Cosa c’è da sapere sulla pasta di zucchero

ᴢᴜᴄᴄʜᴇʀᴏ ᴀ ᴠᴇʟᴏ ᴠᴀɴɪɢʟɪᴀᴛᴏ :


Decisamente quello acquistato al supermercato perché contiene la giusta quantità di amido necessaria per la formazione della pasta di zucchero. Potete in alternativa optare per una ricetta home made e realizzare lo zucchero a velo : frullate bene finché non otterrete un prodotto liscio e impalpabile.

  • 400 gr di zucchero semolato
    –  50 gr di zucchero a velo in busta
  • 30 – 50 gr di amido di mais (maizena) in alternativa amido di riso per circa 500 gr di prodotto.

ɢʟᴜᴄᴏꜱɪᴏ :

Essenziale per la realizzazione di glassa fondente e pastigliacci ( una pasta molto simile alla pasta di zucchero ma molto più modellabile ). Diversamente da quello che si pensa non è uno sciroppo, ma un prodotto colloso, di colore trasparente, compatto e appiccicoso.
Il Glucosio rende il prodotto finito professionale, compatto al punto giusto, modellabile, elastico e non troppo molle ma difficile da trovare lo si trova nei negozi specializzati nella vendita di prodotti per torte, negozi di caramelle per questo motivo si opta per il miele in questo caso scegliete un miele dalla consistenza forte e che strutturalmente si avvicina molto al glucosio.

ɢᴇʟᴀᴛɪɴᴀ ɪɴ ꜰᴏɢʟɪ :

La gelatina serve da collante per rendere la pasta elastica.
In proporzione : 5 gr equivale a 3 fogli di gelatina + 1 quadratino 5×5.

ᴍɪᴇʟᴇ ᴅ’ᴀᴄᴀᴄɪᴀ :

Solo se decidete di utilizzare il glucosio in questo caso il cucchiaio di miele regala setosità alla pasta di zucchero. Se scegliete il miele è più liquido rispetto al glucosio potete quindi saltate questo passaggio.