Festa di compleanno a tema Super Mario

E finalmente il 13 maggio anche quest’anno è arrivato. Mio figlio fa quattro anni e io sono in fibrillazione già da un mesetto buono. La scelta del tema quest’anno è ricaduta su Super Mario, che fino a qualche settimana fa era la sua ossessione. Nel frattempo è passato nuovamente a essere ossessionato (termine comunque riduttivo per descriverlo) dai dinosauri… Tant’è che c’è stato un timido tentativo da parte sua di cambiare il tema coi dinosauri, ma allo stesso modo c’è stato il mio strenuo e deciso rifiuto e conseguente lavaggio del cervello per tenersi Super Mario. E no, accidenti… avevo già comprato i polistiroli adatti alla torta e avevamo fermato Mario e Luigi alla sala feste… E lui a due settimane dalla festa vuole cambiare tema??? Ma anche no! E Super Mario sia.

Al solito parto dicendo che quest’anno farò solo la torta, sono troppo stanca, non ne ho voglia, etc etc etc… si si come no, non ci crede nessuno. Nel frattempo che cerco di convincermi che farò solo la torta, inizio a stalkerare Pinterest alla ricerca di idee a tema Super Mario Party. Ce ne sono davvero troppe in giro per non avere la tentazione di rifarne qualcuna… dai quelle mascherine sono troppo carine… e quelle cannucce coi baffi? Nooo… i donuts colorati di blu rosso e verde!!! Insomma è andata, ho già tutto il tavolo in testa, non c’è niente da fare.

Inizio a a scaricare le torte che trovo a tema e le faccio vedere a Cristian… e qui casca l’asino. Secondo voi cosa sceglie? La torta più semplice? Quella col testone di Super Mario e nient’altro? Noooo, figuriaoci se per una volta mi rende le cose facili. Torta da 6 piani pure storti!!! Panico! Vado al mio negozietto spacciatore tortaro di fiducia e con calma vediamo di ordinare i polistiroli prendendo bene a millimetro tutte le misure. Chissà cosa ne verrà fuori alla fine.

Due settimane prima della festa mi armo di coraggio e inizio a preparare tutto. Cominciamo col fare il topper finto per la torta… alla faccia del topper, sono solo 5 piani. Ci metto tre giorni, ma non riesco a smettere di guardare ciò che ho fatto. Neppure io ci credo che è opera mia. So già che rovinerò tutto con la torta vera, le torte così grandi mi vengono sempre spanciate sigh… ma per ora mi godo i polistiroli rivestiti. Mi faccio i complimenti da sola, forse uno dei lavori migliori che abbia mai fatto.

Mascherine

Vabbè la parte facile è finita. Ora bisogna andare a stampare tutto e mettersi a ritagliare. Faccio le scatoline dove mettere le caramelle per i bambini a forma di muro e punto di domanda in puro stile Super Mario. Faccio i vestitini per i succhi di frutta e li rivesto. Ritaglio le mascherine e le monto sugli stecchini lunghi. Ritaglio i baffoni da incollare sulle cannucce e i cartoncini che indicano le varie parti dello sweet table.

Alzatina di Super Mario

Poi mi metto a rivestire e incollare dei polistiroli per fare l’alzatina dove mettere i donuts (ma quanto è venuta carina!!!). Ok parte cartacea fatta… ci sono voluti altri tre giorni e non mi sento più le dita delle mani. Nel frattempo ho fatto comprare dei pezzi di tubo da mio padre e glieli ho fatti verniciare di verde, da usare come vasetti… venuti perfetti, esattamente come li immaginavo.

BIscotti decorati

Mancano ora solo i dolci veri e propri: la torta di base, i donuts e soprattutto loro, i biscotti che per anni sono stati il mio cavallo di battaglia. E dai biscotti parto. Sono quelli che si possono fare con più anticipo. Faccio prima le placchette in pasta di zucchero da incollare sopra a ogni biscotto. Ho ordinato sempre da Vininfarina, il mio negozietto spacciatore preferito, il cutter a forma di testone di Super Mario (ordini la forma e la misura che vuoi e loro te la fannno fare). Pensavo di fare tutti biscotti a forma di testone… dopo dieci Mario volevo morire!!! Dieci teste = dieci anni di vita! Cambiamo e facciamo cose più semplici su, stelline e funghetti. Tanto quasi nessun invitato conosce Super Mario, magari ci credono che la stellina è più importante del protagonista del gioco, no? Faccio quindi i biscotti con la magnifica ricetta di pasta sablè della mia amica Angela Littera , incollo le placchette e mi metto a impacchettare ogni biscotto… Solo altri tre giorni per tutto ciò.

Donuts

Il giorno prima della festa faccio i donuts… placco mio figlio che cerca di divorarseli e li glasso. Bene, tutta la cucina è colorata di glassa al burro verde rossa e blu e zuccherini vari… Il solito disastro! A ultimo la torta coi gusti richiesti dal pargolo. Un bel pan di spagna enorme da 35 cm altezza 10 (ricetta Filomena Strusi), bagna al nesquik, crema diplomatica con abbondante panna e tante gocce di cioccolato e fragole per due strati di farcitura. A chiudere crema al burro al nesquik… Beh direi che come sapori ci siamo. Dovrebbe piacere almeno ai bambini. Altri due giorni per la torta.

Bene, alla fine di tutto ero talmente stanca che ho preparato il tavolo come in trance.

La torta

Fatto tutto, festeggiamo. Festa deliziosa, tanti complimenti da tutti. L’animazione e la sala sono stati perfetti. I bambini si sono divertiti da morire. Torniamo a casa con due macchine strappiene di giocatoli e resti della festa, sembra che abbiamo svaligiato Toys… Ora dove me la metto tutta questa roba??? Io sfatta mi preparo per la notte e rivivendo la serata con orrore mi rendo conto che dopo tanti preparativi mi ero completamente dimenticata di fotografare quello che avevo fatto!!! Ma si può??? Solo io posso essere così distratta. E niente, sfiga totale, nessuno aveva fotografato il mio tavolo… NESSUNO!!! Vabbè niente, per fortuna avevo fatto qualche foto a casa di un po’ tutto… ma non è la stessa cosa sigh. Anno prossimo starò più attenta vuol dire. Ma intanto ci soffro.

Vi invito a diventare fan della mia pagina Facebook per essere così sempre aggiornati sulle mie nuove ricette e restare in contatto con me. Allora cliccate qui e poi mettete MI PIACE.

Particolare del topper
Particolare del topper
Particolare del topper
Cannucce coi baffi
Cavalieri
Scatoline portacaramelle
Succhi di frutta

 

Precedente Malloreddus con pesto di rucola e ricotta e pomodorini Successivo Pranzo gourmet a base di pesce