips di mela. Delizosi petali dolci, senza aggiunta di zucchero.
Le chips di mela sono facilissime da preparare, in forno ma anche al microonde.

Non c’è nulla di meglio di uno snack salutare come una mela. Le chips sono ottime per spezzare l’appetito a metà mattina o a metà pomeriggio, oppure per accompagnare un aperitivo o da gustare a colazione con lo yogurt e i cereali…e tutto ciò senza doversi preoccupare minimamente delle calorie!

 

Vedi anche:

 

 

    Chips di mela, merenda light per bambini
    • Difficoltà:
      Molto Bassa
    • Cottura:
      Dipende dalla cottura minuti
    • Costo:
      Molto Basso

    Ingredienti

    • Mele (rosse e gialle con la buccia) q.b.

    Preparazione

    1. Preparazione delle chips di mela nel forno tradizionale

      1. Lavate e private le mele del torsolo.
      2. Tagliate le mele a fettine piuttosto sottili.
      3. Disponetele sulla teglia ricoperta di carta da forno e lascia essiccare per una notte intera (almeno 8-12h) alla temperatura a 45-50°C circa.
      4. Le chips di mela si conservano per un paio di mesi in vasi di vetro.
    2. Preparazione delle chips di mela nel forno a microonde

      1. Lavate le mele e privatele del torsolo.
      2.  Tagliate le mele a fette piuttosto sottili e cuocetele nel forno a microonde per 5 minuti al massimo (circa 900 watt).
    3. Preparazione delle chips di mela nell’essiccatore

      1. Lavare  le mele e privatele del torsolo.
      2. Disporre le fette nei cestelli dell’essiccatore e impostare il programma P2.
      3. Oppure a 45 gradi per 2 ore circa. (Leggete sempre le istruzioni del vostro essiccatore).

    Note

    5 buoni motivi per mangiare la mela con la buccia

    La mela è uno spuntino sano e con la buccia lo diventa ancor di più.

    1) La buccia contiene la maggior parte delle fibre, fondamentali per il benessere e la regolarità del nostro intestino. Una mela mangiata con la buccia contiene in media 4,4 grammi di fibra, senza invece solo 2,1 grammi.

    2) La buccia contiene anche la maggior parte delle vitamine. Una mela con la buccia contiene in media 8,4 milligrammi di Vitamina C e 98 Unità Internazionali (unità di misura della quantità di una sostanza, basata sul suo effetto ovvero sulla sua attività biologica) di vitamina A. Senza, invece, queste vitamine scendono rispettivamente a 6,4 milligrammi e a 61 UI.

    3) La buccia delle mele contiene Quercetina, una sostanza antiossidante dalle molte proprietà: allevia i problemi respiratori, protegge la memoria e dagli ultimi studi sembra essere in grado di combattere i danni ai tessuti cerebrali che nel tempo possono portare a sviluppare Alzheimer o altre malattie degenerative.

    4) Nella buccia delle mele sono contenute delle sostanze considerate antitumorali. Si tratta deitriterpenoidi che secondo uno studio del 2007 condotto dalla Cornell University inibiscono o uccidono le cellule tumorali in colture di laboratorio” soprattutto quelle che si sviluppano in fegato, colon e seno.

    5) Via ai chili di troppo. La buccia della mela contiene acido ursolico, composto importante per tenere a bada il peso corporeo. Sembra infatti che questa sostanza sia in grado di aumentare il grasso bruno considerato un “grasso buono” perché permette di bruciare più calorie, riducendo così il rischio obesità.

    Sempre valido dunque l’antico detto “una mela (con la buccia) al giorno toglie il medico di torno”!

    (Articolo tratto da greeme.it)

     

    Se ti piace la mia ricetta

    puoi ricevere direttamente la mia newsletter

    (trovi il form in home page)

    Oppure

    seguimi sulla pagina Facebook e diventa Fan.

    Mi trovi anche su Twitter Google+ Pinterest

    Se vuoi vistare il nostro sito clicca su

    cadalera.it

    oppure seguici su 

    Facebook

    Twitter

    Istagram

    Torna alla home

    Raccolta di biscotti diversi dal solito

    Raccolta di biscotti diversi dal solito

    “Un biscotto al giorno, toglie il medico di torno”..Ah no erano le mele! Comunque le mele nei biscotti ci sono. Ecco una raccolta un po’ particolare, una raccolta di biscotti diversi dal solito. Perché diversi? Perché per la maggiorparte sono vegani, gluten free, con ingredienti diversi dal solito come barbabietola, ceci, carote viola e tanti altri. Siete curiosi?

    Se ti piace la mia ricetta

    puoi ricevere direttamente la mia newsletter

    (trovi il form in home page)

    Oppure

    seguimi sulla pagina Facebook e diventa Fan.

    Mi trovi anche su Twitter Google+ Pinterest

    Se vuoi vistare il nostro sito clicca su

    cadalera.it

    oppure seguici su 

    Facebook

    Twitter

    Istagram

    Torna alla home

    Sformatini di polenta di Beura, spinaci e formaggio Ossolano

    Quante volte vi è capitato di preparare la polenta e di avanzarne un po’ troppa? Ecco un’ idea veloce e golosa per riciclarla con questi sfiziosi sformatini di polenta. L’idea in più è quella di aggiungere gli spinaci e un cuore filante di formaggio a cui nessuno saprà resistere. Ricetta perfetta per i bambini e per i celiaci.

