Croissant da colazione al latte condensato

Era da un po’ che volevo avventurarmi nel magico mondo dei croissant per poter fare a casa una colazione spettacolare come al bar. Avevo appena fatto una torta e mi avanzava molto latte condensato, che non volevo assolutamente buttare. Così in uno dei miei foodblog preferiti, Mani amore e fantasia, ho trovato questa splendida ricetta per dei croissant con un impasto brioche al latte condensato. Uno spettacolo per gli occhi e per il palato. L’impasto è completamente a base di latte, senza uova… quindi direi purtroppo non adatto agli intolleranti al lattosio. Se ben conservati, questi croissant durano qulche giorno e possono essere farciti come si vuole, anche se il loro impasto già di per sè molto dolce consiglierebbe una farcitura a contrasto poco dolce (tipo un’ottima marmellata di arance amare). Io ne sono rimasta conquistata e se mi avanzerà ancora molto latte condensato li riffarò senz’altro.

  • Preparazione: Minuti
  • Cottura: Minuti
  • Difficoltà: Alta
  • Porzioni: 6 – 7 croissant
  • Costo: Medio

Ingredienti

  • Farina 00 300 g
  • Latte condensato 170 g
  • Latte 130 ml
  • Burro (morbido) 30 g
  • Sale 1 pizzico
  • Lievito di birra fresco 12 g
  • Scorza di limone (grattugiata) 1
  • Estratto di vaniglia q.b.
  • Tuorlo e poco latte (per spennellare) 1

Preparazione

  1. In una ciotola ampia mettiamo la farina a fontana. Sciogliamo il lievito di birra (non importa se fresco o secco) in poco latte preso dal totale e mettiamolo al centro della farina. Iniziamo a lavorare farina e lievito con una forchetta. Uniamo tutto il latte condensato e, continuando a lavorare l’impasto con una forchetta, a poco a poco aggiungiamo il latte rimanente. A questo punto aggiungiamo la buccia grattugiata del limone, la vaniglia e il sale e continuaimo a impastare un po’. Per ultimo aggiungiamo il burro ammorbidito a temperatura ambiente e fatto a pezzetti. Impastiamo per una decina di minuti fino ad ottenre un impasto morbido che si stacca facilmente dalle mani o dalla ciotola della palnetaria. Copriamo l’impasto ottenuto con della pellicola e facciamolo riposare per circa 10 minuti.

    Spolveriamo con poca farina una spianatoia e stendete l’impasto con le mani fino a ottenere un rettangolo. Pieghiamolo su se stesso tre volte, poi giriamolo e ripieghiamolo tre volte e così per altre due volte (come spiegato qui). Formiamo una palla mettiamola a lievitare dentro al forno spento con la sola luce accesa. Faccaimo lievitare fino al raddoppio. Ci vorranno più o meno due ore.

    Riprendiamo l’impasto ormai lievitato e stendiamolo con un mattarello fino a ottenere un rettangolo di circa 40×25 cm. Con una lama ricaviamo dei triangoli lunghi e stretti. Arrotoliamoli dal lato largo verso la punta, ottendendo i nostri croissant. Sistemiamo i croissant sulla placca del forno rivestita di carta forno, copriamoli con della pellicola (semplicemente poggiata sopra) e facciamo lievitare ancora per un’ora.

    Accendiamo il forno a 180°. Spennelliamo i croissant con un tuorlo sbattuto con un po’ di latte a temperatura ambiente. Inforniamo in forno già caldo e cuociamo per circa 25 minuti. Se i croissant, in cottura, tendono a colorirsi troppo copriamoli con un foglio d’alluminio. Una volta sfornati, facciamoli intiepidire e spolverizziamo con dello zucchero a velo.

Note

Precedente Torta salata svuotafrigo con zucchine e speck Successivo Finto gelato di orata con panatura alle nocciole

Lascia un commento