Crea sito

Seppie ripiene in padella

Le seppie ripiene vengono preparate nei modi più svariati e con tanti ingredienti diversi. Cotte al forno, in padella o sulla griglia, restano uno tra i secondi di pesce preferiti dagli italiani (e non solo!). Oggi ve le propongo con una farcitura semplice di patate e prezzemolo, cotte in padella e sfumate con il vino bianco, pochi e semplici passaggi per portare a tavola un piatto davvero gustoso! 

 

Seppie ripiene in padella
Seppie ripiene in padella

 

Seppie ripiene in padella

Ricetta

Ingredienti per due persone

  • Seppie fresche grandi, due 
  • Patate medio piccole, 2
  • Prezzemolo fresco, un bel ciuffo
  • Olio extra vergine di oliva, quanto basta
  • Vino bianco secco, mezzo bicchiere abbondante
  • Pangrattato, 100 g
  • Sale fino, quanto basta
  • Salvia fresca, qualche foglia

Utensili

  • Pennello da cucina
  • Stuzzicadenti, 6
  • Padella + coperchio
  • Tagliere
  • Scodelle
  • Pila per l’acqua

 

Preparazione

  • Mettete a bollire una pila d’acqua e fate lessare le patate con tutta la buccia. Una volta cotte e fredde, spellatele e schiacciatele con una forchetta in una scodella. Tenete da parte.
  • Chiedete alla vostra pescheria di fiducia di pulire le vostre seppie (in genere lo sono già), quindi procedete in questo modo:  staccate delicatamente la testa e i tentacoli dal mantello, lavateli bene sotto l’acqua corrente e teneteli da parte in un piattino. Togliete e gettate via la penna di cartilagine e la sacca di inchiostro delle seppie, quindi lavatele con cura e asciugatele tamponandole con della carta assorbente. 
  • Sminuzzate finemente a coltello la testa delle seppie e i tentacoli che avevate messo da parte, quindi versatele in una padella con un filo d’olio e fatele ammorbidire piano piano mescolando con un cucchiaio di legno, per 5 o 6 minuti. Spegnete. 
  • Tritate a coltello il prezzemolo, unitelo alle patate schiacciate con due pizzichi di sale, un filo d’olio, e il trito di testa e tentacoli cotti, mescolate con cura fino ad ottenere un impasto morbido e omogeneo, quindi iniziate a farcire le seppie. Procuratevi degli stuzzicadenti per chiuderle una volta riempite. 
  • Allargate la pancia della seppia, e con un cucchiaio (o con le dita), iniziate a farcire pressando mano mano che riempite. Non farcite troppo fino alla fine, lasciate un pochino di spazio tra la fine della seppia e la farcitura, altrimenti durante la cottura fuoriuscirà tutto il condimento. 
  • Una volta terminato, unite i due lembi e chiudete con due o tre stecchini. 
  • Spennellate le seppie con dell’olio, quindi spolveratele con del pangrattato, impanandole. Versate un filo abbondante di olio in una padella (usate quella utilizzata per cuocete testa e tentacoli), e mettete le vostre seppie farcite a rosolare a fiamma media, vivace. Rosolatele da entrambe i lati, girandole delicatamente con l’aiuto di due forchette, quindi sfumate con il vino bianco, abbassate la fiamma, fate evaporare per qualche minuto, dopodiché coprite con un coperchio e fate cuocere per trenta minuti. Non vi preoccupate se la impanatura dovesse staccarsi in alcuni punti, favorirà comunque un delizioso intingolo. 
  • Una volta cotte, fate intiepidire, togliete delicatamente gli stuzzicadenti, affettatele con un coltello seghettato, e servite le vostre seppie ripiene in padella cospargendole con qualche cucchiaio del loro intingolo, e decorandole con qualche foglia di salvia fresca. Buon appetito! 

Leggi QUI tutti i tempi di cottura per le varie preparazioni delle seppie!

Segui tutte le mie ricette anche sulla pagina facebook Noce Moscata

 Articolo e Foto: Copyright ©  All Rights Reserved Noce Moscata

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.