    Ricette con il mais:

     

     

    Sformatini di polenta di beura con spinaci e formaggio Ossolano

    Ingredienti

    • Polenta (di Beura) 350 g
    • Spinaci (freschi o 100 g di spinaci surgelati) 200 g
    • Formaggio (Ossolano (o tipo Toma Piemontese) ) 150 g
    • Formaggio (Grattugiato) 30 g
    • Burro (di montagna) 20 g
    • Latte 4 cucchiai
    • Uova 2
    • Sale q.b.
    • Pepe q.b.

    Preparazione

      1. Lavorate la polenta appena riscaldata con il latte, fino a renderla piuttosto malleabile.
      2. Sia nel caso in cui decidete di utilizzare gli spinaci freschi o gli spinaci surgelati, il procedimento è il medesimo. Vanno puliti o strizzati e poi cotti inuna padella antiaderente con poco sale e nessun condimento per almeno 8-10 minuti, finché non saranno teneri.
      3. Incorporate gli spinaci ben strizzati alla polenta tiepida e mescolate energicamente.
      4. Aggiungete le uova, il formaggio grattugiato e qualche cubetto di formaggio tipo Ossolano.
      5. Regolate di sale e di pepe e mescolate di nuovo.
      6. Imburrate 4 stampini monoporzione e versate il composto di polenta e spinaci premendo con il dorso di un cucchiaio.
      7. Ultimate gli sformatini affondando ancora qualche cubetto di formaggio in ognuno.
      8. Infornate in forno già caldo a 180°C per 20-25 minuti.
      9. Servite gli sformatini caldissimi

    Note

    La polenta di Beura: una delizia tutta da scoprire

    Cos’ha di speciale questa polenta? Il sapore tipico e unico di una farina di mais integrale, ma soprattutto il merito di unire il recupero di tradizioni, risorse naturali e persino una valenza didattica: infatti uno dei terreni messi a disposizione dalle famiglie del piccolo paese serve anche per esperienze didattiche con gli alunni della locale scuola primaria.

     

    Se ti piace la mia ricetta

    puoi ricevere direttamente la mia newsletter

    (trovi il form in home page)

    Oppure

    seguimi sulla pagina Facebook e diventa Fan.

    Mi trovi anche su Twitter Google+ Pinterest

    Se vuoi vistare il nostro sito clicca su

    cadalera.it

    oppure seguici su 

    Facebook

    Twitter

    Istagram

    Torna alla home

    Focaccia bassa con farina di piselli e origano

    Da qualche mese ho scoperto la farina di legumi e devo dire che il suo sapore mi sorprende ogni giorno di più. Si possono preparare proprio tutti i piatti della tradizione, omettendo le farine di cereali. Eccone un esempio gustoso con questa focaccia bassa con farina di piselli e origano. Semplice e buonissima.

    Non solo focaccia:

    Focaccia bassa con farina di piselli e origano
    • Difficoltà:
      Molto Bassa
    • Preparazione:
      20 minuti
    • Cottura:
      30 minuti (più 30 minuti di lievitazione a 50°C) minuti
    • Porzioni:
      6-8
    • Costo:
      Molto Basso

    Ingredienti

    • Farina di piselli 250 g
    • Cuticola di psillio (In polvere) 40 g
    • Lievito di birra secco 10 g
    • Acqua (Tiepida) 450 ml
    • Olio extravergine d’oliva 2 cucchiai
    • Uova 1
    • Origano q.b.
    • Sale q.b.

    Preparazione

      1. Sciogliete il lievito di birra secco in poca acqua tiepida.
      2. In una ciotola o nella planetaria versate la farina di piselli e mescolatela alla cuticola di psillio in polvere.
      3. Unite l’olio extravergine d’oliva, l’acqua tiepida, l’uovo leggermente sbattuto con il sale e il lievito sciolto precedentemente.
      4. Impastate e formate una pagnotta che lascerete riposare coperta da un canovaccio o da pellicola in forno con la luce accesa per 40 minuti o fino al raddoppio.
      5. Prendete l’impasto lievitato e sgonfiatelo. Stendetelo ora su uan teglia unta d’olio e con le punte delle dita create tante “fossette” in superficie.
      6. Preparate una tazzina da caffè con olio, acqua, origano e sale e distribuite il tutto sulla focaccia. Massaggiate di nuovo e mettete in forno a lievitare per altri 30 minuti a 50°C.
      7. Eatraete la focaccia bassa dal forno, alzate la temperatura a 210°C e cuocetela per almeno 35-40 minuti.
      8. Lasciate raffreddare o intiepidire.

    Note

    La ricetta è tratta e leggermente modificata dal ricettario di Diana e Alessio, che ringrazio.

    Clicca qui per vedere le loro fantastiche ricette.

    Visita la loro pagina facebook 

    Se ti piace la mia raccolta di ricette

    puoi ricevere direttamente la mia newsletter

    (trovi il form in home page)

    Oppure

    seguimi sulla pagina Facebook e diventa Fan.

    Mi trovi anche su Twitter Google+ Pinterest

    Se vuoi vistare il nostro sito clicca su

    cadalera.it

    oppure seguici su 

    Facebook

    Twitter

    Istagram

    Torna alla home