Crea sito

Filetto alla Wellington

Il filetto alla Wellington è molto semplice da preparare, ma bisogna tener cura dei vari step di preparazione eseguendoli alla lettera, come per esempio la fase di rosolatura della carne, indispensabile per sigillarne i succhi all’interno, evitando che fuoriescano durante la cottura in forno.

Io ho preferito un filetto di maiale, la scelta della carne varia in base al gusto personale: si possono utilizzare il filetto di vitello o di maiale, oppure il classico di manzo. I primi due a cottura ultimata, dovranno mantenere un colore rosa, mentre il manzo dovrà restare abbastanza rosso nel centro e più cotto verso l’esterno.

Il Filetto alla Wellington è perfetto da presentare per le occasioni importanti e per le festività natalizie, potete accompagnarlo con del purè di patate o con le vostre verdure preferite.

Curiosità 

Il Filetto alla Wellington è una ricetta di origine inglese, che prende il suo nome dal generale Arthur Wellesley, divenuto  duca di Wellington  nel 1815 dopo la sconfitta di Napoleone a Waterloo. Si narra che il duca avesse dei gusti molto particolari e difficili, tanto che i cuochi al suo servizio venivano licenziati uno dopo l’altro. Uno tra i tanti chef un giorno propose questo filetto, dall’aspetto vagamente simile agli stivali dorati del duca, e da li venne dato il nome di ” Filetto alla Wellington”.

Filetto alla Wellington
  • Preparazione: 30 Minuti
  • Cottura: 30 Minuti
  • Difficoltà: Medio
  • Porzioni: 8 / 10 fette
  • Costo: Medio

Ingredienti

  • 1 kg FIletto di vitello, maiale o manzo
  • 400 g Funghi champignon freschi
  • q.b. Olio extravergine d'oliva
  • 6 fette grandi Prosciutto crudo dolce
  • 2 cucchiai Senape
  • 1 rotolo Pasta Sfoglia rettangolare
  • 1 Tuorlo d'uovo
  • q.b. Sale e pepe

Per decorare

  • Pasta Sfoglia
  • Semi di papavero
  • Pepe rosa

Preparazione

  1. Insaporisci il filetto con sale e pepe, quindi scalda un filo d’olio extra vergine in una padella antiaderente, e lascialo rosolare perfettamente a fiamma vivace, in tutti i lati. Sigillare la carne attraverso la rosolatura è fondamentale, in questo modo infatti non verranno dispersi i succhi durante la cottura in forno, nella sfoglia.

  2. Una volta terminato, riponilo su una gratella a scolare e freddare.

    Versa i funghi all’interno di un mixer con un pizzico di sale e pepe e frulla tutto alla massima velocità, fino ad ottenere un patè. Trasferisci il composto ottenuto all’interno di una padella antiaderente, lasciandolo scaldare per qualche minuto, cosicchè da asciugarlo. Appena sarà pronto, lascialo freddare.

  3. Rivesti una leccarda con un foglio di carta forno, quindi metti le fette di prosciutto al centro formando un quadrato, e spalma sopra il patà di funghi.

    Riprendi il filetto e spennellalo per bene, sia sopra che sotto, con la senape, e adagialo su un lato del quadrato. Aiutandoti con la carta forno, arrotola il filetto su se stesso in modo da rivestirlo completamente di prosciutto.

  4. Filetto alla Wellington

    Srotola la pasta sfoglia e adagiala sopra il filetto, avvolgendolo su se stesso (ben stretto) esattamente come hai fatto precedentemente. Taglia via con un coltello la sfoglia in eccesso nelle estremità, e sigilla bene ripiegandola. Non gettare i ritagli di sfoglia ma utilizzali per tagliare delle striscioline con le quali decorare la superficie del filetto.

     

  5. Filetto alla Wellington

    Con un coltello a lama liscia affilato, incidi leggermente la sfoglia praticando dei tagli trasversali, quindi spennella la superficie con il tuorlo d’uovo, e decorala con i ritagli di sfoglia, semi di papavero e del pepe rosa.

    Inforna a forno preriscaldato a 200° C per 30 minuti.

  6. La sfoglia dovrà risultare ben gonfia e dorata, e il filetto all’interno dovrà rimanere rosato (se di manzo, rosso al centro). 

    Lascia intiepidire il Filetto alla Wellington prima di tagliarlo, e servilo accompagnato con del purè di patate o con le verdure che preferisci.

Note

5,0 / 5
Grazie per aver votato!