Crea sito

Sale di sedano

sale di sedano

Il sale, si sa, fa male. Ci dovremmo abituare a consumarne sempre meno, perché possiamo decisamente farne a meno.Il sale è già contenuto negli alimenti. Cosa ne dite di sostituirlo allora con il sale di sedano? Io l’ho lasciato appositamente più grosso, ma potete tritarlo più fine. Il gusto è strepitoso, seccato e macinato prende le sembianze del sale, ma con la differenza di essere più salutare e ovviamente più gustoso.

Meno sale a tavola

L’INRAN parla chiaro: ogni italiano in media consuma dieci grammi di sale al giorno mentre le necessità fisiologiche sono esattamente la metà. I rischi per la salute vanno dalla ipertensione arteriosa all’ictus fino all’osteoporosi.

Gli italiani esagerano con i cibi salati e assumono sempre meno potassio, naturalmente presente in frutta e verdura, aumentando così il rischio di contrarre pericolose malattie e scompensi cardiocircolatori. I dati dell’Istituto Nazionale di Ricerca per gli Alimenti e la Nutrizione – INRAN, evidenziano come ogni giorno un adulto italiano ingerisce in media circa 10 grammi di sale, l’equivalente di 4 grammi di sodio: ben dieci volte di più del necessario.

Sedano, via la malinconia, si al piacere

In un antico proverbio, si narra: “se il contadino sapesse il valore del sedano, allora ne riempirebbe tutto il giardino”: un tempo, infatti, si riteneva il sedano un ortaggio dalle mille proprietà. Non a caso, fin dal Medioevo, il sedano veniva impiegato come mezzo ideale per allontanare la malinconia, oltre ad incarnare un utile rimedio per la cura delle ferite aperte. Ma non è tutto: anticamente, il sedano veniva utilizzato persino come afrodisiaco ed espediente per eccitare i sensi. Chiaramente, non tutte queste credenze presentano riscontri pratici.
Il sedano è utilizzato da sempre anche come diuretico, digestivo e rimedio naturale contro i crampi.

Ricetta del sale di sedano

Ingredienti:

  • Sedano

Preparazione:

  1. Tagliate a tocchetti il sedano, usando le parti più dure, quelle esterne e tritate grossolanamente le foglie.
  2. Mettete tutto su una teglia da forno ricoperta di carta da forno.
  3. Infornate il sedano in forno già caldo a 100°C per 3 ore circa.
  4. Tritate il tutto e lasciate asciugare ancora per 2 ore ben distribuito nuovamente sulla teglia.
  5. Un’ultima frullata e via nei vasetti.
  6. Il sale di sedano si conserva per 6 mesi in vasetti di vetro.

Sedano, una delizia per l’organismo

Il sedano vanta un bassissimo contenuto calorico: in 100 grammi si contano appena 20 kcal. L’acqua ne costituisce oltre l’88% in peso, mentre il restante 12% è ripartito tra carboidrati, proteine, fibre e grassi (pochissimi). Inoltre, il sedano rappresenta una fonte di sali minerali, quali ferro, manganese e potassio, oltre ad essere ricco di antiossidanti (vitamina A, C ed E).

Mara Toscani

Fonti: mypersonaltrainer.it, guidagenitori.it

Pubblicato da mara

a tutto c'è un perchè..il mio è vino e cucina.e a ciascuno il suo....

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.