Crea sito
La cucina sostenibile

antipasti

Hummus di cannellini

Troppo spesso vengono trascurati, snobbati o scarsamente utilizzati in cucina. Sto parlando dei fagioli, una fonte preziosa di nutrienti da cui attingere tanta energia. E l’hummus di cannellini rappresenta per me una delle migliori espressioni di questo legume eccezionale. Provare per credere.

Io autoproduco e tu?

Vi ricordate i nonni quante cose buone che producevano da sè in casa?
Anche oggi si possono produrre alimenti in casa. Auto produrre in casa gli alimenti base della nostra alimentazione è un modo per risparmiare denaro, guadagnare in salute e impiegare al meglio il nostro tempo e perché no la nostra fantasia.

Hummus di cannellini
  • Difficoltà:
    Molto Bassa
  • Preparazione:
    10 (più 8-12 per ammollo) minuti
  • Cottura:
    30-40 minuti
  • Porzioni:
    4 vasetti da 250 g
  • Costo:
    Molto Basso

Ingredienti

  • Fagioli cannellini secchi 500 g
  • Olio extravergine d’oliva 2 cucchiai
  • Salsa Tahin 2 cucchiai
  • Cumino in polvere 1 cucchiaino
  • Succo di limone 1
  • Sale 1 cucchiaino

Preparazione

    1. Mettete in ammollo i fagioli cannellini con 3 litri d’acqua per 8-12 ore.
    2. Scolateli e trasferiteli in una pentola colma d’acqua e cuoceteli per 30-40 minuti.
    3. Scolate i fagioli cannellini tenendo da parte l’acqua di cottura.
    4. Frullateli insieme all’aglio, al cumino in polvere, all’olio extravergine d’oliva, alla salsa tahin, al limone spremuto e aggiungete il sale.
    5. Se la salsa vi dovesse dembrare troppo densa, stemperatela con uno o due cucchiai di acqua di cottura dei cannellini.
    6. Conservate l’hummus di cannellini in frigorifero se lo consumate subito. Altrimenti se lo volete conservare per 6-8 mesi in dispensa occore procedere con la sterilizzazione dopo la chiusura.
    7. Al momento di servire, mescolatelo bene e aggiungete un cucchiaino d’olio extravergine d’oliva.

Note

I fagioli,una bontà troppo spesso trascurata

La cucina moderna ha snobbato per anni i fagioli e i legumi in genere, peccato perché sono una fonte preziosissima di minerali e vitamine. Per non dimenticare soprattutto il loro contenuto in fibre insolubili che garantiscono una buona salute intestinale e in fibre solubili che permettono di rallentare lo sviluppo del diabete 2 e delle malattie cardiovascolari.
Contro il peso in eccesso, inoltre, i fagioli e i legumi, se consumati con regolarità, garantiscono  una sensazione di sazietà prolungata che permette di mangiare meno e sentire meno gli attacchi di fame nervosa, mantenendo un miglior controllo della glicemia.

Curiosità sui fagioli

L’acqua dei fagioli secchi sbacellati serviva tradizionalmente per lavare tessuti di cotone senza alterarne i colori.

 

Se ti piace la mia ricetta

puoi ricevere direttamente la mia newsletter

(trovi il form in home page)

Oppure

seguimi sulla pagina Facebook e diventa Fan.

Mi trovi anche su Twitter Google+ Pinterest

Se vuoi vistare il nostro sito clicca su

cadalera.it

oppure seguici su 

Facebook

Twitter

Istagram

Torna alla home

Insalata di finocchi, dressing al mandarino e arachidi

Voglia di leggerezza. Cosa ne dite di un’ insalata di finocchi, dressing al mandarino e arachidi ? Ma anche l’occhio vuole la sua parte. Bene allora ci aggiungiamo un dressing goloso al mandarino e arachidi,qualche cubetto di tofu alle erbe e il gioco è fatto. Uno sprint di gusto e di colore in piatto di per sè molto povero e leggero. Poche calorie, tanto gusto.

Altre ricette con i finocchi e gli scarti:

Insalata di finocchi, dressing al mandarino e arachidi, ricetta detox
  • Difficoltà:
    Molto Bassa
  • Preparazione:
    10 minuti
  • Porzioni:
    1
  • Costo:
    Molto Basso

Ingredienti

  • Finocchi 1
  • Arachidi 4-5
  • Mandarini (Il succo) 2
  • Tofu alle erbe 50 g
  • Olio extravergine d’oliva q.b.
  • Sale q.b.
  • Pepe q.b.

Preparazione

    1. Tagliate il finocchio finissimo, privandolo prima di parti esterne dure e torsolo, cercando di mantenere il finocchio intero, in modo da affetterlo per intero.
    2. Le parti esterne potete utilizzarle per preparare delle deliziose polpettine (vi lascio il link: http://bit.ly/polpette_tofu_scarti_finocchi)
    3. Nel mixer frullate le arachidi con l’olio evo, il sale e il pepe. Aggiungete il succo di mandarino e continuate a frullare, fino ad ottenere un dressing.
    4. Disponete le fette di finocchio sul piatto, aggiungete dei cubetti di tofu alle erbe e condite il tutto con il dressing di mandarino e arachidi.
    5. Una delizia leggerissima.

