Paw Patrol party: un compleanno perfetto

Per i due anni di quel terremoto di mio figlio è stato abbastanza facile scegliere il tema. Il bambino è abbastanza grande da avere ormai un cartone animato o comunque un personaggio preferito (già lo aveva a un anno, figuriamoci a due), ma comunque abbastanza piccolo da prendere per buone le decisioni della mamma per il tema della festa. Già a tre anni le cose cambieranno e poi peggiorerà sempre di più. Idee cambiate ogni mezzo minuto o richieste di torte monumentali, aiutooooo.Quindi sì, per i due anni ho deciso io, basandomi su quello che all’epoca era il suo cartone animato preferito, che poi era anche quello più di moda tra i bambini di quell’età: i Paw Patrol. Per chi non conoscesse il cartone animato in questione, si tratta di una storia con protagonisti dei cani parlanti, ognuno dei quali con un talento specifico e tutti insieme formano una squadra che corre in aiuto di ciunque ne abbia bisogno, guidati dal loro capo, un bambino di nome Rider. I Paw Patrol originali, protagonisti della festa, sono 6: Chase il cane poliziotto e superspia, Zuma esperto di situazioni marine, Rocky l’aggiustatutto, Marshall il cane pompiere, Rubble col suo escavatore e infine Skye regina dei cieli.

Ecco, questo il contesto della festa. Ora come al solito la mia ricerca folle di idee per rendere il mio tavolo dei dolci il più carino possibile e fare così il mio regalo personale a mio figlio. Pinterest come al solito la mia Bibbia. E per fortuna, vista la notorietà del cartone animato in questione, le idee davvero non mancavano. Anzi il problema è stato fare una scrematura e decidere cosa davvero ero in grado di fare sia come capacità che come tempo. Devo ammettere che mi attirava molto l’idea di usare delle ciotole per cani come vassoi per il cibo (ho trovato molte foto di party con questa idea), ma parlandone in giro ho capito che a troppe persone avrebbe fatto schifo prendere da mangiare da una ciotola per cani… e vabbè, abbandoniamo questa idea sigh. Allora ho ripegato su cose più semplici ma coi colori caratteristici dei cagnolini, il rosso, il blu, il verde, il giallo, l’arancione e il rosa. Così ho creato delle coccarde di cartoncino con i vari Paw Patrol da ritagliare e mettere al loro centro da attaccare su un pannello e usare come fondale del mio tavolo. Una faticaccia piegare e far rimanere attaccato tutto quel cartoncino, ma alla fine devo ammettere che il pannello è venuto davvero carino e si può realizzare spendendo pochissimo. Sempre con pochi soldi e poca fatica si possono fare anche i succhi di frutta a tema, stampando delle fasce da mettere intorno alla bottiglietta col logo dl cartone animato o il nome del festeggiato, e legando con dello spago delle cannucce colorate già pronte per bere il succo.

Sempre continuando col fai da te casalingo ho deciso di fare altre due cose, semplici ma che richiedevano un po’ di tempo per la realizzazione. Prima di tutto le mascherine per trasformarsi nel proprio Paw Patrol preferito. Su Pinterest o Etsy ne troverete tantissime tra cui scegliere. Quasi tutte da scaricare a pagamento purtroppo, ma sono così carine (e i bambini alla festa si sono davvero divertiti tanto a indossarle… e non solo i bambini devo dire). Vanno appunto scaricate in formato pdf, stampate, ritagliate con attenzione e attaccate con scotch o un goccio di colla a caldo su degli spiedini lunghi di legno e il gioco è fatto. Più lunga da realizzare l’altra idea trovata sul web, di cui mi sono immediatamente innamorata: le forchettine gialle coi tovaglioli rossi tenuti insieme da uno spago che passa attraverso un osso blu di cartoncino. Idea carinissima, poi ho trovato un sottovaso arancione perfetto per mettere dentro tutte le posate. Sì, idea carinissima… ma se la volete realizzare sappiate che vi toglierà dieci anni di vita. Io ne avrò fatte un centinaio, qundi vai a ritagliare cento ossa sul cartoncino blu, poi le dovevo pucare con l’attrezzo per i fori apposito, passare lo spago, piegare bene il tovagliolo e legare tutto insieme con la forchettina al centro. Mamma mia, risultato finale bellissimo… ma mai più, ahahahaha.

