Crea sito

La Ribollita

E quando comincia il freddo il cavolo nero è pronto per essere tolto dall’orto e usato in questa tipica ricetta della cucina povera tradizionale toscana. Questa zuppa era un piatto dei contadini, fatto con le verdure dell’orto e il pane che non mancava mai. Una zuppa che riscaldava e soprattutto riempiva lo stomaco dopo una giornata di duro lavoro nei campi. Oggi si trova anche nei menù di ristoranti “gourmet”, magari rivisitata e servita in modo estroso tipo in monoporzione dentro un panino svuotato. Questa è la ricetta originale.

  • DifficoltàMedia
  • Porzioni10
  • Metodo di cotturaFornello
  • CucinaItaliana

Ingredienti

  • 1 kgFagioli bianchi secchi
  • 2 kgCavolo nero
  • 1 kgVerza
  • 500 gBietole
  • 4Patate
  • 5Carote
  • 1Costa di Sedano
  • 2Cipolle rosse
  • 2 spicchiAglio
  • MezzoTubetto Concentrato Pomodoro
  • 1 kgPane toscano raffermo tagliato a fette da 2 giorni
  • q.b.Sale
  • q.b.Pepe
  • q.b.Peperoncino
  • 1 ramettoRosmarino
  • q.b.Olio extravergine d’oliva

Preparazione








  1. Cuocere i fagioli, tenuti a mollo per una notte, in molta acqua (che servirà dopo), la metà si passa e si lascia la purea nell’acqua, l’altra metà si toglie dall’acqua.
    Si fa un soffritto con olio, aglio e cipolla, dopo qualche minuto aggiungere il sedano, poi le carote a fettine, le patate a tocchetti, il concentrato sciolto in poca acqua calda. Poi le verdure a foglia (cavolo, verza, bietola) alternandole, salare e coprire bene. Quando le verdure avranno perso la maggior parte del volume, aggiungere la purea di fagioli con dell’acqua di cottura e il pepe. Coprire e cuocere a fuoco basso circa 1 ora. In un nuovo tegame, mettere a strati il preparato di verdure, le fette pane, i fagioli e continuare così. Alla fine, se necessario, aggiungere del brodo di fagioli e cuocere circa 10 minuti. Il giorno dopo, ricuocere facendo prima insaporire nella pentola olio, il rametto di  rosmarino e il peperoncino e poi toglierli.
    Prima di servire condire con un “giro” d’olio extra vergine di oliva.

/ 5
Grazie per aver votato!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.