Crema pasticcera ( Ricetta base )

La crema pasticcera è una preparazione di base tipica della pasticceria italiana a base di latte, uova, zucchero e vaniglia e una piccola percentuale di fecola e farina. Consistenza vellutata, setosa. Ottima per farcire tartellette, pan di spagna, crostate di crema, zeppole ecc. Ne esistono varie ricette, questa ricetta è semplice, pratica e veloce da preparare. La ricetta è di Luca Montersino rivisitata con l’aggiunta di qualche trucchetto per ottenere un risultato paradisiaco e strepitoso.

  • CostoMolto economico
  • Tempo di preparazione3 Minuti
  • Tempo di cottura2 Minuti
  • Metodo di cotturaFornello
  • CucinaItaliana

Ingredienti

  • 6tuorli (grandezza media )
  • 400 glatte fresco
  • 100 gpanna fresca liquida
  • 150 gzucchero
  • 30 gfarina 00
  • 20 gfecola di patate (in alternativa maizena ( amido di mais – o riso ) )
  • vanillina (o estratto di vaniglia – baccello – buccia grattugiata di 1 limone – bacca )

Preparazione

  1. Se non avete la panna utili solo 50 gr di latte al posto di 100 gr di panna per evitare che la panna venga troppo liquida.

    Il latte va bene anche senza lattosio, scremato ( in questo caso utilizzate un totale di 400 gr di latte senza panna ).

    Montate con l’aiuto di fruste elettriche i tuorli con zucchero e vaniglia per 2 minuti finché non otterrete un composto chiaro e spumoso.

    Aggiungete poi farina e fecola setacciate.

    Continuate a lavorare con le fruste ottenendo in composto liscio e ben montato.

    Mescolate in un tegamino panna e latte.

    Spostate sul fuoco portando tutto ad ebollizione.

    Prestate attenzione a non far bollire troppo.

    Non appena si formano le prime bollicine spostate dal fuoco aggiungete il composto precedentemente lavorato, mescolate e portate su fiamma bassa.

    Non vi preoccupate se vedrete il composto d’uovo galleggiare dipende dalla giusta montata di tuorlo e zucchero che ha inglobato aria sufficiente per restare in superficie.

    In 1 minuto  e vedrete apparire in superficie dei ᴄʀᴀᴛᴇʀɪ ovvero bolle di latte che bucano la superficie di tuorlo che si staccherà dai bordi lasciando spazio al latte.

    Girate velocemente aiutandovi con una frusta spostando dal fuoco perché in breve vi accorgerte che la crema ha acquisito densità.

    Anche solo 1 minuto di cottura in più darebbe alla crema un retrogusto di farina cotta.

    Contrariamente se dovesse notare che la crema è poco strutturata allontanate dal fuoco, mescolate velocemente e riportate su fiamma bassa. Questo metodo evita che la crema cuocia troppo lasciando un gusto fresco al palato.

    Dopo aver girato la crema versatela in una ciotola pulita e copritela con un foglio di carta pellicola a contatto.

    Questo passaggio è fondamentale perché evita la formazione della pellicina sulla superficie della crema.

    Lasciate riposare in frigo per 15 minuti facendo abbassare la temperatura et voilà.

ℕ𝕠𝕥𝕖 :

Si conserva per 2 giorni coperta con carta pellicola.

In alternativa appena raffreddata versatela in un contenitore ermetico e congelatela. Si conserva in questo modo per 3 mesi. ᴀ ᴘʀᴏɴᴛᴏ ᴜꜱᴏ ʀɪᴄᴏʀᴅᴀᴛᴇ ᴅɪ ꜱᴄᴏɴɢᴇʟᴀʀʟᴀ ɢʀᴀᴅᴜᴀʟᴍᴇɴᴛᴇ.

Lascia un commento