Crea sito

Vignarola, antica ricetta laziale (rivisitata)

La Vignarola è una antica ricetta laziale a base di verdure e legumi primaverili, con una semplice rivisitazione diventa un piatto unico vegetariano, buonissimo e veloce da preparare.

Vignarola

Per la rubrica Le Ricette Dimenticate oggi vi porto in Lazio per riscoprire un piatto semplice, ma gustosissimo che ha tutto il sapore della Primavera.  Gli ingredienti lo compongono sono verdi e teneri come i germogli sugli alberi e i primi fiori nei prati. Protagonisti i legumi primaverili che garantiscono un ottimo apporto.

Sto parlando della Vignarola, una preparazione la cui origine del nome non è certa. Secondo alcuni è riferibile al fatto che i venditori di frutta e verdura nei mercati rionali laziali venivano chiamati  “vignaioli” o “vignaroli”. L’ipotesi più accreditata, tuttavia, fa rifermento all’abitudine dei vignaioli di raccogliere, dopo il lavoro, gli ortaggi che crescevano ai bordi delle vigne per preparasi questa semplice, ma succulenta pietanza.

Vignarola

Al di là dell’origine del suo nome, questo piatto è molto buono, salutare ed è un perfetto esempio di cucina stagionale. Il periodo in cui è possibile preparare la Vignarola è infatti limitato alla stagionalità dei suoi ortaggi che devono essere rigorosamente freschi. Il periodo migliore va da metà a Aprile a metà Maggio, in seguito la stagionalità dei carciofi si conclude.

Esistono diverse versioni di questa ricetta tradizionale, alcune prevedono l’uso di guanciale, ma è quasi certo che trattandosi di un piatto molto povero e di consumo quotidiano la versione originaria fosse addirittura vegana, ovvero fatta di soli legumi e ortaggi accompagnati da fette di pane casereccio.

Io ho fatto una semplice rivisitazione che consente di servirla come piatto unico completo: ho aggiunto il pane bruscato direttamente nel tegame per conferire croccantezza e qualche scaglia di pecorino che con le fave è sempre perfetto (ma se non consumate derivati del latte potete ometterlo). Ne nasce così una sorta di bowl da servire calda, un piatto veloce e saporito per un pranzo volante, ma ricco di vegetale. Se si abituato a pasti abbondati e vuoi servire la Vignarola come piatto unico veramente saziante, incrementa le dosi almeno di 1/3.

Seguimi in cucina per la ricetta!

Vignarola

Preparazione 15 min
Cottura 20 min
Tempo totale 35 min
Portata Contorno, Piatto unico
Cucina tradizionale italiana
Porzioni 4

Ingredienti
  

  • 2 Carciofi romani grossi
  • 200 g Fave fresche sgusciate
  • 200 g Piselli freschi sgranati
  • 150 g Lattuga romana
  • 2 Cipollotti
  • 1 Limone succo
  • 3 spicchi Aglio
  • 4 fette Pane casereccio integrale facoltativo
  • Pecorino romano a caglio vegetale facoltativo
  • q.b. Pepe nero macinato
  • q.b. Sale marino integrale
  • q.b. Olio extravergine di oliva

Istruzioni
 

  • Sgrana i piselli e sbuccia le fave
  • Pulisci i carciofi eliminando le foglie più dure, le punte e parte dei gambi. Tagliali a metà, elimina la peluria e tagliali a fettine sottili
  • Tuffa subito i carciofi in una bacinella con acqua e limone
  • Sbuccia l'aglio e taglia il cipollotto a fettine sottili.
  • In una capiente padella soffriggi 2 spicchi d'olio con il cipollotto, fino a che non saranno imbionditi
  • Elimina l'aglio e aggiungi i carciofi, insaporisci per 5 minuti ed unisci le fave e i piselli. Spolvera generosamente con il pepe, quindi copri il tegame e cuoci per 5 minuti
  • Lava la lattuga e tagliala a strisce, quindi uniscila agli altri vegetali, aggiusta il sale e cuoci con coperchio per 15 minuti.
  • Tosta nel forno il pane fino a che non sia croccante, strofinalo con il rimanente aglio e taglialo a dadini.
  • A cottura terminata aggiungi al tegame il pane bruscato e il pecorino in scaglie, completa con una spolverata di pepe e un giro di olio a crudo
  • Servi la vignarola ben calda

Pubblicato da Silvia

Sono Silvia, naturopata e, da sempre, appassionata di cucina. Questo blog nasce dalla volontà di dimostrare che una alimentazione sana non deve necessariamente penalizzare il gusto. Alimentarsi correttamente e secondo natura è una necessità e anche i buongustai saranno felici di scoprirlo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Recipe Rating




Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.