Crea sito

Dado vegetale granulare alla curcuma | Ricetta dado vegetale fatto in casa

Da oggi possiamo dire addio al dado vegetale industriale. Con pochi e sani ingredienti e un essiccatore, possiamo autoprodurre il dado vegetale granulare alla curcuma. La ricetta del dado vegetale fatto in casa è davvero facilissima e non richiede molto tempo, perché tutto il lavoro lo fa l’essiccatore per noi. Unica accortezza è quella di scottare le verdure in padella prima di essiccarle, perché ho notato che si riescono a polverizzare meglio una volta essiccate.

La mia fortuna è quella di vivere in un luogo ancora incontaminato, circondato da montagne e prati a non finire e di avere a disposizione molto terreno per la coltivazione del mio orto che ogni giorno dell’anno mi regala verdure freschissime di cui non getto nulla.

 Il dado vegetale granulare si fa con gli scarti delle verdure!

Solitamente io utilizzo, come dicevo prima, scarti di verdure, parti apicali spesso coriacce e fibrose che altrimenti andrebbero gettati. Per esempio la parte verde dei porri e dei cipollotti, le bucce dei pomodori, le bucce delle carote, le foglie del sedano, i gambi del prezzemolo, parti esterne delle cipolle, le barbe dei finocchi, la buccia della zucca, insomma, i veri e propri scarti della verdura. E se ci facciamo caso, ce ne sono davvero parecchi. Basta conservare gli scarti in freezer in piccoli sacchetti di carta ( riciclate quelli del pane) ogni volta che si pulisce e si monda la verdura. In questo modo vi accorgerete di quanti “scarti buoni” avrete da utilizzare per la preparazione del dado vegetale granulare.

Vedi anche:
Dado vegetale granulare | Fatto solo con gli scarti della verdura
Sale di sedano


Tratto da:
CUCINARE SENZA SPRECO- CONSIGLI E RICETTE PER NON PRODURRE SCARTI IN CUCINA
Demetra Editore
Edito da Mara Toscani





Diventiamo amici?
Se ti piacciono le mie ricette puoi ricevere le notifiche messenger o le mie newsletters.
Ti aspetto anche su Facebook, sulla pagina LA CUCINA SOSTENIBILE

Sponsorizzato da Azienda Agricola Ca’ da l’Era

Dado vegetale fatto in casa
  • DifficoltàMolto facile
  • CostoMolto economico
  • Tempo di preparazione20 Minuti
  • Tempo di cottura12 Ore
  • Porzioni20 +
  • Metodo di cotturaForno
  • CucinaItaliana

Bastano davvero pochi ingredienti

  • 400 gSale fino
  • 1 cespoSedano (comprese le foglie)
  • 8Cipolle (cipolotti o porri compresi della parte verde )
  • 10Carote (con la buccia )
  • 2 cucchiaiCurcuma in polvere

Preparazione

  1. Lavate e mondate le verdure che preferite, scegliendole biologiche.

    Non eliminate le bucce, se non quelle delle cipolle. Se utilizzate la zucca preferite la varietà “Butternut” la cui buccia è deliziosa ed edibile.

  2. Ricordate di tagliare le verdure in pezzetti piuttosto piccoli e fatele stufare in padella antiaderente senza condimenti, ma solamente con poca acqua per 15-20 minuti o fino a che vi sembreranno morbide.

  3. Trasferite le verdure stufate su un vassoio con catrta assorbente e tamponatele.

  4. A questo punto sistemate le verdure nell’essiccatore e lasciatele asciugare a 70°C per almeno 12-18 ore, intercambiando gli scomparti se necessario ( non preoccupatevi, l’essiccatore consuma pochissima energia elettrica).

  5. Una volta asciugate le verdure frullatele nel mixer con il sale e la curcuma fino ad ottenere la polvere granulare.

  6. Se il composto non vi sembra ancora completamente asciutto, potete rimettrlo nell’essiccatore per altre 3-6 ore in base al vostro gusto. Ricordate che se non completamente essiccato, rischiereste di trovare muffa nel vasetto dopo poco tempo.

Variazoni

Gli ingredienti per la preparazione del dado vegetale granulare alla curcuma e più in generale del classico dado vegetale granulare, sono molto soggettivi. La ricetta classica prevede sedano, carota e cipolla, ma potete aggiungere a vostro piacere, zucca, prezzemolo, porri, cipollotti, funghi, basilico, erbette, finocchio, pomodoro, zucchine, insomma, quello che più vi piace.

dado vegetale fatto in casa

/ 5
Grazie per aver votato!

Pubblicato da mara

a tutto c'è un perchè..il mio è vino e cucina.e a ciascuno il suo....

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.