Torta al cioccolato fondente e peperoncino dal cuore morbido

Se state leggendo questa ricetta, vuol dire che come me siete amanti del cioccolato fondente al peperoncino, allora non potete perdervi questa torta: semplice e velocissima, dal cuore morbido, cioccolatosa e piccante, ideale da gustare la sera, magari come dessert alla fine di una cena romantica con il vostro partner, oppure da assaporare in pace, avvolti nel calore del vostro plaid davanti alla televisione. Scegliete voi la percentuale di fondente che preferite, io l’ho messa al 70%, ma se siete dei veri eroi…sfidatevi con il fondente al 90%!

“La leggenda dice che la coltura del cacao fu sviluppata dal terzo re Maya: Hunahpu. Un’altra leggenda, questa volta azteca, dice che in tempi remoti una principessa fu lasciata, dal suo sposo partito in guerra, a guardia di un immenso tesoro; quando arrivarono i nemici la principessa si rifiutò di rivelare il nascondiglio di tale tesoro e fu per questo uccisa; dal suo sangue nacque la pianta del cacao, i cui semi sono così amari come la sofferenza, ma allo stesso tempo forti ed eccitanti come le virtù di quella ragazza.”

Torta al cioccolato fondente e peperoncino
  • Difficoltà:
    Bassa
  • Preparazione:
    15 minuti
  • Cottura:
    25 minuti
  • Porzioni:
    7/8 fette
  • Costo:
    Basso

Ingredienti

  • Cioccolato fondente al 70% (tavoletta) 300 g
  • Peperoncino in polvere 1 cucchiaino
  • Zucchero 150 g
  • Uova 4
  • Farina 50 g
  • Burro 200 g
  • Cacao amaro in polvere (per spolverare lo stampo) 1 cucchiaio

Preparazione

  1. Curiosità: 

    Uno studio del 2003 promosso dell’Istituto Nazionale Ricerca per gli Alimenti e la Nutrizione (Inran) di Roma, sostiene che il cioccolato fa bene al cuore. I risultati hanno rivelato che il fondente aumenta del 20% le concentrazioni di antiossidanti nel sangue, mentre quello al latte non ha alcun effetto; addirittura il fondente perde ogni effetto se accompagnato a un bicchiere di latte.

    Brevi cenni sulla storia del cacao

    La pianta del cacao ha origini antichissime e, secondo precise ricerche botaniche si presume che fosse presente più di 6000 anni fa nel Rio delle Amazzoni e nell’Orinoco. I primi agricoltori che iniziarono la coltivazione della pianta del cacao furono i Maya solo intorno al 1000 a.C. Le terre che si estendono fra la penisola dello Yucatàn, il Chiapas e la costa pacifica del Guatemala furono quindi le prime a vedere l’inizio della storia del cacao, e insieme ad esso del cioccolato.

  2. Torta al cioccolato fondente e peperoncino
    • Imburra uno stampo per crostate da 24 / 26 cm e spolveralo di cacao amaro battendo via la polvere in eccesso, in modo da non far attaccare la torta durante la cottura (oppure puoi rivestire lo stampo di carta forno).
    • Taglia il cioccolato a pezzi insieme al burro e mettili a sciogliere in una padella antiaderente, a fuoco minimo. Quando saranno entrambi quasi sciolti, togli la padella dal fuoco e inizia a mescolare con una frusta in modo da amalgamare bene il tutto.
    • Ora unisci lo zucchero e mescola con vigore, sempre con la frusta.
    • In una scodella a parte monta le 4 uova, quindi uniscile al composto di cioccolato e incorpora per bene con la frusta, lentamente.
    • A questo punto unisci la farina setacciata, il peperoncino in polvere e mescola bene con la frusta per evitare grumi, quindi  versa il tutto nello stampo.
    • Inforna a forno preriscaldato a 180° gradi per 25 minuti, mentre cuoce potrebbero crearsi delle crepe in superficie, niente paura è normale.
    • Una volta sfornata lasciala freddare e spolverala con del cioccolato amaro.

Note

Conserva la torta al cioccolato fondente e peperoncino in un luogo fresco e asciutto, oppure in frigorifero, dove secondo me, diventa ancora più buona!

Se vuoi ottenere la consistenza del cuore morbido falla cuocere come scritto nella preparazione, ovvero 25 minuti.  Se invece vuoi che all’interno resti il cioccolato fuso, falla cuocere 15 minuti (massimo 18). A questo punto però ti consiglio di dividere l’impasto nello stampo per i muffin, così da fare tante piccole tortine dal cuore fuso.

Precedente Faraona alle clementine e prosecco Successivo Polenta gratinata al forno con salsiccia e funghi porcini

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.