Ora bisognava pensare alla parte davvero difficile e più lunga. Che tavolo sarebbe senza i dolci a riempirlo? Prima di tutto dovevo decidere quali dolci fare oltre la torta e poi decidere come guarnire i vari dolci, renderli colorati e allegri per i bambini. Alla fine ho deciso di non esagerare e fare solo tre cose, ma molto molto buone e scenografiche: i bicotti di frolla decorata a tema da portar via come ricordo, i Paw cookies e i Pawnuts, o così almeno ho ribattezzato io i miei dolci.

La cosa più lunga da fare sono stati sicuramente i biscotti decorati. Come base ho usato la mia ormai collaudata frolla aromatizzata agli agrumi e vaniglia, davvero molto buona e adatta per i biscotti di questo tipo. Come soggetto ho scelto lo stemma dei Paw Patrol col numero 2 sopra, gli anni del compleanno di mio figlio. Un po’ lungo da realizzare perchè non avevo nessun stampino e ho dovuto ritagliare tutto a mano col bisturi, pasta frolla compresa. Ogni biscotto è stato poi imbustato e chiuso con nastri di tutti i colori caratteristici dei cagnolini protagonisti della festa.

Come secondo dolce ho fatto i Pawnuts, altrimenti più famosi come donuts. Ho voluto provare per la prima volta a fare le famose ciambelle americane, ma per non rischiare si rovinassero ho optato per i donuts al forno (che potevo fare dal giorno prima e, se ben conservati, restano perfetti per alcuni giorni) invece dei classici fritti. E devo dire che erano uno spettacolo, morbidissimi e davvero buoni. Coperti poi con una semplice glassa al burro e tanti zuccherini colorati come piacciono ai bambini. Sono stati un successone oltre ogni mia aspettativa.

Ultimo dolce che ho voluto provare sono i Paw cookies, cioè una rivisitazione dei miei adorati cookies americani. La ricetta è la classica supercollaudata che faccio sempre e che adoro. Ho voluto però renderli più a tema facendoli a forma di osso e sostituendo le gocce di cioccolato con gli smarties colorati. Che dire, anche questi un sucessone. I bambini erano davvero colpiti e se li sono divorati tutti. In fondo questi biscotti si prestano bene ad essere fatti in varie forme e possiamo farciarli con cioccolato, smarties o quel che ci pare.

A ultimo, ma non certo ultima per importanza, il mio pensiero è stato per la torta. Che tipo di base e farcitura fare? Ma soprattutto come decorarla? Considerando il tempo a mia disposizione non potevo fare grandi cose. Quindi alla fine, dopo intense ricerche, ho deciso di fare decorazioni un po’ semplici ma comunque d’effetto. Per la torta vera di base ho preparato gli stemmi di tutti i cani e uno stemma più grande con nome e anni di mio figlio. Per i due piani superiori finti (e quindi preparabili con largo anticipo), invece, mi piaceva l’idea di mettere i testoni dei cani con le loro zampette. Alla fine è stata un’idea vincente. Ho fatto una torta molto originale (in genere sulle torte con questo tema vengono messi i cani interi o solo alcuni di essi) e sicuramente di immediato impatto. Tutti i bambini sono impazziti a riconoscere i loro personaggi preferiti. Solo per la cima della torta ho fatto un cane intero, Chase, il preferito di mio figlio. Ancora oggi, a distanza di due anni, conserviamo ancora la parte finta della torta con tutti questi testoni che ci osservano da sopra un mobile. Per l’interno della torta ho scelto come base la nigella, una torta supercioccolatosa (di cui purtroppo non posso dare ricetta perchè la condivido con delle amiche e ci siamo promesse di non divulgarla), che ho farcito su due strati con una deliziosa mousse al cioccolato al latte e uno strato di croccantino spolverato con farina di cocco. Insomma, una bomba al cioccolato.

Vi invito a diventare fan della mia pagina Facebook per essere così sempre aggiornati sulle mie nuove ricette e restare in contatto con me. Allora cliccate qui e poi mettete MI PIACE.

Precedente Ciambellone all'arancia con colatura di cioccolato bianco Successivo Trofie al forno con speck, noci e provola affumicata