Pollo al limone in padella

Il pollo al limone in padella è una ricetta che faccio spesso, e che mi ha completamente appannato il classico pollo in forno che tanto amavo…perchè credetemi è troppo buono! Pelle croccante, carne tenerissima e un gusto davvero saporito. Se inoltre, amate il limone come me, questo piatto è proprio per voi. Nella ricetta vi spiego tutti i trucchi per farlo venire esattamente come vi ho descritto, sentirete che bontà!

 

  • Difficoltà:
    Bassa
  • Preparazione:
    10 minuti
  • Cottura:
    circa 40 minuti
  • Porzioni:
    4 persone
  • Costo:
    Basso

Ingredienti

  • Sovracosce di pollo 1 kg
  • Sale fino 3 / 4 pizzichi
  • Olio extravergine d’oliva 3 / 4 cucchiai
  • Aglio 1 spicchio
  • limone 2 medio
  • Aceto di mele 100 ml
  • Rosmarino q.b.
  • Pepe nero q.b.

Preparazione

  1. Prima di tutto ti ricordo che il pollo non va mai lavato, tutti gli eventuali batteri muoiono durante la cottura, viceversa l’acqua con la quale si sciacqua il pollo crudo, può diventare (attraverso gli schizzi) un veicolo per la diffusione dei batteri, che andranno a depositarsi su mani, stoviglie e lavandino.

  2. Condisci le parti del pollo con qualche pizzico di sale fino, massaggiando un po’ la carne in modo da far ben penetrare il condimento.

    In una padella capiente antiaderente, versa un generoso giro d’olio e fai rosolare uno spicchio d’aglio; quando l’olio sarà ben caldo, adagia le parti del pollo all’interno della padella, facendole rosolare a fiamma medio alta.

  3. Questo passaggio è fondamentale per la sigillatura della carne, creando una pellicola croccante che servirà a trattenere i succhi all’interno, ottenendo così un pollo morbido e succoso, ma dalla pelle croccante.

  4. Quando sarà ben rosolato da un lato, gira ogni parte del pollo dal lato opposto, per farlo rosolare da ambo i lati, sempre a fiamma sostenuta.

    Una volta ottenuta la sigillatura della carne, sfuma il pollo con il succo di un limone, e aggiungi subito dopo mezzo bicchiere da cucina (circa 100 ml) di aceto di mele, che resta più delicato dell’aceto di vino bianco.

  5. Abbassa la fiamma tenedola medio bassa e lascia evaporare, quando non sentirai più l’odore forte dell’aceto, potrai coprire con un coperchio lasciandolo leggermente scostato, e proseguire la cottura, unendo anche qualche mezza fettina di limone e una spolverata di pepe e rosmarino.

    Una volta cotto del tutto, servi il pollo al limone in padella ben caldo, magari accompagnato da un purè di patate oppure da una fresca insalata mista.

Note

Per questa ricetta utilizzo sempre le sovracosce di pollo, ma puoi utilizzare le parti che preferisci.

Se non gradisci l’aceto (che comunque in cottura evapora e non resta per nulla invasivo), puoi aggiungere il succo di un limone in più.

Precedente Crostata alla crema di ricotta e lamponi Successivo Rotolini alla pizzaiola