Crea sito

Una cavolo di pizza | Finta pizza di gambi di cavolfiore e di broccoli

La finta pizza di gambi di cavolfiore e di broccoli è in assoluto la ricetta più antispreco che ci sia! Buona, anzi buonissima, questa “cavolo di pizza” rende proprio l’idea di quanto spesso si scartano parti di verdura che in realtà sono edibili ma soprattutto ancora più buone delle parti nobili.
Il trucco per preparare questa finta pizza di gambi di cavolfiore e di broccoli è quello di farla il giorno dopo con gli scarti o il giorno che vi pare: vi basterà pulire, tagliare e cuocere i gambi al vapore per 8 minuti circa, lasciarli scolare, raffreddare e poi congelare. Quando avrete voglia di provare questa ricetta non vi basterà che scongelare gli scarti, lasciarli sgocciolare bene in un colino, strizzarli bene e preparare la finta pizza di gambi in poco più di 30 minuti.

Cavoli & Co. superfood

I gambi e le foglie di questi superfood antiossidanti sono infatti le parti più ricche di gusto. Lo sapevate che mangiare 100 g di cavolo, che sia cavolfiore o broccolo fornisce la stessa quantità d calcio contenuto in un bicchiere d’acqua? Non parliamo poi del contenuto da record di vitamina C, betacarotene, calcio ferro e composti a base di zolfo, tipici della famiglia delle crucifere e vengono denominati “ super ortaggi” proprio per il loro prezioso apporto nutrizionale; la loro massiccia forza antiossidante, contenuta in dosi elevate soprattutto nei gambi e nelle foglie,  li rende ingredienti fondamentali da mettere in tavola un po’ più spesso. Ed è proprio la loro versatilità a rendere tutta la famiglia dei cavoli, ingredienti ideali per ricette facili e golose per grandi e piccini.

Ma che odore di cavolo!

Se l’odore di cavoli, cavolfiori o broccoli vi infastidisce, provate a cuocerli meno o ad aggiungere all’acqua di cottura un pezzo di pane secco o un gambo di sedano.

Vedi anche:
Chips di cavolini di Bruxelles
Tartellette salate con farina di fagioli, bucce di carote e verza
Nuggets veg di gambi di broccoli e corn flakes
Vellutata di gambi di broccoli, patate e porri con polpettine di pane raffermo
Spaghetti e polpette con quello che avanza

Sponsorizzato da Azienda Agricola Ca’ da l’Era | Passione e tradizione Ossolana

Pizza di cavolfiore
  • DifficoltàBassa
  • CostoMolto economico
  • Tempo di preparazione20 Minuti
  • Tempo di riposo10 Minuti
  • Tempo di cottura38 Minuti
  • Porzioni4
  • Metodo di cotturaForno
  • CucinaItaliana

Ingredienti

  • 200 ggambi di broccolo
  • 150 gmozzarella
  • 100 gSalsa di pomodoro
  • 4 cucchiaifarina di ceci (o altra farina)
  • 1 cucchiaioolio extravergine d’oliva
  • q.b.origano secco
  • q.b.sale

Preparazione

  1. Tagliare i gambi del cavolfiore e dei broccoli in pezzi piccoli e cuocete al vapore per circa 8 minuti. Quando saranno cotti, scolate e mettete a raffreddare dentro un canovaccio. Dopo di che strizzarlo bene all’interno del canovaccio per far scolare tutta l’acqua trattenuta dai gambi. A questo punto versate il tutto all’interno di una ciotola e schiacciate con una forchetta. Aggiungete il cucchiaio di olio extravergine d’oliva e la farina di ceci regolando poi di sale. Disponete l’impasto su una teglia rivestita di carta da forno, premendo con il dorso di un cucchiaio per uniformare il tutto. Irrorate la superficie con un filo d’olio e infornate a forno preriscaldato a 180° per circa 30 minuti, o comunque fino a quando risulterà croccante. Trascorso il tempo necessario togliete momentaneamente dal forno e aggiungete la salsa di poodoro, l’origano secco e la mozzarella ed indornate di nuovo per altri 5-7 minuti. Servite la finta pizza di gambi di cavolfiore e di broccoli calda.

