Crea sito

Stinco di maiale alla birra

Lo stinco di maiale alla birra è un piatto molto gustoso e dalla carne tenerissima e saporita, ideale da accompagnare con patate o crauti.
Lo stinco di maiale è molto utilizzato nella cucina europea, soprattutto in Germania, dove viene chiamato Schweinshaxe, e cucinato prevalentemente alla griglia, servito poi con patate bollite e crauti.
Oggi ti spiego come cucinarlo alla birra in tegame, ma puoi anche scegliere di farlo al forno con le patate arrosto, una vera delizia!

Stinco di maiale alla birra
  • DifficoltàMedia
  • CostoMedio
  • Tempo di preparazione10 Minuti
  • Tempo di riposo1 Ora
  • Tempo di cottura2 Ore
  • Porzioni2
  • Metodo di cotturaFornello

Ingredienti per lo Stinco di maiale alla birra

  • 2Stinco di maiale
  • 0.66 lBirra chiara
  • 1 ramettoRosmarino (fresco)
  • q.b.Sale fino
  • q.b.Ginepro
  • q.b.Pepe nero
  • 4 cucchiaiOlio extravergine d’oliva
  • MezzaCipolla

Come si preparara lo stinco di maiale alla birra

  1. Per prima cosa devi marinare lo stinco, così da insaporire per bene la carne.

    Sistemali entrambi all’interno di una pirofila, quindi spolvera con 2-3 pizzichi di sale fino e un po’ di pepe nero, massaggiando la carne ovunque.

  2. Versa un filo d’olio d’oliva generoso, massaggia ancora e unisci qualche bacca di ginepro, un rametto di rosmarino, mezza cipolla affettata grossolana (se ti piace, altrimenti puoi mettere uno spicchio d’aglio o addirittura nessuno dei due) e copri con la pellicola trasparente per alimenti.

    Riponi in frigorifero a riposare per un’ora.

  3. In un tegame antiaderente con fondo pesante, versa 2-3 cucchiai di olio d’oliva, fallo scaldare leggermente e metti gli stinchi di maiale a rosolare dolcemente, a fiamma medio bassa.

  4. Girali spesso aiutandoti con due cucchiai di legno o due spatole, finché non saranno perfettamente rosolati (ci vorranno 20-30 minuti circa).

  5. A questo punto versa 2-3 dita di birra nel fondo del tegame e prosegui la cottura, sempre a fuoco dolce altrimenti rischi di bruciare tutto. Quando la birra è quasi consumata del tutto, aggiungi l’altra, sempre poca alla volta e sempre facendo quasi consumare la precedente.

  6. Questo passaggio di unire la birra poco alla volta è molto importante, perchè lo stinco di maiale alla birra necessita di essere bagnato spesso e con una cottura lenta, in modo da ottenere una carne tenera e una salsa gustosa e non amara (cosa che accadrebbe se la birra cuocesse in maniera veloce e aggressiva, bruciando).

  7. Terminata la lenta cottura che dura circa due ore, adagia lo stinco di maiale su un piatto da portata, e sgrassa la salsa. In che modo? Ti accorgerai che in superficie si è creata una sorta di “pellicola gelatinosa”, rimuovila con un cucchiaio e lascia solo l’intingolo, con il quale andrai a irrorare lo stinco di maiale.

  8. Gusta lo stinco di maiale alla birra ben caldo appena cotto, e servilo con un contorno di patate lesse o arrosto, oppure del puré, dei crauti, dell’insalata mista o la verdura che preferisci!

  9. Stinco di maiale alla birra

Quale birra posso usare?

Scegli una birra chiara e leggera, non troppo luppolata, altrimenti rischi di ottenere una salsa dal retrogusto amaro.

Attenzione alla cottura!

La carne di maiale, così come tutta la carne bianca, va cotta benissimo e non deve assolutamente restare troppo rosa, cosa che potrebbe accadere specialmente vicino all’osso nel caso di cosciotti molto carnosi come lo stinco di maiale. Anche per questo è raccomandata una cottura che sia lenta e uniforme.

4,9 / 5
Grazie per aver votato!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.