Eco cookies

Eco cookies

Il caldo torrido ce lo siamo lasciati alle spalle, ora comincia a respirarsi una fresca brezza, le giornate volgono al termine prima e la voglia di cucinare torna a farsi sentire. Che ne dite allora di preparare dei golosi eco cookies con bucce di frutta caramellate? Vi posso assicurare che sono davvero buoni, sia da soli che inzuppati. Semplici e veloci da preparare, gli eco cookies si meritano davvero un premio per la bontà.

Portare avanti la lotta agli sprechi significa attuare comportamenti ecocompatibili nella vita quotidiana. Prima di tutto dobbiamo imparare a capire quanto consumeremo nei giorni successivi alla spesa in modo da non dover buttare via quanto acquistato. Ma non solo, bisogna poi abituarsi a utilizzare ogni parte degli ingredienti cercando di limitare al minimo i rifiuti prodotti; gli scarti possono venire anche congelati per essere utilizzati in seguito per preparare altri piatti.

Eco cookies

Ingredienti per 10 cookies:

  • bucce miste di circa 2 frutti (pesche, pere, mele, susine) a piacimento
  • 150 g di farina
  • 150 g di zucchero
  • 100 g di burro
  • 1 uovo
  • scorza di un limone (facoltativa)
  • 1/2 bustina di lievito per dolci
  • sale

Procedimento:

In una piccola pentola fate caramellare le bucce dei frutti prescelti con 50 g di zucchero e 2 cucchiaini d’acqua. Lasciate cuocere per 5 minuti circa o perlomeno fino a quando lo zucchero non vi sembrerà sufficientemente imbrunito.
In una ciotola a parte mescolate il resto degli ingredienti, ovvero il restante zucchero, l’uovo, la farina mischiata al lievito, il burro e la scorza del limone.
Lavorate l’impasto fino ad ottenere una palla che stenderete a sua volta, creando tanti cerchi di grandezza media che distribuirete direttamente su una teglia ricoperta di carta da forno.
A questo punto ricoprite ogni eco cookies con una cucchiaiata di bucce di frutta caramellate ed infornate a 180° per 15 minuti, controllando la cottura. Se non vi sembrano sufficienti, aumentate di 5 minuti. Sfornate, lasciate raffreddare e cospargete di zucchero a velo.
Gli eco cookies si conservano tranquillamente in una scatola di latta o una apposita per biscotti per più di una settimana.

Dolci e vino

Al contrario di quanto avviene con le altre preparazioni, nel caso dei dolci non si segue il principio della contrapposizione delle sensazioni ma quello della loro concordanza, ovvero ad una preparazione dolce si deve abbinare un vino dolce. Le caratteristiche gustative dei dolci più intense sono la dolcezza e la percezione dolce, la grassezza ed una discreta intensità e persistenza della succosità, dell’aromaticità e della speziatura. I vini più adatti sono quindi quelli ottenuti da vendemmia tardiva, i passiti e i liquorosi dotati di un tenore alcolico adeguato, discreta morbidezza, corpo di media struttura ma, soprattutto, ricchi di freschezza e sapidità in grado di concordare con le sensazioni dei vari tipi di dessert creando una superlativa sinfonia di sapori.

Precedente Peperoncini ripieni sott'olio Successivo Torta semplice con more, nocciole e cioccolato bianco

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.