Mascarpone e panna fatti in casa

mascarpone, crema al mascarpone

La crisi si fa sentire, i soldi sono sempre meno. In qualche modo dobbiamo ingeniarci e trovare nuove soluzioni e nuove alternative. La mia amica Lisa Casali autrice del blog “Ecocucina” e del nuovo libro “Autoproduzione in cucina” edito da Gribaudo, ci insegna come “auto produrre” in casa propria tantissimi prodotti, tra cui propone i quelli lattiero-caseari, come burro, burro chiarificato, margarina, kefir, yogurt, yogurt di soia, panna, panna acida, panna da cucina, mascarpone, similphiladelpia, tofu, caciotta, caciotta di capra, ricotta e ricotta di soia. Incredibile vero? Il suo lavoro e le sue ricerche sono stati lunghi, ma i risultati eccezionali. Ecco allora che oggi vi propongo due sue ricette: mascarpone e panna fatti in casa.

Panna da cucina vaccina e di soia
(risparmio 38%)

Ingredienti per la preparazione della panna da cucina:

  • 100 ml di latte vaccino scremato e freddo oppure latte di soia
  • 100 ml di acqua
  • 100 ml di olio di semi di girasole
  • 2 cucchiai di amido di mais

Preparazione della panna da cucina:

Versate il latte in un contenitore alto e stretto, tipo il bicchiere del frullatore o del minipilmer. Aggiungete l’olio a filo, frullando in modo da formare un composto cremoso. Sciogliete l’amido nell’acqua in un pentolino sul fuoco, mescolando finché non otterrete una soluzione densa. Aggiungete questa soluzione poco alla volta al composto di latte e olio, frullando. Continuate a frullare per qualche minuto finché la panna non risulterà densa. Completate con un pizzico di sale.

 

Mascarpone
(risparmio 30%)

Ingredienti per la preparazione del mascarpone:

  • 500 ml di panna da cucina
  • 1 cucchiaio di succo di limone

Preparazione del mascarpone:

Versate la panna in una ciotola e scaldatela a bagnomaria. Quando comincerà a sobbollire aggiungete il succo di limone e mescolate per qualche minuto. Lasciate raffreddare, quindi versate il composto su un panno pulito disposto dentro uno scolapasta, senza strizzare. Riponete in frigorifero e lasciate riposare per 12 ore. Consumate entro 3 giorni.

Andate a cercare tante altre ricette ecosostenibili, volete qualche esempio?

Photo Credits: photo credit: flickr.com/photos/freakgirl/2040126005/

Fonti: “Autoproduzione in cucina” di Lisa Casali, Ed. Gribaudo

Precedente Focaccia integrale con Pecorino e sesamo Successivo La rivoluzione vegetariana salverà il pianeta?

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.