Tradizione e fantasia a tavola: Il Pranzo di Natale in Sicilia.

Tradizione e fantasia a tavola: Il Pranzo di Natale in Sicilia.

Natale si festeggia per tradizione con un pasto, insieme alla famiglia. A seconda delle regioni può essere la cena della vigilia, con tanto di regali aperti a mezzanotte, oppure, come accade nella mia famiglia, l’infinito pranzo del giorno di Natale. Come fare se siete voi i padroni di casa? Semplice, continuate a leggere!

I colori tipici del Natale sono il rosso e il verde, di conseguenza è preferibile addobbare la tavola con tovaglioli e piatti di questi colori. Ce ne sono in vendita tantissimi, magari di carta plasticata così che poi non dobbiate fare notte per le pulizie, tanto ormai anche nell’usa e getta la bellezza non è più un optional.

E per rendere il tutto più elegante e romantico basta un bel centrotavola di fiori secchi e pigne dipinte, come quelli che ci facevano fare a scuola le maestre.

cucina-siciliana-1

Passiamo ora al menù. Il pranzo di Natale presenta ricette e pietanze tipiche, differenti a seconda delle diverse regioni italiane, ma con un minimo di organizzazione si può preparare qualcosa che sia al contempo buono e facile.

Leggi anche:  Come si organizza un menu di Natale a prova di bomba: Muffin, prosciutto e formaggio.

Si parte dagli antipasti, facili e per tutti i gusti. Andiamo dalle tartine al salmone a quelle con la carne, con un po’ di fantasia tutto può finire su una tartina trasformandola in un leggero piacere per il palato.

Passiamo ai primi. I più tradizionali sono i ravioli in brodo, che risultano leggeri, oppure pappardelle al ragù. Anche qui le preferenze variano in base alla regione di provenienza, così come per i secondi. Vanno però segnalati i ripieni, dalla faraona arrosto al cappone ripieno lesso; insomma, la carne ripiena è un must del pranzo natalizio.

Si può poi pensare a un doppio secondo, magari più leggero, quale il bollito di carne o l’arrosto con patate, che è perfetto in caso tra gli invitati ci siano pure dei bambini, per tradizione più semplici nei gusti culinari.

Infine, come per ogni festa che si rispetti, i dolci sono immancabili. Per quanto riguarda il Natale, sulla tavola dobbiamo sempre trovare torrone, ricciarelli, pandoro, panettone e, se volete essere ricordati per la miglior ricetta del dolce di Natale, il delizioso tronchetto ricoperto di cioccolata.

Leggi anche:  Speciale Natale: Spiedino del Buongustaio.

 

Il Natale può esser inteso non solamente nel senso strettamente religioso legato alla nascita di Nostro Signore Gesu’ Cristo, o in quello puramente folcloristico legato ai festeggiamenti effettuati nelle varie città come i “Presepi Viventi” o le “novene con i ciaramiddari”, ma anche dal punto di vista culinario legato alle tipiche ricette isolane. La fantasia popolare, unita allo sfarzo delle pietanze tipiche di Natale, molto spesso costituiscono un piatto unico grazie all’abbondanza degli ingredienti usati ed all’elevata elaborazione della ricetta. Queste ricette tipiche vanno a creare degli spettacoli unici non solo per il palato ma anche per gli occhi. Molto spesso le stesse ricette possono avere delle varianti locali, in base alla zona in cui vengono preparate, ma la bontà del piatto è sempre assicurata.

Ecco un pranzo tipico in Sicilia per un evento particolare, come lo e’ il Natale.

Se ti è piaciuta la ricetta , iscriviti al feed cliccando sull’immagine per tenerti sempre aggiornato sui nuovi contenuti del blog:

cucina15

Trovato questo articolo interessante? Condividilo sulla tua rete di contatti Twitter, sulla tua bacheca su Facebook, Linkedin, Instagram, Facebook o Pinterest. Diffondere contenuti che trovi rilevanti aiuta questo blog a crescere. Grazie! CONDIVIDI SU!

Leggi anche:  Cappone in salsa verde per un cenone alla viennese.

I miei preferiti su Pinterest

I miei preferiti su Instagram


Precedente Speciale Natale: Torta meringata con crema al limone. Successivo Concentrato di “modenesità dello zampone”.

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.