Cotechino in crosta con bietoline e formaggio.

Augurando a tutti i nostri navigatori uno splendido anno nuovo, in cui ciascuno possa realizzare i propri sogni, ecco qualche ricetta per la più classica delle cene: cotechino, zampone e tanti modi diversi per preparare le bene auguranti lenticchie!

Ingredienti: per 4 persone.

1 cotechino da 1 kg
900 g di bietoline
4 uova
20 g di formaggio grattugiato
1/2 cipolla
olio
sale

Per la pasta:
200 g di farina
1 cucchiaio d’olio
sale

Cotechino in crosta

Ingredienti: per 6 persone

Per la crema al limone:
50 g di amido
150 g di zucchero
400 ml di acqua bollente
3 tuorli
buccia grattugiata di 1 limone
succo di 1 limone
30 g di burro
Per la meringa:
2 albumi
30 g di zucchero

Preparazione: 35’

Cottura: 180’

  • Avvolgete il cotechino in un telo bianco e fatelo bollire lentamente per due ore.
  • A parte, lessate le bietoline per quindici minuti.
  • Scolatele e tagliatele grossolanamente.
  • Nel frattempo preparate la pasta mescolando farina e olio con la quantità di acqua necessaria per ottenere un composto elastico e liscio.
  • In una padella scaldate due cucchiai d’olio, insaporitevi la cipolla tritata finissima e poi le bietole per cinque minuti, salate con moderazione.
  • Sbattete tre uova con il formaggio e il sale.
  • Tirate la pasta a sfoglia sottile, datele la forma di un rettangolo, sulla superficie spalmate il battuto d’uova, quindi cospargetevi le bietoline e sopra adagiatevi il cotechino ben sgocciolato.
  • Arrotolate la pasta, bucherellate il rotolo con i rebbi di una forchetta, spennellatelo con il tuorlo e con un po’ di albume, sigillate le estremità.
  • Adagiatelo sulla placca del forno, spennellate d’olio e cuocete a 180° per venticinque minuti.
  • Ritirate, fate riposare alcuni minuti.
  • Servite il cotechino tiepido tagliato a fette.
Leggi anche:  Strudel agli asparagi un antipasto raffinato e coreografico.

Vino consigliato: Sangiovese di Romagna.

Sangiovese_di_Romagna

Il Sangiovese è vitigno autoctono, citato per la prima volta, come “Sangiogheto” o “Sangioveto”, dal Soderini nel 1600 (“La coltivazione delle viti”). Il nome, quindi, può derivare sia dai gioghi, tipici del paesaggio collinare, che dal sangue di Giove (Sanzvès nel dialetto romagnolo). Vitigno fondamentale nelle più pregiate DOC e DOCG italiane, con crescente successo internazionale, trova un habitat ideale nei comprensori collinari romagnoli, assumendo una forte personalità strutturale nel territorio Riminese.

Il Sangiovese di Romagna è un vino DOC la cui produzione è consentita nelle province di Bologna, Forlì-Cesena, Ravenna e Rimini; prodotto con le uve Sangiovese vinificate in purezza o insieme a piccole quantità (massimo 15%) di uve di altre varietà a bacca rossa della zona.

Il vino a denominazione di origine controllata “Sangiovese di Romagna” deve essere ottenuto da uve provenienti da vigneti aventi, nell’ambito aziendale, la seguente composizione ampelografica:
Sangiovese: dall’85% al 100%; possono concorrere, da soli o congiuntamente fino ad un massimo del 15%, altri vitigni a bacca nera idonei alla coltivazione per la regione Emilia-Romagna.

Per i nuovi impianti la densità minima di piante non dovrà essere inferiore a ceppi per ettaro: 3.300 per il Sangiovese di Romagna; 3.700 per il Sangiovese di Romagna Superiore.

sangiovese romagna map

Se ti è piaciuta la ricetta , iscriviti al feed cliccando sull’immagine per tenerti sempre aggiornato sui nuovi contenuti del blog:

cucina15

Trovato questo articolo interessante? Condividilo sulla tua rete di contatti Twitter, sulla tua bacheca su Facebook, Linkedin, Instagram, Facebook o Pinterest. Diffondere contenuti che trovi rilevanti aiuta questo blog a crescere. Grazie! CONDIVIDI SU!

Leggi anche:  4 ricette alternative per mangiare il cotechino a Capodanno.

I miei preferiti su Pinterest

I miei preferiti su Instagram


Precedente Zuppa di lenticchie, un ottimo modo per finire l'anno. Successivo Cappone in salsa verde per un cenone alla viennese.

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.