Risotto pere e gorgonzola con polvere di liquirizia

Confesso, dal momento in cui su un gruppo facebook ho visto questo piatto non ho avuto pace finchè non sono riuscita a rifarlo. Mi sono letteralmente innamorata di questo risotto pere e gorgonzola con polvere di liquirizia impiattato in modo così elegante e originale grazie alle chips di pera disidratate. Quindi perdonatemi se l’idea è stata assolutamente scoppiazzata, ma al cuor non si comanda.

Si tratta oltrettutto di un piatto semplicissimo da fare. Le chips di pera fanno tanta scenografia e ci vuole pochissimo per realizzarle. Basta affettare la pera sottilissima con un coltello affilato e mettere le fettine ad appassire in forno per 6 ore a temperature bassissime (50-60°). Il resto è un classico risotto con pere e gorgonzola, che già di loro sono una delle unioni meglio riuscite al mondo, arricchite dal gusto esotico della liquirizia in polvere, che potrete trovare nei negozi specializzati in articoli per pasticcerie.

Il risotto è delizioso e molto adatto in questa stagione in cui le pere si trovano ovunque. Mio figlio le adora e adora il gorgonzola, quindi anche per lui il piatto (magari senza la liquirizia) è stato un vero successo. Molto più semplice da fare rispetto a quello che potete immaginare vedendo il piatto. Unica variante mia alla tradizione dei risotti è che ho usato l’olio d’oliva invece del burro per renderlo un attimo più leggero, vista la presenza anche del gorgonzola. Quindi su dai, provateci e fatemi sapere come vi è venuto.

  • Difficoltà:
    Bassa
  • Preparazione:
    7 ore
  • Cottura:
    18 minuti
  • Porzioni:
    2 persone
  • Costo:
    Basso

Ingredienti

  • Riso Carnaroli 120 g
  • Olio extravergine d’oliva 1 cucchiaio
  • Scalogno 1
  • Pere 2
  • Brodo 1 l
  • Sale q.b.
  • Parmigiano reggiano 1 cucchiaio
  • Gorgonzola dolce 80 g
  • Liquirizia in polvere q.b.

Preparazione

Chips di pera

  1. La prima cosa da fare è preparare le chips di pera per l’impiattamento. Con un coltello affilato affettiamo le due pere al centro ottenendo delle fettine il più sottili e integre possibili. Per due persone io ho ho fatto 8 fettine totali (4 da una pera e 4 dall’altra). Il resto delle pere le conserviamo bene per riutilizzarle nel risotto.

    Sistemiamo le fettine di pera su una placca rivestita di carta forno e mettiamole ad appassire in forno a 50-60° per 6 ore almeno. Non vi preoccupate. Le pere non brucceranno, ma si asciugheranno per bene e si trasformeranno in chips. Se non le usate subito conservatele in un contenitore ermetico. Se sono asciugate bene dureranno parecchio. Chi avesse un essicatore casalingo può usare sicuramente quello per ottenre le chips di pera.

Risotto

  1. Per il risotto mettiamo a fare del brodo vegetale prima, o se come me ne avete sempre di pronto in freezer scongelatelo e mettetelo a riscaldare.

    In un tegamino mettiamo a cuocere lo scalogno tritato finemente e aggiungiamo il riso. Lo tostiamo per diversi minuti e poi iniziamo ad aggiungere il brodo caldo poco alla volta. Ogni volta che il brodo viene assorbito dal riso e si asciuga ne aggiungiamo nuovamente altro con un mestolo. Verso metà cottura aggiungiamo le pere tagliate a cubetti e facciamo cuocere tutto insieme. Aggiustiamo di sale e una volta che il riso e cotto spegniamo e mantechiamo con il gorgonzola, il parmigiano e un cucchiaio d’olio d’oliva. Lasciamo riposare il risotto per qualche minuto e serviamo in una fondina con della povere di liquirizia sopra e le chips di pera a guarnire.

Precedente Vellutata di zucca alla birra con semi e frutta secca Successivo Ciambellone al latte con glassa e zuccherini

Lascia un commento