Crema di patate e topinambur con quinoa bicolore

Possiamo chiamarlo antipasto, possiamo chiamarlo bicchierino, possiamo mangiarlo a pranzo o come aperitivo. La crema di patate e topinambur con quinoa bicolore è semplicemente un piattino leggero, con pochi e sani ingredienti, adatta ai vegani e ai celiaci.

Altre ricette:

 

 

 

Crema di patate e topinambur con quinoa bicolore
  • Difficoltà:
    Molto Bassa
  • Preparazione:
    30 minuti
  • Cottura:
    30 minuti
  • Porzioni:
    4-6

Ingredienti

  • 200 g Patate
  • 200 g Topinambur
  • 100 g Quinoa bicolore
  • 15 Pomodorini datterini
  • 2 rametti Rosmarino
  • 1 Porro grande
  • q.b. Olio extravergine d’oliva
  • q.b. Sale
  • q.b. Pepe

Preparazione

    1. Sciacquate la quinoa bicolore sotto l’acqua corrente per eliminare la saponina che si trova all’esterno dei semi e che la rende un po’ amara.
    2. Lessate la quinoa bicolore con 400 ml d’acqua salata con il coperchio per circa 12-15 minuti, fino a che quasi tutto il liquido sarà assorbito.
    3. Lasciatela riposare nel caldo della pentola per altri 15 minuti e poi saltatela in padella con la parte verde dei porri, pomodorini e olio extravergine d’oliva, regolando di sale e di pepe.
    4. Rosolate la parte bianca dei porri affettati finemente, con un filo d’olio extravergine d’oliva per 10 minuti. Aggiungete quindi, le patate e il topinambur tagliati a dadini.
    5. Lasciate insaporire per alcuni minuti, poi versate 2 bicchieri d’acqua, portate ad ebollizione, salate e proseguite la cottura per 20 minuti circa, insaporendo con rosmarino e regolando di sale e di pepe.
    6.  Con l’aiuto del minipilmer frullate patate e topinambur ottenendo una crema liscia.
    7. Versate nel bicchierini, unite la quinoa saltata con i pomodorini, irrorate con poco olio extravergine d’oliva, prezzemolo fresco e servite.

Note

Preziosa quinoa

La quinoa contiene circa il 60% di carboidrati e l’11% di proteine dal valore biologico piuttosto alto, addirittura paragonabile a quello dei formaggi. Fonte preziosissima di fosforo, potassio, manganese. La Quinoa è priva di glutine, quindi può essere assunta dai soggetti affetti da celiachia.
I semi di quinoa sono rivestiti dalla saponina, una sostenza che li protegge dalle aggressioni esterne. Questa sostanza è molto amara e quindi va rimossa prima della cottura, sciacquando i semi prima di cuocerli.
La quinoa è una pianta originaria del Sud America, appartente alla stessa famiglia degli spinaci. Viene utilizzata fin dai tempi degli Incas e degli Aztechi.

 

Se ti piace la mia raccolta di ricette

puoi ricevere direttamente la mia newsletter

(trovi il form in home page)

Oppure

seguimi sulla pagina Facebook e diventa Fan.

Mi trovi anche su Twitter Google+ Pinterest

Se vuoi vistare il nostro sito clicca su

cadalera.it

oppure seguici su 

Facebook

Twitter

Istagram

Torna alla home

Precedente Muffin veg al succo di mela e arancia, senza zucchero Successivo Pesto leggero di spinacini e basilico con yogurt e pinoli | Pronto in 5 minuti

Lascia un commento

*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.