Crea sito

Frittura gamberi e calamari

A chi piace la frittura di gamberi e calamari alzi la mano!!! Io le ho alzate tutte e due, è troppo buona, amata soprattutto dai bambini che impazziscono per gli “anelli”. Sinceramente è tra i miei secondi piatti preferiti, asciutta e croccante fuori, morbida dentro, va servita con spicchi di limone e presentata in grandi vassoi, da mettere al centro della tavola soprattutto nei giorni di festa, come la vigilia di natale, ormai alle porte. Il segreto per un fritto asciutto e croccante? Cliccate QUI e scoprite le regole d’oro!

 

Frittura gamberi e calamari
Frittura gamberi e calamari

 

Frittura gamberi e calamari

Ricetta

Ingredienti per 4 persone

  • Gamberi freschi 500 g
  • Calamari 500 g 
  • Farina 200 g
  • Olio di arachide, 1 litro
  • Sale fino, quanto basta
  • Limone
  • Insalata verde per la presentazione

Preparazione

  • Se in pescheria non vi siete fatti pulire i calamari, procedete in questo modo: staccate la testa dal corpo e separate i tentacoli che terrete da parte. Al centro di questi ultimi si trova il becco, particolarmente duro, mi raccomando toglietelo. All’ interno del sacco invece, si trova un osso cartilagineo trasparente, sfilatelo semplicemente e togliete bene le interiora.  A questo punto tirare via la pelle, il sacco si presenterà bianco e lucido, tagliatelo a rondelle con un coltello a lama liscia, e lavatele con cura sotto l’acqua corrente fredda. Lavate anche i gamberi che, mi raccomando non dovete sgusciare. 
  • Asciugate perfettamente tutto, anelli, tentacoli e gamberi, tamponando con della carta assorbente, quindi tuffateli un poco alla volta nella farina. Quando sarà tutto infarinato, passateli dentro un colino battendo via la farina in eccesso. 
  • Mettete l’olio a scaldare in una padella capiente, quando sarà ben caldo iniziate a friggere un poco per volta, basteranno pochi minuti per far dorare la nostra frittura. Mi raccomando non toccatela e non giratela mai, le fritture essendo ricoperte di olio non hanno bisogno di essere mosse, rischiate di farle ammosciare facendole assorbire olio. 
  • Mano mano che friggete, scolate su carta paglia o carta assorbente e aggiustate di sale. 
  • Quando avrete fritto tutto, sistematela su un piatto da portata con vari spicchi di limone, a chi piace lo spremerà sul fritto rendendolo ancora più gustoso. Se volete presentare la frittura in maniera scenografica, adagiatela su un letto di insalata verde. Buon appetito! 

Articolo e Foto: Copyright ©  All Rights Reserved Noce Moscata

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.