Crea sito

Seitan al curry

seitan al curry sopra

Io quando metto il naso nel barattolo del curry non capisco più niente. Per me è come una droga, lo metterei dappertutto. Mi piace il suo colore perché rallegra anche la giornata più buia, mi piace il suo profumo perché inebria tutta la casa, mi piace il suo gusto, dolce e piccante, che avvolge tutti gli ingredienti delicatamente.
Oggi ho utilizzato il curry per rivisitare una ricetta classica come quella del pollo al curry in versione vegan, sostituendo il pollo con il seitan. Una ricetta facile, veloce da preparare, ma molto, molto gustosa. Ecco la ricetta del seitan al curry.

Vedi anche:

  • Hamburger di soia e bucce di carote
  • Verdure ripiene di seitan
  • Filetto veg di lenticchie in crosta

Cos’è il seitan?

Il seitan nasce in Giappone sotto il nome di kofu che nella disciplina zen significa “glutine di grano“. L’etimologia della parola è la seguente: “Sei” significa “è” mentre “Tan” vuol dire “proteine”.
Ma allora cos’è il seitan? Il seitan è un alimento molto proteico ricavato dal glutine del grano tenero, un vero e proprio concentrato proteico.
Il seitan si ottiene estraendo il glutine dalla farina di frumento; successivamente lo si impasta e lo si lessa in acqua insaporita con salsa di soia, alga kombu e altri aromi. Di aspetto simile alla carne, il suo sapore è invece più delicato e la sua consistenza più morbida, anche se spesso quest’ultima varia da un tipo di seitan all’altro.
Il seitan ha un apporto proteico elevato (attorno al 20 per cento) e contiene pochi grassi; le calorie sono intorno alle 120 Kcal per ogni 100 gr di prodotto, quindi simili a quelle della carne, senza però i grassi saturi e colesterolo di quest’ultima.

seitan al curry

Ingredienti per 4 persone:

  • 400 g di seitan
  • 1/2 porro
  • 1 carota
  • 1 manciata di foglie di sedano
  • 150 ml di panna di soia
  • 1 bicchiere d’acqua calda
  • 1 cucchiaio di curry
  • 1 cucchiaio di curcuma
  • 2 cucchiai di olio evo
  • prezzemolo
  • sale
  • pepe

Preparazione:

  1. Tritate carota, foglie di sedano e porro (lasciandone qualche lamella per decorare) nel mixer e trasferitele in padella con l’olio evo. Rosolate bene.
  2. Aggiungete il seitan tagliato a cubetti irregolari, regolate di sale e di pepe e lasciate insaporire per qualche minuto.
  3. Aggiungete l’acqua calda miscelata a curry e curcuma, rigirate appena e lasciate cuocere con il coperchio a fuoco medio-basso per 10-12 minuti abbondanti, in modo che il seitan assorba il curry.
  4. A 5 minuti dalla fine aggiungete la panna di soia, lasciandone un cucchiaio per la decorazione, mescolate, assaggiate e decidete se vi aggrada la quantità di curry e la cottura. In caso contrario, aggiungete ancora una spolverata di polvere dorata e lasciate insaporire 5 minuti ancora.
  5. Portate a tavola la padella con panna e prezzemolo tagliato molto molto grossolano in superficie, ricordandovi un’ultima spolverata di sale e di pepe.
  6. Servite con riso basmati (ne esistono in commercio di già pronti, solo da scaldare al microonde molto buoni) o con un buon piatto di verdure o un’insalata.

 

Mara Toscani

Fonti: vegolosi.it

Pubblicato da mara

a tutto c'è un perchè..il mio è vino e cucina.e a ciascuno il suo....

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.