Tortelli mantovani con zucca e amaretti

Era da tempo che volevo provare a fare i tortelli mantovani e visto che ho un bel po’ di zucca in casa da consumare sono andata in questi giorni alla ricerca degli altri ingredienti e oggi mi sono decisa.

Spero di non aver stravolto troppo la ricetta originaria. Ho cercato sul web varie ricette e ne ho ricavato questa che poi ho fatto. La forma dei tortelli non è la migliore, ma ho voluto provare un attrezzino nuovo per fare i ravioli che ho rubato a casa di mia mamma ma non essendo pratica ho fatto un po’ di pasticci. Anche la farcia era un po’ lenta e non è rimasta bene in forma come avrei voluto. Ma il sapore era davvero delizioso. Molto simile ai tortelli che ho mangiato a Mantova a gennaio scorso. Un po’ dolciastri, ma con un retrogusto piccantino dato dalla mostarda. Io ho poi servito con i semi di zucca tostati e salati in padella, che danno quella nota croccante che ci sta sempre bene. Spero di aver reso onore a una delle ricette italiane più conosciute.

  • Difficoltà:
    Media
  • Preparazione:
    90 minuti
  • Cottura:
    5 minuti
  • Porzioni:
    4 persone
  • Costo:
    Medio

Ingredienti

  • Farina 300 g
  • Uova 3
  • Zucca (con la buccia, ma senza semi) 1 kg
  • Mostarda di mele 100 g
  • Amaretti 100 g
  • Noce moscata q.b.
  • Grana Padano DOP 150 g
  • Sale q.b.
  • Pepe q.b.
  • Burro q.b.
  • Salvia Qualche foglia
  • Semi di zucca q.b.

Preparazione

  1. Per prima cosa sbucciamo la zucca e taglaimola a fettine non grossissime. Sistemiamola su una placca rivestita di carta forno e mettiamola a cuocere per 25 minuti in forno ventilato a 180°. Una volta che la zucca è cotta la mettiamo nella tazza di un mixer e la riduciamo a purea. Traferiamo quindi la purea di zucca in una ciotola grande e sciacquiamo subito la tazza del mixer che ci servirà per altro.

    Nel frattempo che la zucca cuoce possiamo preparare la pasta fresca per fare la sfoglia dei tortelli. Su una spianatoia mettiamo a fontana la farina e al centro rompiamo le tre uova fresche. Lavoriamo bene il tutto fino a ottenere un impasto omogeneo ed elastico. Conserviamo tutto nella pellicola trasparente e facciamo riposare per una mezzoretta.

    Riprendiamo il mixer e mettiamo a sminuzzare gli amaretti. Aggiungiamo quindi la mostarda di mele, un po’ di noce moscata e il grana padano grattugiato. Frulliamo tutto bene e poi aggiungiamo questo composto alla purea di zucca. Aggiustiamo di sale e di pepe. Con una spatola, poi, amalgamiamo tutto bene e trasferiamo il ripieno in una sac a poche.

    Riprendiamo in mano la pasta fresca e stendiamola o con un mattarello o aiutandoci con la macchinetta apposita (io uso ancora quella ereditata da mia nonna). Stendiamo delle sfoglie sottili ma non troppo (io arrivo a una tacchetta prima della sfoglia più sottile). Con la sac a poche facciamo delle montagnette di ripieno e le ricopriamo con una seconda sfoglia. Coi polpastrelli chiudiamo bene le due sfoglie intorno al ripieno pigiando e poi ritagliamo i tortelli con l’apposita rotella.

    Cuociamo i tortelli di zucca e amaretti in abbondante acqua salata bollente, nella quale aggiungeremo un po’ d’olio per evitare che la pasta fresca si attacchi. Una volta che i tortelli salgono in superficie facciamo cuocere altri tre minuti e saranno perfetti. Scoliamoli direttamente con una schiumarola all’interno di un’ampia padella in cui avremo fatto sciogliere a fiamma bassa del burro e delle foglioline di salvia per insaporire. Lacchiamo bene i tortelli e serviamoli ancora caldi con dei semi di zucca tostati in padella a guarnire. Buon appetito.

Precedente Vellutata di broccoli e patate in crosta di civraxu Successivo Vellutata di zucca alla birra con semi e frutta secca

Lascia un commento