Crea sito

Patè di fegatini di pollo alla toscana

Il Patè di fegatini di pollo alla toscana è ormai un grande classico della tradizione italiana; servito su crostini di pane rigorosamente toscano (detto sciocco o più comunemente sciapo) o sopra dei quadratini di polenta, diventa un buonissimo e sfizioso antipasto, semplicissimo da preparare e ormai diffuso in tutta la penisola, soprattutto nei giorni di festa. Preparalo anche tu e gusta il suo sapore rustico e avvolgente, insieme a un bel bicchiere di Chianti.

Quando ero piccola, andavo spesso con la mia famiglia in campagna a trovare i parenti di mia nonna, che ricordi e che divertimento! Gli animali della fattoria insieme alla cucina di Celestina – questa donnina minuta ma dalla grande forza, tipica della vita agreste – sono tra i ricordi più belli e dolci della mia infanzia. Tavola imbandita di ogni prelibatezza, e si iniziava sempre con queste meravigliose bruschette con il patè di fegatini, di cui ero golosissima! Nel corso degli anni, innamorata della Toscana, mi è capitato spesso di mangiarli, non riuscendo sempre però, a ritrovare quel sapore speciale a me tanto caro, che era in quelli preparati da Celestina. Un bel giorno ho deciso di farlo da me, e dopo varie prove e ricerche su vecchi libri, ho scoperto che quel gusto unico che tanto cercavo, era avvolto nel segreto di pochi ingredienti semplici : Vin Santo anzichè vino bianco, capperi sotto aceto e una punta di aceto balsamico (mio tocco personale), che insieme alle acciughe conferisce una marcia in più. Una meraviglia! 

Antonella.

 

  • Preparazione: 25 Minuti
  • Cottura: 65 Minuti
  • Difficoltà: Bassa
  • Porzioni:
  • Costo: Basso

Ingredienti

  • 500 g Fegatini di pollo
  • 50 ml Olio extravergine d'oliva
  • 50 Burro
  • 2 Cipolle bianche
  • 4 foglie Salvia
  • 1 rametto Rosmarino
  • 50 g Capperi sott'aceto
  • 1 bicchiere Vin Santo (oppure vino bianco secco)
  • 400 ml Brodo di pollo
  • mezzo cucchiaini Pasta di acciughe
  • q.b. Sale fino
  • q.b. Pepe nero
  • 2 cucchiai Aceto balsamico (facoltativo)

Preparazione

  1. Affetta le cipolle finemente, quindi trasferiscile insieme all’olio e metà del burro in un tegame o una padella capiente, e lasciale appassire dolcemente per 10 / 15 minuti circa, a fuoco basso, finché non saranno diventate trasparenti.

  2. Nel frattempo riponi i fegatini di pollo all’interno di un colapasta e sciacquali sotto l’acqua corrente fredda, scolali per bene, e sistemandoti sopra un tagliere, tagliali a tocchetti abbastanza grossolani. Fai attenzione che non ci siano dei residui di vescichette, in tal caso eliminale e gettale via, sono amarissime! Le riconosci dal colore verde scuro.

  3. Ora unisci i fegatini di pollo al soffritto di cipolla, aggiungendo la salvia, il rosmarino tritato e i capperi (insieme a un po’ del loro aceto) e fai rosolare per 10 minuti circa, quindi sfuma con il Vin Santo e lascia evaporare, fino a quando non sentirai più l’odore del vino, quindi aggiusta di sale e di pepe nero.

    Non esagerare con il sale e assaggia prima di aggiungerlo, io un paio di pizzicotti li metto perchè il patè mi piace ben saporito, ma conta molto il gusto personale e quindi potrebbe  piacerti anche senza.

  4. Sempre mantenendo il fuoco dolce, inizia a versare il brodo di pollo caldo poco alla volta, aspettando che asciughi un po’ prima di unire l’altro. Man mano che lo unisci, mescola e fai cuocere 40 / 45 minuti circa, con il coperchio un po’ scostato, fino a quando non otterrai una consistenza densa, corposa ma leggermente cremosa.

    Unisci il restante burro qualche minuto prima di spegnere, insieme alla pasta di acciughe, mescolando con cura per amalgamare tutto.

  5. Spegni e lasciali intiepidire, quindi versa tutto all’interno del mixer frullando a intermittenza, poco alla volta, in modo da ottenere una crema grossolana. Se preferisci che il patè abbia una consistenza ancora più rustica, sarà sufficiente sminuzzare tutto a mano con una mezzaluna, esattamente come vorrebbe la vera tradizione toscana.

  6. Una volta pronto, trasferisci il patè di fegatini di pollo alla toscana in una scodella o contenitore, unisci l’aceto balsamico (mio toccco personalissimo ma che credimi, ci sta davvero bene!) mescola e servi con del pane bruscato toscano, e mi raccomando, come vuole la tradizione, abbonda con il patè sopra la fetta di pane. Buon appetito!

Note

Puoi conservare il patè di fegatini di pollo alla toscana in frigorifero, all’interno di vaschette o ciotoline coperte con della pellicola trasparente, anche per una settimana/dieci giorni.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.