Crea sito

Pollo alla cacciatora con olive e capperi

Oggi vi parlo di una ricetta di origine toscana amata e cucinata in tutta Italia, ovvero il pollo alla cacciatora, un secondo piatto ricco di gusto adatto per gli amanti dei sapori decisi. Io adoro aggiungere oltre alle olive taggiasche, anche i capperi, trovo che conferiscano un sapore ancora più rustico. Voi come lo preparate, siete fedeli alla ricetta originale, o la modificate a vostro gusto? Vi racconto la mia personale versione, aspetto di sapere la vostra, e nel frattempo…buona cucina a tutti!

La GIORNATA NAZIONALE  del Pollo alla cacciatora, a cura dell’ambasciatrice ELENA CASTIGLIONE , si festeggia il 19 aprile, come prevede il CALENDARIO DEL CIBO ITALIANO dell’associazione italiana food blogger AIFB

  • Difficoltà:
    Media
  • Preparazione:
    10 minuti
  • Cottura:
    50 minuti
  • Porzioni:
    4
  • Costo:
    Medio

Ingredienti

  • Pollo in pezzi 1,200 kg
  • olio extra vergine di oliva 100 ml
  • Aglio 1 spicchio
  • Aceto di vino bianco 120 ml
  • Vino bianco secco 120 ml
  • Capperi sotto sale 1 cucchiaio
  • Olive taggiasche 200 g
  • Polpa di pomodoro 400 g
  • Sale fino 2 pizzichi

Preparazione

    • Versa l’olio in una padella capiente (possibilmente antiaderente) e fai soffriggere a fiamma bassa lo spicchio d’aglio in camicia (con tutta la buccia e leggermente schiacciato con il palmo della mano). Una volta dorato toglilo e adagia i pezzi del pollo ben stretti tra loro. Fai rosolare a fiamma ALTA, girando poi delicatamente le parti con due forchette in modo da farle dorare da ambo i lati, per circa dieci minuti in tutto, o almeno fino a quando non risulteranno ben dorate.
    • Quando il pollo sarà rosolato sfuma con l’aceto e poi il vino, abbassa la fiamma tenendola moderata e lascia evaporare, fino a quando non sentirai più l’odore dell’alcol e quello “forte” dell’aceto (in genere qualche minuto).
    • Aggiustate di sale (poco) unisci i capperi (sciacquati dal sale) e le olive, cerca di dare una mescolata con un cucchiaio di legno senza rompere il pollo, quindi unisci la polpa di pomodoro spargendola bene ovunque, termina con altri due pizzichi di sale e copri, lasciando cuocere per 20 minuti a fiamma medio bassa.
    • Ogni tanto apri e scuoti la padella per far amalgamare il tutto, perchè se lo mescoli lo rompi, a questo punto la carne inizia ad essere morbida.
    • Trascorso il tempo, controlla per sicurezza la cottura con la forchetta, basta staccare un pezzetto di carne, che deve risultare perfettamente bianca all’interno.
    • Servi il pollo alla cacciatora ben caldo, mettendo sopra ogni porzione un bel mestolo di condimento, e magari del pane per fare la scarpetta. Buon appetito!

Note

Puoi unire se lo gradisci, anche del peperoncino.

Al posto delle olive taggiasche, puoi utilizzare anche le olive greche (Kalamata), altrettanto carnose e saporite.

6 Risposte a “Pollo alla cacciatora con olive e capperi”

    1. Grazie mille! Ehh sii la scarpetta non deve mancare mai, quando si tratta di sughi e sughetti, sono già con il pane in mano pure io 🙂

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.