Note

Finocchi ricchissimi di nutrienti

31 calorie per 100 g, è povero di grassi, molto ricco di fibre, il finocchio è molto ricco di sali minerali, tra cui potassio, calcio e fosforo, utili per rinforzare le ossa e per prevenire crampi e stanchezza. Contiene  la vitamina A, essenziale per proteggere e mantenere sana la pelle e la vista, la vitamina B, e la vitamina C che svolge un’efficace azione antiossidante.
Il finocchio è un ottimo equilibrante naturale dei livelli degli ormoni femminili, il che lo rende particolarmente utile nello stimolare la produzione di latte nelle donne alle prese con l’allattamento, nel ridurre i disturbi che precedono il ciclo mestruale.
Come erba officinale, il finocchio costituisce un ottimo rimedio per i problemi di digestione, lenendo in tal modo anche i dolori causati dalle coliche gassose nei neonati, quindi tisane, decotti e infusi preparati con i semi di finocchio possono essere molto utili per coloro che hanno problemi di gonfiore addominale.

Se ti piace la mia ricetta

puoi ricevere direttamente la mia newsletter

(trovi il form in home page)

Oppure

seguimi sulla pagina Facebook e diventa Fan.

Mi trovi anche su Twitter Google+ Pinterest

Se vuoi vistare il nostro sito clicca su

cadalera.it

oppure seguici su 

Facebook

Twitter

Istagram

Torna alla home

polpette di tofu e scarti di finocchi

Le polpette sono sempre il modo più semplice e ingegnoso per riciclare avanzi. Avanzi che possono essere a base di carne, di verdure, perché no di riso, di pasta, insomma, le polpette si possono preparare davvero con tutto. Oggi vi insegno come non gettare gli scarti di finocchi, creando le polpette di tofu e scarti di finocchi 100% eco sostenibili. Perché come ben sapete, quasi la metà di questa fantastica e salutare verdura viene gettata. Ma vi siete mai chiesti perché lo fate? Per comodità, per praticità, perché il cuore è sicuramente il più tenero, ma sappiate che è anche la parte che contiene meno vitamine e sali minerali.

In alternativa al tofu, potete utilizzare della classica carne macinata, parmigiano e  pane raffermo.

Altre ricette con i finocchi e gli scarti:

Polpette di tofu e scarti di finocchi
  • Difficoltà:
    Bassa
  • Preparazione:
    10 minuti
  • Cottura:
    20 minuti
  • Porzioni:
    15 polpette
  • Costo:
    Basso

Ingredienti

  • Tofu (al naturale o alle erbe) 200 g
  • Finocchi (Scarti) 200 g
  • Pangrattato 2 cucchiai
  • Farina di riso 1 cucchiaio
  • Latte (Vegetale) 1/2 bicchiere
  • Concentrato di pomodoro 1 cucchiaino
  • Aglio (spicchio) 1
  • Olio extravergine d’oliva q.b.
  • Sale q.b.
  • Pepe q.b.

Preparazione

    1. Strizzate il tofu e raccoglietelo in una ciotola.
    2. Aggiungete gli scarti dei finocchi tritati grossolanamente nel mixer e il resto degli ingredienti
    3. Lavorate fino ad ottenere un composto piuttosto compatto.
    4. Formate le polpette.
    5. Posatele su una teglia da forno ricoperta di carta da forno e cuocete a 180° per 20 minuti circa.
    6. Potete servirle con insalata di finocchi e salsa di pomodoro

Note

Finocchio: essenza dalle mille virtù

Fonte di vitamina C, aiuto per la lattazione, verdura dall’azione antiossidante, buono per la digestione soprattutto sotto forma di infuso o tisana, calmante per gli occhi e se mangiato spesso valido aiutante per il mantenimento delle ossa forti.
Il finocchio si conserva per una settimana in frigorifero avvolto in carta da cucina. Scegliete i finocchi più piccoli, sodi e bianchi senza macchie.
Se bolliti o cotti al vapore i finocchi sono buoni in ogni loro parte, oltre che in polpette.

Lozione detergente a base di finocchio

Potete preparare un infuso a base di foglie di finocchio e usarlo come detergente emolliente e calmante per le pelli irritate. Potete anche fare un infuso filtrato di timo , semi di finocchio e succo di limone da applicare come lozione e da sciacquare successivamente con acqua tiepida.

Vi lascio anche la ricetta del tofu fatto in casa:

Clicca QUI

 

Se ti piace la mia ricetta

puoi ricevere direttamente la mia newsletter

(trovi il form in home page)

Oppure

seguimi sulla pagina Facebook e diventa Fan.

Mi trovi anche su Twitter Google+ Pinterest

Se vuoi vistare il nostro sito clicca su

cadalera.it

oppure seguici su 

Facebook

Twitter

Istagram

Torna alla home

Cestini di pane raffermo con borragine, spinaci novelli, uvetta e sesamo

Cestini di pane raffermo

Cestini di pane raffermo. Idea low cost di grande successo. Cosa farne di tutto il pane che puntualmente avanza nei sacchetti di carta? A volte diventa davvero insopportabile la sola vista di questo grande spreco. Bene, la mia idea è quella di ridargli vita, trasformandolo in originali e carinissimi cestini con borragine, spinaci novelli, uvetta e sesamo. Deliziosi finger food da servire come antipasto o durante l’aperitivo.

Vedi anche:

(altro…)