Pan Pepato

Oggi nel Calendario del Cibo Italiano dell’Associazione Italiana Food Blogger è la giornata nazionale del Pan Pepato la cui ambasciatrice è Marina.
E’ un dolce rotondo, tipico soprattutto della zona di Terni, Ferrara ed anche Siena. Preparato di solito durante il periodo natalizio, è composto da diversi tipi di frutta secca, quali le mandorle, le nocciole, le noci, l’uvetta e i canditi. Il tutto impastato insieme al miele, alla farina, al cioccolato fondente o al mosto cotto e soprattutto senza l’uso delle uova.
La sua caratteristica principale è che al suo interno c’è anche del pepe nero macinato.
Ogni famiglia di quelle zone custodisce gelosamente la propria ricetta che differisce solo leggermente l’una dall’altra.
Il Pan pepato di Terni risale al XVI secolo e la sua provenienza è sicuramente orientale.
Infatti si narra che venne portato dalle carovane che trasportavano le spezie, intorno alle metà del Cinquecento.
Poi nel corso dei secoli, la ricetta ha assorbito i sapori locali, come le noci, gli agrumi ed il suo ingrediente segreto che è appunto la sapa o mosto cotto.
Viene preparato rigorosamente l’8 dicembre, all’inizio delle festività e si prolunga di solito fino al 14 febbraio.
Il Pan pepato di Siena invece risale al periodo medioevale, infatti si racconta che in onore della Regina Margherita, venne fatto un nuovo panforte ( o pampepato ), coperto completamente con dello zucchero a velo e a cui venne dato il nome di Panforte Margherita.
Mentre per quanto riguardo il Pan pepato di Ferrara, la tradizione lo collega ai cosiddetti “pani arricchiti” che si preparavano proprio durante le festività natalizie.
Si racconta che la ricetta nacque molto probabilmente nei conventi di clausura, intorno al XV secolo.
Questo dolce è stato riconosciuto come prodotto tradizionale dalla Regione Umbria, dalla Emilia Romagna e dalla Toscana e soprattutto quello di Ferrara ha ottenuto, nel 2015, il riconoscimento I.G.P.
Quello che io ho deciso di preparare oggi è proprio quest’ultimo con un sapore deciso dovuto all’uso del cioccolato fondente e del pepe nero.

Ingredienti per 6 persone:
180 g di farina 00
150 g di miele
80 g di uvetta sultanina
80 g di mandorle
80 gr di noci
70 g di canditi
70 g di cioccolato fondente
60 g di nocciole
1 cucchiaino di cannella in polvere
1 cucchiaino di pepe nero macinato

Pan Pepato

Pan Pepato

Per prima cosa, mettete in ammollo l’uvetta in abbondante acqua per circa 20 minuti per farla ammorbidire.
Poi scolatela e strizzatela bene.
Mettete in un mixer le nocciole, le noci e le mandorle e tritatele grossolanamente.
Fate sciogliere a bagnomaria il cioccolato fondente e poi lasciatelo intiepidire.
Versate in una ciotola la frutta secca, i canditi, l’uvetta e il miele.
Mescolate e poi unite il cioccolato fuso e la farina setacciata.
Aggiungete la cannella in polvere e il pepe nero macinato.
Impastate fino ad ottenere un composto compatto e formate due pagnotte rotonde oppure 6 piccole monoporzioni.
Mettete le due sfere su una teglia, ricoperta di carta da forno e cuocete in forno, statico e preriscaldato, a 170° per 35 minuti circa.
Lasciatele raffreddare e poi il vostro Pan Pepato è pronto per essere gustato.

Pan Pepato

Per tornare alla pagina principale del blog e vedere altre ricette, cliccate qui 😀

Precedente Pandoro sfogliato Successivo Red Velvet Cookies

4 commenti su “Pan Pepato

  1. marina il said:

    Grazie Stefy!! Grazie mille per aver partecipato, il panpepato è buonissimo, il tuo ha un aspetto veramente invitante!! Ne vedo due! Io mi sono limitata ad uno però caspità è già finito, devo ricominciare la produzione! Un bacio e ancora grazie per il tuo prezioso contributo!

    • Dolcissima Stefy il said:

      si, ho diviso l’impasto in due :p
      Ma come è buono!!!!

  2. Serena il said:

    Molto bello il tuo panpepato, vedo che anche tu hai scelto quello di Ferrara secondo me è la ricetta più buona resa golosa dalla presenza del cioccolato. sarà per questo che avrà ricevuto il riconoscimento I.G.P.!? un saluto

    • Dolcissima Stefy il said:

      Grazie mille 🙂
      Io adoro il cioccolato 🙂

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.