15 consigli per mangiare sano

  

consigli per mangiare sano  

Sto scrivendo questo post dall’India dove sto frequentando un corso per diventare insegnante di yoga. Lo yoga, come la cucina, è una della mie passioni ed ha davvero molto in comune con la cucina naturale che propongo nelle mie ricette. Così come lo yoga, il cibo sano, semplice, genuino, cucinato con amore ed intezioni positive aiuta corpo e mente a rimanere in armonia.

Nell’ashram in cui mi trovo seguiamo una alimentazione strettamente ayurvedica e sattvica e io ne sto traendo enormi benefici: mi sento straordinariamente leggera e vitale!

Non potendo cucinare per il blog, ho deciso di scrivere un post dedicato a tutti coloro che vogliono migliorare il proprio stile alimentare. L’anno è iniziato da poche settimane e di sicuro tra le buone intenzioni di qualcuno c’è quella di tagliare i cibi poco salutari e nutrirsi in maniera più sana, consapevole e naturale.

Non è stato semplice stilare queste poche regole perchè le teorie alimentari sono molte e le abitudini personali differenti. Ho cercato di attenermi ad alle indicazioni dell’Oms, alle regole dell’Eubiotica apprese dal Prof. Pecchiai durante il mio corso di studi in Naturopatia e alla alimentazione preventiva promossa dal Dr. Berrino, un medico che stimo particolarmente.

Ecco alcuni consigli per migliorare il proprio stile alimentare senza necessariamente rinunciare al gusto:

15 consigli per mangiare sano

  1. Eliminate lo zucchero bianco, (non acquistatelo più!) e sostituitelo con zucchero di canna integrale (tipo Dulcita, Muscovado o Panela) oppure con sciroppo d’agave, di riso o, ancor meglio con il malto di riso/d’orzo o con frutta zuccherina essiccata come datteri, fichi, uvetta, albicocche.
  2. Bandite le bevande gasate e zuccherate (e anche quelle dolcificate con edulcoranti di sintesi) Si tratta di calorie vuote che non danno nessun apporto nutrizionale e sono tra i maggiori imputati dell’ aumento di diabete e obesità. Sostituitele con acqua e succo di limone spremuto fresco, centrifugati di frutta e verdura, tisane (non zuccherate) o succhi di frutta senza zuccheri aggiunti
  3. Evitate il più possibile i grassi saturi, in particolare i grassi idrogenati come le margarine gli oli vegetali come l’olio di palma e di colza. Se proprio non riuscite a fare a meno del burro, o per piatti che necessariamente lo richiedono, sceglietelo biologico (o ancor meglio di malga) e usatelo solo saltuariamente. Usate olio extravergine di oliva spremuto a freddo, olio di girasole, di mais, di riso o vinaccioli (in base al tipo di utilizzo che dovete farne) anch’essi spremuti a freddo.
  4. Sostituite i cereali raffinati con quelli integrali. Ricordate che i cereali integrali devono essere sempre da agricoltura biologica. Non limitatevi a pasta e riso, ma spaziate tra le molteplici varietà di cereali quali farro, avena, orzo, mais grano khorasan (kamut) e altri prodotti assimilabili come grano saraceno, quinoa, sorgo, amaranto che oltretutto hanno beneficio di essere naturalmente senza glutine

    consigli per mangiar sano

  5. Aumentate il consumo di legumi scegliendoli in base alla stagionalità ed ai vostri gusti personali. Consumateli preferibilmente in abbinamento ai cereali, come proteine vegetali, non come contorno a piatti di carne o pesce.

  6. Se siete onnivori, non eccedete nel consumo di carne, evitate la carne di maiale e la carne lavorata ricca di conservanti (insaccati, salumi). Consumate con moderazione la carne rossa e prediligete le carni bianche quali pollo, tacchino, coniglio. Scegliete sempre carni biologiche o ancora meglio di piccoli allevatori locali rispettosi della fisiologica crescita degli animali, della loro salute e in grado di offrire loro condizioni di vita dignitose.

  7. Aumentate il consumo di pesce privilegiando il pesce azzurro fresco (sarde, sardine, alici, sgombri) pescato nel nostro Mar Mediterraneo oppure il salmone selvaggio. Evitate i pesci provenienti da allevamenti, specie se non biologici.

  8. Mantenete il consumo di uova entro le 3 a settimana. Le uova sono un’ottima fonte proteica, ma senza rendersene contro si può tendere ad esagerare. Esse sono infatti contenute nella pasta fresca, nei dolci da forno, nelle creme e in molte altre preparazioni. Scegliete sempre uova biologiche di galline nutrite con mangimi controllati, che possano condurre una vita secondo i ritrmi naturali e che abbiamo la possibilità di razzolare felicemente all’aperto.

  9. Limitate drasticamente il consumo di latte e latticini. Il latte materno è un ottimo alimento per allevare i cuccioli, infatti il latte vaccino è ideale per i vitelli, non altrettanto per gli esseri umani, specie in età adulta.

  10. Consumate abbondanti porzioni di vegetali, in particolare di verdure scelte tra quelle di stagione. Mangiate frutta a colazione o come spuntino di metà mattina, non dopo i pasti. Idea furba: se pensate di non avere il tempo per pulire e preparare le verdure ogni giorno, organizzatevi e trovate un momento settimanale da dedicare a questa attività: pulite, lavate, e scottate per un minuto in acqua bollente le verdure, quindi congelatele già porzionate e al momento di utilizzarle cuocetele come se fossero fresche.consigli per mangiare sano

     

  11. Evitate i prodotti confezionati. Cibi pronti e preconfezionati sono senza dubbio pratici e comodi specie se si va di fretta, ma sono ricchi di conservanti, additivi e sono quindi da riservare a rarissime occasioni.

  12. Diminuite il consumo di sale e scegliete sempre sale marino integrale (naturalmente ricco di oligoelementi tra cui lo iodio) o sale dell’Himalaya. Evitate invece il comune sale da cucina raffinato che è costituito solo da cloruro di sodio a cui viene aggiunto artificialmente lo iodio.consigli per mangiar sano

  13. Non lesinate nell’uso di aromi naturali e spezie che consentono di dare sfumature di gusto e sapore ai cibi senza eccedere nel sale.

  14. Introducete nella dieta i semi oleosi. Semi di girasole, di lino, noci, nocciole, mandorle, anacardi e molti altri semi sono spesso carenti nella nostra alimentazione, ma vale la pena di mangiarne un po’ ogni giorno, preferibilmente a colazione o nelle insalate.  Sono, infatti, una vera miniera di nutrienti: vitamine, minerali, proteine e grassi di ottima qualità. 

  15. Acquistate cibi biologici, se possibile, a chilometro zero, rivolgetevi preferibilmente a piccoli produttori che svolgano il loro lavoro in maniera responsabile, rispettosa della terra e dei frutti che può donarci.

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...
Print Friendly, PDF & Email

One comment

  1. ricettevegolose says:

    Silvia che post meraviglioso! Davvero chiaro e comprensibile a chiunque, io sono proprio felice perché già metto in pratica tutti questi consigli e non mancherò di condividerli con i miei lettori! Buon proseguimento di viaggio, un abbraccio 🙂

Lascia un commento

*