Leggi anche la mia RACCOLTA DI RICETTE DEL CAVOLO !

Clicca qui : Ma che ricette del cavolo! Raccolta di ricette diverse dal solito

VUOI ALTRE RICETTE COME QUESTA? LE TROVI SUL MIO LIBRO!

In libreria

 CUCINARE SENZA SPRECO | CONSIGLI E RICETTE PER NON PRODURRE SCARTI IN CUCINA. Edito da Demetra Giunti Editore per la Collana Eco &Green al prezzo di euro 14,50. Disponibile anche on line su  www.ibs.it ad un prezzo speciale.

Un lavoro entusiasmante che mi rende molto orgogliosa del percorso che ho intrapreso da qualche anno e che cerco di divulgare con la semplicità che mi contraddistingue.

Il libro rispecchia la mia personalità sfaccettata e il mio stile di vita libero. La fortuna di abitare in luoghi incontaminati, la fortuna di avere genitori che mi hanno cresciuta inculcandomi il valore delle cose, anche le più semplici, come non sprecare nulla, non gettare inutilmente, mangiare tutto e soprattutto riciclare e reinventarsi, ogni giorno. Pochi e semplici, quasi banali gesti quotidiani che mi porto dietro da sempre, come bagaglio personale e che mi hanno convinta a scrivere questo libro per poter divulgare il mio pensiero sostenibile anche agli altri.

Questo libro non vi tedierà con noiose introduzioni o grandi paroloni, vi farà immergere immediatamente in quello che amo di più fare: cucinare. Per me la cucina è amore per i piatti della tradizione, ma anche voglia di sperimentare.

Un libro … 100 consigli!

Sarà la crisi degli ultimi anni, ma siamo diventati comunque più attenti a non sprecare quel che si compra al supermercato e a non buttare il cibo avanzato con leggerezza ed è per questo che nasce questo volume, che offre consigli pratici per non produrre scarti, imparando ad utilizzare anche le parti di frutta e verdura che siamo abituati a gettare, attuando qualche piccolo “trucchetto” antispreco, a partire da piccoli gesti quotidiani, per risparmiare tempo, energia, denaro divertendosi in cucina, reinventando golosi piatti o riportando ai giorni nostri le vecchie ricette dei nonni e della nostra ricca tradizione culinaria.

Più di 50 sono le ricette che potete trovare suddivise per alimento: nella prima parte vengono trattati i cibi che di solito usiamo solo parzialmente e cui siamo soliti scartare come bucce, gambi e foglie, brattee e parti coriacee. Nella seconda parte l’attenzione è volta all’arte del riciclo, con consigli e ricette per riutilizzare gli avanzi quotidiani, come pane raffermo, avanzi di carne e pesce, pasta e riso. Gustosissima la sezione dedicata al riciclo dei dolci più consumati durante le feste.

Trattando parti esterne di frutta e verdura, quindi più dure e fibrose, alcune ricette necessiteranno di cotture al vapore o in pentola a pressione con un successivo passaggio nel passaverdure, in  modo da ottenere polpa viva e deliziosa eliminando le fastidiose fibre in eccesso. Le mie vogliono essere ricette semplici, alla portata di tutti, con passaggi chiari e lavorazioni piuttosto brevi. Non mancheranno i miei consigli pratici per sfruttare al 100% ogni parte finora scartata, a partire da paté insoliti, tisane rilassanti, chips croccantissime e confetture golose. Non avete più scuse, da oggi non si spreca più!

5,0 / 5
Grazie per aver votato!

Pubblicato da mara

a tutto c'è un perchè..il mio è vino e cucina.e a ciascuno il suo....

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.