Bucatini all’Amatriciana

L’Amatriciana è uno di quei piatti che chiunque, almeno una volta nella vita, dovrebbe provare a cucinare. Con pochissimi ingredienti, rigorosamente di altissima qualità, si ottiene un piatto straordinario dai gusti decisi e straordinari. La ricetta originale si trova facilmente ovunque nel web, io mi sono voluta affidare a quella del sito del comune di Amatrice (per andare davvero sul sicuro). Come dicevo pochi ingredienti. Una buona pasta magari trafilata al bronzo, dei pomodori San Marzano, un ottimo guanciale (io ho avuto la fortuna di trovarne un bellissimo pezzo proveniente direttamente da Amatrice) e del buon pecorino romano.

In realtà, facendo le ricerche per questo piatto, ho scoperto che i tanto decantati bucatini non fanno parte della ricetta originale ma sono un’aggiunta tutta romana. In realtà andrebbero meglio dei rigattoni o delle pennette, ma ormai avevo già comprato i bucatini e ho voluto fare un piatto da cartolina diciamo.

  • Preparazione: 20 Minuti
  • Cottura: 20 Minuti
  • Difficoltà: Bassa
  • Porzioni: 2 persone
  • Costo: Basso

Ingredienti

  • Bucatini 120 g
  • Guanciale 60 g
  • Pomodori San Marzano 6
  • Sale q.b.
  • Pecorino romano q.b.

Preparazione

  1. Come prima cosa mettiamo i pomodori, che avremo inciso, a sbollentare per qualche minuto in acqua bollente (io ho sbollentato anche dei pomodorini ancora attaccati al ramoscello che avevo in casa e che poi ho utilizzato per decorare il piatto). In contemporanea tagliamo a pezzettoni il guanciale e lo facciamo soffriggere in una padella antiaderente senza aggiungere altri grassi, come olio. Il guanciale è già grasso di suo e cuocendo rilascia il suo olio. Ua volta cotto il guanciale (ci vorranno pochi minuti) lo togliamo dalla padella e lo teniamo da parte al caldo. Togliamo i pomodori dall’acqua e li peliamo dopo averli raffreddati sotto acqua corrente. Tagliamo la polpa a dadini e la mettiamo a cuocere nella padella dove avevamo cotto il guanciale. Saliamo e facciamo andare con un coperchio finchè i pomodori non si spapoleranno per bene e formeranno un bel sughetto. A fine cottura aggiungiamo il guanciale e i bucatini che nel frattempo abbiamo messo a bollire in abbondante acqua salata e scolati ancora al dente. Cuociamo ancora per qualche minuto e serviamo tutto ben caldo con abbondante pecorino grattugiato. Buon appetito.

Note

Precedente Salmone con finocchi confit e sfere d'arancia Successivo Panini al rosmarino e alla pancetta

Lascia un commento