Crostata morbida alle fragole e cioccolato

L’altro giorno ho voluto preparare una crostata per un pranzo in famiglia. Doveva essere in realtà una torta lindt con una decorazione di fragole… ma si è trasformata nel farla in una crostata alle fragole e cioccolato con crema pasticcera. Un incidente di persorso mi ha costretta a cambiare direzione sul dolce… Ma sono cose che succedono. L’importante è saper reagire e risolvere la situazione.

In pratica non so, forse ho montato troppo le uova della base, ma sta di fatto che questa mi è uscita troppo porosa. Non è la prima volta che facevo la torta lindt, ma così porosa non mi era mai venuta. Quando ho versato la ganache sulla base, ecco… dopo un’oretta questo era sparito. La torta se l’era letteralmente mangiato! A questo punto panico, che faccio ora? E vabbè, niente… Facciamo un pochino di crema pasticcera e trasformiamo una lindt in una crostata classica. Almeno tutta quella ganache in frigo si era solidificata tappando le porosita della base morbida (e conferendole pure un gusto incredibile oserei dire).

Mi raccomando per questo tipo di torta / crostata dovete procurarvi il cosiddetto stampo furbo, quello col gradinetto per intenderci, se già non lo avete. Poi se come me avete una quintalata di resti di uova di Pasqua conservati, potete usare quelli per la vostra crostata.

  • Preparazione: 40 Minuti
  • Cottura: 30 Minuti
  • Difficoltà: Medio
  • Porzioni: 1 crostata
  • Costo: Medio

Ingredienti

Base crostata

  • Burro 50 g
  • Cioccolato fondente 100 g
  • Zucchero 150 g
  • Uova 3
  • Farina 00 100 g
  • Lievito in polvere per dolci 2 cucchiaini

Ganache al cioccolato

  • Panna fresca liquida 200 g
  • Cioccolato al latte 200 g
  • Burro 40 g

Crema pasticcera

  • Latte 250 ml
  • Tuorli 3
  • Zucchero 75 g
  • Farina 00 25 g
  • Sale 1 pizzico
  • Baccello di vaniglia 1

Per decorare

  • Fragole 500 g
  • Menta 1 mazzetto

Preparazione

Base morbida al cioccolato

  1. La ricetta è quella classica della torta lindt. Sciogliamo al microonde o a bagnomaria il burro con il cioccolato fondente. Poi a parte montiamo lo zuccheor e le uova. aggiungiamo lo zucchero e il burro fusi e aggiungiamo la farina setacciata insieme ai due cucchiaini di lievito per dolci. Mescoliamo tutto bene e versiamo in uno stampo furbo da 28 cm imburrato (io uso lo staccante spry). Mettiamo in forno statico preriscaldato a 170 gradi per 25-30 minuti.

  2. A questa base poi per incidente si è unita la ganache al cioccolato al latte che avevo fatto come farcia della torta. Essendo venuta la base molto porosa l’ha assorbita tutta e una volta messa in frigo si è solidificata, sigillando i pori della torta. Mettere a bollire la panna col burro e a fuoco spento aggiungete il cioccolato al latte (preferibilmente Lindt… il top sarebbe metà Lindt e metà Lindor) sminuzzato, aspettate un minuto e poi mescolate bene finchè il cioccolato non si scioglie completamente. Versate sulla parte concava della crostata morbida e mettete in frigorifero. Se la crostata non se la mangia avete realizzato una squisita torta lindt. Se invece volete fare una crostata con crema pasticcera, potete anche omettere la ganache.

Crema Pasticcera

  1. In un pentolino scaldiamo il latte senza farlo bollire (io ho messo in infusioen anche una stecca di vaniglia). Poi a parte sbattiamo i 3 tuorli con lo zucchero fino a che non diventano bianchi e spumosi. Uniamo la farina setacciata con un pozzico di sale e continuiamo a mescolare con la fusta. Sempre mescolando uniamo a filo il latte caldo e rimettiamo sul fuoco. Dal bollore cuociamo per circa 2 minuti, continuando a mescolare ininterrottamente. Mettiamo a raffreddare coprendo con della pellicola a contatto con la crema (in modo che non si formi un’odiosa crosticina).

  2. Una volta raffreddata la crema versiamola nella parte concava della crostata morbida e decoriamo a nostro piacimento. io ho tagliato delle fragole a fette sottili e decorato con quelle e con delle foglioline di menta.

Note

Precedente Fiori di zucchina ripieni ai cereali con fonduta di ricotta e aria di prezzemolo Successivo Budino di peperoni in agrodolce con interno cremoso al formaggio

Lascia un commento