Polpette di ricotta fritte

Le polpette di ricotta fritte sono velocissime da prepare, croccanti dal cuore morbido e deliziose da gustare sia calde che a temperatura ambiente, perfette quindi anche come pranzo goloso da far portare a scuola, per i nostri bimbi e ragazzi, ma anche per noi adulti al lavoro! Arricchendole magari con un contorno di insalatina fresca e scaglie di parmigiano, dolcissimi pomodorini, e uva fresca.

Polpette di ricotta fritte
  • Difficoltà:
    Bassa
  • Preparazione:
    10 minuti
  • Cottura:
    5 minuti
  • Porzioni:
    10 polpette
  • Costo:
    Basso

Ingredienti

  • Ricotta vaccina 250 g
  • Formaggio a pasta dura grattugiato 3 cucchiai
  • Prezzemolo o menta fresca 1 ciuffo
  • Sale fino 1 pizzico
  • Uova 2
  • Pangrattato circa 60 g
  • Olio di semi di arachide 1 l

Preparazione

  1. Polpette di ricotta fritte

    Versa la ricotta in una scodella e schiacciala per bene con una forchetta, quindi unisci un pizzicho di sale, il formaggio grattugiato, l’uovo e il prezzemolo tritato finissimo a coltello. Per questa ricetta puoi utilizzare sia il prezzemolo che la menta fresca, io ho utilizzato quest’ultima (qualche foglia), perché adoro il suo profumo insieme al gusto della ricotta! Te la consiglio.

  2. Aggiungi il pangrattato poco alla volta e amalgama bene, fino a quando non otterrai un impasto cremoso ma denso. Ora puoi iniziare a realizzare le tue polpette di ricotta: prendi un pochino di impasto (scegli tu la grandezza delle polpette, ma non farle troppo grandi) e forma una palletta, quindi adagiala su un piatto e continua fino a terminare tutto l’impasto.

  3. Metti a scaldare l’olio di semi di arachide in un tegame non troppo grande. Intanto sbatti un uovo in una scodella, intingi una polpetta alla volta e poi impanala. Appena avrai terminato inizia a friggere, mi raccomando: friggi una polpetta alla volta, massimo due, sono delicatissime e rischiano di rompersi, inoltre non bisogna mai mettere troppi pezzi a friggere, hai letto il mio articolo sulle 10 regole d’oro per la frittura perfetta? CLICCA QUI

  4. Le polpette friggono in pochissimi secondi, appena diventano dorate scolale delicatamente su carta assorbente. Puoi gustare le polpette di ricotta fritte sia calde (non bollenti) che a temperatura ambiente. Se avanzano puoi mantenerle in frigorifero all’interno di una ciotola per alimenti, ben chiusa, al massimo per due giorni.

Note

Puoi arricchire le polpette di ricotta fritte, unendo all’impasto del prosciutto cotto tagliato a dadini piccolissimi.

Se non vuoi friggere le polpette di ricotta, puoi cuocerle in forno preriscaldato a 200° C per qualche minuto.

Precedente Gnocchi al gratin con fonduta di Grana Padano DOP e speck Successivo Ciambelline all'anice e vino bianco

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.